Premio Letterario Nazionale "LE COTI" 

Amici appassionati di scrittura e cultura, vi presentiamo la VII Edizione del prestigioso Premio Letterario Nazionale "LE COTI", organizzato dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Pradalunga in collaborazione con l'Associazione Castanicoltori del Misma. L'obiettivo di questo concorso è far emergere e valorizzare le peculiarità del meraviglioso territorio di Pradalunga.

Tema del Premio: "Sogno autunnale ai piedi di un castagno."

Partecipanti: Il premio è aperto a tutti gli interessati residenti in Italia che abbiano compiuto i 18 anni.

Lunghezza dei Racconti: I racconti inediti, da 4 a 8 cartelle editoriali A4 (1 cartella = 1.800 caratteri), dovranno essere inviati in formato PDF, con carattere Times New Roman, dimensione 12. L'anonimato dell'autore sarà preservato.

Modalità di Partecipazione: Inviate il vostro racconto via email a premioletterario.pradalunga@gmail.com, entro le ore 12:00 del 8 settembre 2023. Allegare il modulo di adesione, la ricevuta di pagamento (€20) e il racconto stesso in formato PDF.

Premi:

  • 1° Premio: €500
  • 2° Premio: €300
  • 3° Premio: €200

Cerimonia di Premiazione: 14 ottobre 2023, ore 17:00 presso il Comune di Pradalunga. Saranno letti i racconti vincitori e seguirà una deliziosa degustazione di specialità a base di castagne locali.

Trattamento dei Dati Personali: I dati personali saranno trattati nel rispetto del Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati. Maggiori informazioni sul sito www.comunepradalunga.it.

Tutte le informazioni e il regolamento completo sono disponibili presso la Biblioteca Comunale o via email: biblioteca@comunepradalunga.it.

Un'opportunità unica per condividere il vostro talento letterario e scoprire le bellezze di Pradalunga. Non perdete questa straordinaria occasione! 

#PremioLECOTI #ScritturaCreativa #Cultura

Trovati 2638 documenti.

Il ritorno è lontano
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Sarchi, Alessandra

Il ritorno è lontano

Bompiani, 28/02/2024

Abstract: Che cosa ci cura e che cosa ci salva, noi come esseri umani e il pianeta come luogo del nostro vivere? Sara è un'archivista di mezza età con un marito solidale, Paolo, e una figlia, Nina, di cui patisce l'assenza. Nina è andata a studiare in Germania, dove prende parte a un movimento ecologista e nel farlo corre rischi. Un problema di salute induce Sara a cercare di riempire il vuoto lasciato da Nina: lei e Paolo decidono di accogliere in affido Pietro, bambino di bellezza angelica, silenzioso, guardingo, pronto a respingere con aggressività e rabbia le attenzioni della nuova famiglia. Nina, estrema e veemente come lo sono i giovani, sperimenta la fatica di giustificare e difendere le proprie scelte, giuste per principio ma difficili da calare nella vita quotidiana. Perché prendersi cura – di sé, degli altri, del mondo – è un'aspirazione nobile ma destinata a rimanere imperfetta. Una vacanza tutti insieme in un bosco tedesco, con un pericolo che incombe, sarà il nodo drammatico che divide – e forse avvicina – quattro persone sole.

Adesso riesco a dire di no!
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Patrick, Vanessa - Faimali, Manuela

Adesso riesco a dire di no!

Giunti, 28/02/2024

Abstract: Un libro che vi cambierà la vita, perché imparerete a tracciare dei confini senza scalfire i buoni rapporti con gli altri.Quante volte avete acconsentito controvoglia a richieste del partner, di un amico o perfino di uno sconosciuto? Quante volte vi siete sentiti obbligati a dire sì al vostro capo solo per paura di mettere a repentaglio la vostra posizione? E quante, poi, vi siete ritrovati oberati o prosciugati di energie, sentendovi pure in colpa per non essere riusciti a dire un fermo no? Se ne avete abbastanza di dire sempre dei sì costretti dalle circostanze, se siete stanchi di accettare incarichi ingrati e volete sentirvi liberi di scegliere senza compromettere una relazione, Vanessa Patrick vi spiega come fare, senza mezzi termini. Quello che serve è padroneggiare l'arte del rifiuto potenziante, una super-competenza che permette di restare saldi sulle proprie posizioni e al tempo stesso mantenere un rapporto cordiale e maturo con gli altri. Imparerete a non cadere nella trappola del castello di carte, a bloccare le richieste delle persone "albero di noce" e a resistere alle manipolazioni più subdole: in una parola, a ritrovare la sintonia con voi stessi e percorrere più serenamente il vostro cammino nel mondo.

