Il territorio come luogo di cura per il fine vita
0 0 0
Risorsa locale

Martinelli, Nicola - Mondin, Tiziana - Pomaro, Maria Cristina - Quanilli, Monica - Rensi, Silvia - Rizzi, Maria Rosa - Russo, Anna Maria

Il territorio come luogo di cura per il fine vita

Abstract: Le cure di fine vita non possono essere considerate come un'area specialistica di lavoro, avulsa dalle singole professioni coinvolte nel trattamento del fine vita. Molti operatori si trovano spesso a prestare supporto e assistenza a persone vicine alla morte, sia per malattia o per l'età avanzata, con una preparazione poco adeguata perché lontana dalle proprie competenze professionali.Se si trascurano gli aspetti sociali della malattia tutto il percorso di cura risulta inficiato. È fondamentale che tutti siano preparati a dare un contributo competente e positivo, inserendo all'interno dell'equipe di cura la dimensione sociale della malattia e della morte. Il termine medicina contiene al suo interno la radice "med-", che rimanda alla capacità di trovare la giusta "mediazione" tra curing, attenzione alla malattia, e caring, attenzione al malato. È evidente che l'accompagnamento alla "morte" richiede competenze e conoscenze non solo clinico-sanitarie, ma anche sociali e relazionali.I contributi proposti dai membri della Rete Nazionale degli Assistenti Sociali Cure Palliative, nello specifico il Gruppo di Lavoro CROAS Veneto, approfondiscono le tematiche che rendono maggiormente qualificato l'intervento professionale degli assistenti sociali nelle Cure Palliative: Servizio Sociale; etica e politica; bioetica nella rete dei servizi; il senso del lavoro all'interno dell'hospice: dai principi normativi alla realtà professionale. Uno strumento utile per la formazione universitaria delle nuove generazioni di assistenti sociali e per la formazione continua delle diverse professionalità che lavorano nei setting di cura di fine vita presenti su tutto il territorio nazionale.


Titolo e contributi: Il territorio come luogo di cura per il fine vita

Pubblicazione: edizioni la meridiana, 09/09/2021

EAN: 9788861538627

Data:09-09-2021

Nota:
  • Lingua: italiano
  • Formato: EPUB con DRM Adobe

Nomi:

Dati generali (100)
  • Tipo di data: data di dettaglio
  • Data di pubblicazione: 09-09-2021

Le cure di fine vita non possono essere considerate come un'area specialistica di lavoro, avulsa dalle singole professioni coinvolte nel trattamento del fine vita. Molti operatori si trovano spesso a prestare supporto e assistenza a persone vicine alla morte, sia per malattia o per l'età avanzata, con una preparazione poco adeguata perché lontana dalle proprie competenze professionali.Se si trascurano gli aspetti sociali della malattia tutto il percorso di cura risulta inficiato. È fondamentale che tutti siano preparati a dare un contributo competente e positivo, inserendo all'interno dell'equipe di cura la dimensione sociale della malattia e della morte. Il termine medicina contiene al suo interno la radice "med-", che rimanda alla capacità di trovare la giusta "mediazione" tra curing, attenzione alla malattia, e caring, attenzione al malato. È evidente che l'accompagnamento alla "morte" richiede competenze e conoscenze non solo clinico-sanitarie, ma anche sociali e relazionali.I contributi proposti dai membri della Rete Nazionale degli Assistenti Sociali Cure Palliative, nello specifico il Gruppo di Lavoro CROAS Veneto, approfondiscono le tematiche che rendono maggiormente qualificato l'intervento professionale degli assistenti sociali nelle Cure Palliative: Servizio Sociale; etica e politica; bioetica nella rete dei servizi; il senso del lavoro all'interno dell'hospice: dai principi normativi alla realtà professionale. Uno strumento utile per la formazione universitaria delle nuove generazioni di assistenti sociali e per la formazione continua delle diverse professionalità che lavorano nei setting di cura di fine vita presenti su tutto il territorio nazionale.

Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.