L'eco della tua morte
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Sander, Karen - Salerno, Rachele

L'eco della tua morte

Giunti, 28/02/2024

Abstract: Il ritorno di una scrittrice bestseller, che con uno stile asciutto e scorrevole, ci immerge in un thriller dall'atmosfera tesa e rarefatta, un cupo rompicapo da risolvere. Quindici anni prima una vacanza tra amiche su un isolotto remoto finisce in tragedia: Becca sparisce nel nulla. A niente valgono le ricerche forsennate e gli interrogatori della polizia sembrano girare a vuoto. Viene trovato solo un test di gravidanza positivo e, unico collegamento con la terraferma, un motoscafo abbandonato. Il mistero rimane irrisolto, ma non smette mai di tormentare le protagoniste della storia. Ecco perché quando Lara, il cui intero mondo è filtrato dalla sindrome di Asperger, riceve un invito anonimo a recarsi proprio sul luogo della scomparsa insieme alle altre, è impossibile non rispondere a quell'oscuro richiamo: sembra che il passato sia tornato a bussare alla porta. Ma non appena approdano sul posto, iniziano ad accadere cose strane e inquietanti. Qualcuno si introduce in casa e lascia messaggi criptici, mentre sul telefono di Lara compaiono foto che lei dice di non avere mai scattato. E poi fuori, nella notte, vedono aggirarsi una figura familiare. È buio, eppure non ci sono dubbi, assomiglia incredibilmente a Becca… Dove si nasconde la verità, nel confine tra realtà e ossessione?

Il penultimo respiro
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Raco, Alex

Il penultimo respiro

Mondadori, 27/02/2024

Abstract: Marzo 2008. Alex Raco è vittima di un brutto incidente in moto: un'auto passa col rosso, lo investe, la caduta è inevitabile. Il suo cervello - dichiarano i medici - non dà segni di attività. In altre parole, è incosciente. Eppure Alex non solo si riprende, ma di quegli istanti ha ricordi vivissimi: una pace profonda, un benessere totale. E di lì a poco cambia radicalmente la sua vita: lascia il lavoro da manager di un'importante banca d'affari, remunerativo ma non appassionante, e inizia a percorrere quella che è ormai diventata da anni la sua strada: investigare il tema della morte. Questo libro racconta la sua esperienza e altre di chi, proprio come lui, si è affacciato nell'aldilà: sono chiamate NDE (Near Death Experience) e aprono spiragli verso una dimensione "altra", chiare dimostrazioni del fatto che la morte non è la fine, ma solo un momento di passaggio, "un nuovo viaggio che la nostra anima intraprende". A confermare questa tesi vi sono inoltre le tante vicende di persone che rivivono esistenze passate, le percezioni extra-sensoriali, i messaggi trasmessi dalle anime dei nostri cari defunti. Le testimonianze di chi ha vissuto questi momenti di pre-morte e ne è tornato, colmo di meraviglia e speranza, offrono a ogni lettore, anche al più scettico, lo spunto per una profonda riflessione.

Amor, ch'a nullo amato amar perdona
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pattuelli, Werther

Amor, ch'a nullo amato amar perdona

Booksprint, 26/02/2024

Abstract: L'autore, in questo libro ha voluto idealizzare un amore ma un amore diverso, un amore fra due persone, un uomo e una donna che non si sono mai visti. Ha voluto dimostrare che anche un amore nato "virtualmente" può essere un amore devastante e totale al limite del surreale. L'amore, così sostiene l'autore, è qualcosa che va oltre i sensi, va oltre la conoscenza visiva e materiale, l'amore è un sentimento astratto ma terribilmente vero. Usando una metafora scientifica a lui cara, l'amore è come la gravità, si avverte ma non si vede. Due innamorati sono entanglement, sono legati indissolubilmente. Anche agli estremi dell'universo.

In comunione e in libertà
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Borghesi, Massimo - Borghesi, Massimo

In comunione e in libertà

Edizioni Studium S.r.l., 26/02/2024

Abstract: "E come potrebbero non ricordarlo con gratitudine commossa quelli che sono stati i suoi amici, i suoi figli e discepoli? Grazie alla sua paternità sacerdotale appassionata nel comunicare Cristo, essi sono cresciuti nella fede come dono che dà senso, ampiezza umana e speranza alla vita. Don Giussani è stato padre e maestro, è stato servitore di tutte le inquietudini e le situazioni umane che andava incontrando nella sua passione educativa e missionaria. La Chiesa riconosce la sua genialità pedagogica e teologica, dispiegata a partire da un carisma che gli è stato dato dallo Spirito Santo per l'"utilità comune"" (Papa Francesco, 15-10-2022).Il presente volume vuole ampliare la conoscenza di una personalità straordinaria, nel panorama ecclesiale e civile, grazie alle testimonianze di coloro che ne hanno avuto una conoscenza diretta, che lo ricordano nella sua umanità generosa, nella sua fede limpida, nella sua passione cristiana.

The world in a sea
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Doublet, Nicholas Joseph - Doublet Nicholas, Joseph

The world in a sea

Edizioni Studium S.r.l., 26/02/2024

Abstract: The Mediterranean, both a sea and a theatre, has served throughout history as a fundamental crossroads for the political-religious dynamics and international tensions that characterize the various worlds, east and west, south and north, that meet in this basin. Starting from these premises, the present work examines - within a chronological span that goes from the conclusion of the Second World War to the end of Pius XII's pontificate - the contribution offered by the Holy See and by Catholics from different national contexts in deciphering the role of the Mediterranean Sea within the wider global context. As such, it constitutes a reflection on this geographical space with its peculiar cultural, economic, political, and religious realities by highlighting the role played by the Mediterranean in the elaboration of visions and projects of civilization.This work is the fruit of a wider research programme called Occidentes - Horizons and projects of civilization in the Church of Pius XII. It brings together the work of seven historians from different European Universities.

Il nostro più grande tesoro
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Lutero, Martin - Sabetta, Antonio - Ferrario, Fulvio - Lorizio, Giuseppe

Il nostro più grande tesoro

Edizioni Studium S.r.l., 26/02/2024

Abstract: Il sacramento dell'altare è stato costantemente al centro della riflessione di Lutero tanto da diventare il tema a cui ha dedicato più scritti. In un primo momento Lutero è impegnato in una profonda polemica con gli abusi a cui la chiesa cattolica aveva sottoposto il sacramento. Con l'emergere dell'ala più radicale della Riforma (in particolare Zwingli e Ecolampadio) – che sosteneva un'interpretazione simbolica delle parole dell'istituzione e negava che il corpo e il sangue di Cristo fossero fisicamente presenti nel sacramento – Lutero metterà sempre più a tema il realismo della presenza del corpo e sangue di Cristo in forma fisica nel sacramento, la negazione della quale compromette non solo il senso della Cena ma dell'intero evangelo. I testi qui raccolti, tutti inediti in italiano, aiutano a capire la progressiva messa a fuoco del carattere corporeo della presenza di Cristo soprattutto a motivo dello scontro insanabile con coloro che Lutero chiama fanatici, che darà vita ad una frattura nel mondo della Riforma durata molto a lungo. Il volume raccoglie i seguenti testi: Sul ricevere il sacramento sotto entrambe le specie (1522), Sull'adorazione del sacramento (1523); Sermone sul sacramento del corpo e del sangue di Cristo contro lo spirito fanatico (1526), Le parole di Cristo "questo è il mio corpo … ecc. " restano ancora salde contro i fanatici (1527); Breve confessione sul Santo Sacramento (1544).

Giovanni Gentile e la sua riforma
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bertagna, Giuseppe - Bertagna, Giuseppe

Giovanni Gentile e la sua riforma

Edizioni Studium S.r.l., 21/02/2024

Abstract: Dopo un'apposita introduzione sulle permanenze e sulle discontinuità della riforma Gentile del 1923, il volume riunisce qualificati interventi pubblicati originariamente su "Nuova Secondaria" per ricostruire e rileggere le principali questioni filosofiche, storiche, sociali e ordinamentali che hanno attraversato questo provvedimento, certamente il più importante della storia culturale e scolastica del novecento italiano. Ne emerge un quadro articolato, in cui si ritrovano le molteplici dimensioni che ha assunto tale riforma, gli effetti che essa ha sviluppato, i rapporti intessuti da Gentile con i tanti protagonisti che hanno caratterizzato la storia filosofica e pedagogica del nostro Paese. Attenzione è anche riservata alle risonanze che la riforma ebbe fuori dai confini italiani. Un terreno quasi inesplorato ma qui indagato con originalità, è costituito dalle ricadute della riforma sulla letteratura in generale e sulla letteratura per l'infanzia e l'adolescenza in particolare. Settori che si configurano come spazio inedito nel quale misurare la capacità di Gentile di leggere il proprio tempo con il pensiero.

L'arte di comandare in 32 regole semplici ed efficaci. Tutto quello che devi sapere per avere successo nella vita
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bartlett, Steven

L'arte di comandare in 32 regole semplici ed efficaci. Tutto quello che devi sapere per avere successo nella vita

Newton Compton Editori, 27/02/2024

Abstract: Tutto quello che devi sapere per avere successo nella vitaBestseller del New York TimesDa uno dei giovani imprenditori di maggior successo al mondo, una guida pratica per trionfare in qualunque attività.Nella sua carriera, Steven Bartlett ha vissuto molti momenti di trionfo e altrettanti di cocente fallimento. Ha lavorato con le più importanti aziende del mondo, e nel suo podcast The Diary of a CEO ha intervistato imprenditori, amministratori delegati e miliardari. Da questo eccezionale insieme di esperienze, ha tratto una serie di preziosissime regole, di vita e di lavoro, che indicano la via da seguire per assicurarsi il successo. Niente banalità e frasi fatte, né strategie preconfezionate destinate a diventare obsolete nel giro di poco tempo: i principi esposti in questo libro sono universali, radicati nella psicologia e nelle scienze comportamentali, validi ieri, oggi e per sempre.Un libro fondamentale per chi aspira a dare una svolta alla propria vita lavorativa, e non solo, scritto da uno degli imprenditori più apprezzati degli ultimi anni.32 regole sempre efficaci per chiedere e ottenere ciò che ti spettaChiedi invece di affermareNon scendere mai a compromessi sulla tua storiaSgobba sulle piccole coseImpara a perdere meglio dei tuoi concorrentiPensa solo al piano A"Basandosi sugli ultimi studi scientifici, sulla sua esperienza personale e su avvincenti storie, Bartlett guida il lettore verso il raggiungimento del suo pieno potenziale."Jay Shetty, autore di Pensa come un monaco"Uno strumento indispensabile per tutti i leader che aspirano a condurre il mondo nel futuro."Simon Sinek, autore di Partire dal perchéSteven BartlettÈ un imprenditore inglese vincitore di numerosi premi, oltre che speaker, scrittore e content creator. Ha investito in oltre 40 aziende, e il suo podcast, The Diary of a CEO, è il più seguito d'Europa. Esperto di marketing, ha fornito consulenze ad aziende come Uber, Apple e Nike. Le quattro compagnie da lui fondate raggiungono insieme un valore di mercato di quasi un miliardo di dollari.

Non siamo brave ragazze
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Douglas, Penelope

Non siamo brave ragazze

Newton Compton Editori, 27/02/2024

Abstract: Autrice bestseller del New York TimesTryst Six VenomForte e determinata, Liv ha imparato dalla vita a non sprecare nessuna occasione perché tutto può esserti portato via in un attimo. Per questo, ogni mattina, si presenta al Marymount, un istituto elitario, decisa ad approfittare al massimo della sua borsa di studio per diplomarsi e accedere a un college prestigioso. Ma lì deve fare anche i conti con Clay, la reginetta della scuola: popolare, intelligente, bellissima e riverita da tutti.Le due ragazze all'apparenza non potrebbero essere più diverse e si tormentano di continuo: nei corridoi, a lezione, agli allenamenti di lacrosse e ogni volta che ne hanno la possibilità. Un giorno, però, dopo l'ennesimo scontro, Liv scopre che la maschera di perfezione di Clay nasconde una miriade di segreti dai quali è irrimediabilmente attratta. E Clay, dal canto suo, non è immune al fascino della sua nemesi. Travolte da un turbine di passione irrefrenabile, Liv e Clay scoprono lati di loro stesse sconosciuti e inesplorati. E si rendono ben presto conto che essere brave ragazze è sopravvalutato…Un romanzo piccante e coinvolgente, da leggere d'un fiato.Una storia d'amore con una chimica esplosiva, sexy e affascinante."I romanzi di Penelope Douglas hanno una trama da batticuore."Corriere della Sera"Con questo libro Penelope Douglas si è superata. Amore, sfide, incomprensioni, rivalsa: c'è tutto!"Penelope DouglasÈ un'autrice bestseller di "New York Times", "USA Today" e "Wall Street Journal". Vive e insegna a Las Vegas. Oltre ai romanzi Punk 57. Insieme siamo perfetti, L'amore sbagliato. Misconduct, Birthday Girl, Io ti proteggerò. Credence, Falls Boys e Non siamo brave ragazze. Tryst Six Venom, la Newton Compton ha pubblicato la Devil's Night Series (Il mio sbaglio più grande. Corrupt, Mille ragioni per odiarti. Hideaway, L'errore che rifarei. Kill Switch, Mille ragioni per sfuggirti. Nightfall) e la Fall Away series (Mai per amore. Bully, Da quando ci sei tu. Until You, La mia meravigliosa rivincita. Rival, Non riesco a dimenticarti. Falling Away, Odiami come io ti amo. Aflame e Mai e poi mai. Next to Never).

I prigionieri della fortezza nazista. La storia vera e mai raccontata dell'uomo che impedì alle spie naziste di vincere la guerra
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Verkaik, Robert

I prigionieri della fortezza nazista. La storia vera e mai raccontata dell'uomo che impedì alle spie naziste di vincere la guerra

Newton Compton Editori, 27/02/2024

Abstract: La storia vera e mai raccontata dell'uomo che impedì alle spie naziste di vincere la guerraLa fortezza di Colditz, stando a quanto affermano i tedeschi, è inespugnabile. Il carcere più sicuro d'Europa, perfetto per rinchiudere i nemici. Ma, nel pieno della seconda guerra mondiale,la posta in gioco è ogni giorno più alta e gli ufficiali inglesi sono pronti a tutto per proteggere i loro segreti. Hanno messo a punto un piano di evasione ingegnoso e rocambolesco per salvarsi da quell'inferno senza uscita, e per metterlo in atto possono contare sull'aiuto prezioso dei due agenti più brillanti dell'MI9: il capitano Julius Green e il sergente John "Busty" Brown. Proprio quando sono pronti a entrare in azione la Gestapo, nel tentativo di ottenere informazioni preziose e arginare qualsiasi iniziativa, piazza una spia tra i detenuti. È l'infiltrato perfetto: così insospettabile da mettere a repentaglio la riuscita dell'intera missione...Una storia straordinaria e mai raccontata, che accende una luce inedita sugli sviluppi della seconda guerra mondiale.Evasioni, tradimenti e spionaggio internazionale.Il racconto dell'impresa eroica che ha permesso agli alleati di affrontare e smascherare il doppio gioco nazista."La migliore storia vera di spionaggio che abbia mai letto."John le Carré"Un racconto sorprendente con personaggi straordinari. Molte cose suoneranno nuove anche per gli appassionati del genere... Verkaik ha fatto un ottimo lavoro scavando negli archivi dei servizi segreti e portando alla luce oro narrativo..."Sunday Telegraph"Una lettura affascinante.""Ti tiene incollato fino all'ultima pagina.""Si legge come un romanzo."Robert VerkaikÈ un giornalista. Scrive per i più importanti quotidiani inglesi, tra cui "Independent", "Times", "Observer" e "Guardian". Già autore di diversi libri d'inchiesta, i suoi reportage sono stati inseriti nella lista dei vincitori del Premio Orwell e del Premio Paul Foot. Si è classificato secondo nella categoria giornalisti specializzati ai National Press Awards 2013.

Cose che avrei voluto dire ma non ho mai detto
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Murphy, Monica

Cose che avrei voluto dire ma non ho mai detto

Newton Compton Editori, 27/02/2024

Abstract: Things I Wanted To Say But Never DidSexy e spietato, Whit Lancaster è ammirato e rispettato da tutti. Il campus porta il suo nome; la scuola è il suo regno. Ogni volta che Summer incontra il suo sguardo, prova un'attrazione pericolosa. Per questo si tiene sempre a debita distanza da lui, almeno fino a quando il destino le sconvolge i piani. Una sera Whit accorre in soccorso di Summer e rimane ferito. L'istinto urla alla ragazza di andarsene senza preoccuparsi di lui, ma il buon senso prevale. E così decide di aiutarlo. Durante la notte, però, Whit sottrae a Summer qualcosa di molto prezioso: un diario con un segreto che, se rivelato, potrebbe rovinarla. È allora che Summer accetta di stringere un patto dannato: lascerà che lui faccia di lei quello che vuole, purché non riveli a nessuno quello che ha scoperto. Summer sa di essere entrata in un circolo oscuro, di essere in balia della passione. Dovrebbe scappare, ma non ci riesce. E se l'oscurità di Whit finisse per rapirle il cuore?Segreti, bugie, passione. Benvenuti alla Lancaster Prep.Una storia di mistero e seduzione, a cui è impossibile resistere."Se sei un fan dei dark romance, devi leggere questo libro. Ecco un'altra grande lettura di Monica Murphy."Siobhan Davis"Non ero pronta per tutto questo fuoco, ma mi è piaciuta ogni singola pagina. Le descrizioni mi hanno fatto infiammare."Monica MurphyÈ un'autrice bestseller di "New York Times" e "USA Today". Scrive romanzi New Adult, Young Adult e contemporanei. Con la Newton Compton ha pubblicato la Private Club Series, la Reverie Series, la One Week Girlfriend Series, la Fowler Sisters Series e i primi due titoli della Lancaster Prep Series (Un milione di baci e Cose che avrei voluto dire ma non ho mai detto). Vive in California con i tre figli e il marito.

Comunismo a Times Square
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Biaggi, Giada

Comunismo a Times Square

Feltrinelli Editore, 27/02/2024

Abstract: 2010. Ogni giorno dalle 23.57 a mezzanotte dagli oltre novantadue schermi di Times Square scompaiono le pubblicità per fare spazio a un'opera di video-arte. Quando il regista newyorkese John Sams, che "di lavoro vero" fa il pubblicitario, vede un estratto del suo documentario sul cervello di Albert Einstein proiettato su quegli schermi riesce finalmente, in quei tre minuti che gli sembrano infiniti, a pensare di poter amare nuovamente una donna dopo il trauma del suo recente divorzio.Un giorno di quasi primavera, su un aereo John s'innamora di Agata, hostess di Emirates, nonché ex attrice, trovatasi costretta a lasciare il teatro perché non poteva più permettersi di essere un'artista emergente. Agata è però in parte ancora innamorata di Walther, drammaturgo narcisista e unico dei tre a potersi permettersi di vivere della propria arte perché mantenuto dalla famiglia.Agata, Walther e John sono il ritratto lirico e tragicomico di una generazione in crisi di fronte al collasso del capitalismo sempre più in bilico tra tempeste finanziarie, emergenza climatica e il sovvertimento del rapporto tra i generi. Ambientato prevalentemente a New York (ma anche in volo tra i continenti o in quel recinto con laghetto dello Zoo di Berlino che celebra la vita e la morte dell'orso Knut) sul finire degli anni dieci, tra incursioni nella cultura pop e nella scena politica cruciale di quegli anni – l'orgasmo di Yoko Ono al MoMa e il suicidio di Alexander McQueen, la musica indie che scalava le classifiche e la vittoria alle presidenziali di Barack Obama, le tende ricoperte di neve di Occupy Wall Street e la nascita del blogging –, dialoghi caustici e una croccante satira sociale; questo romanzo visionario e insieme realista, in bilico tra le atmosfere glam di una serie tv e il portamento del romanzo filosofico, delinea in maniera inedita e sovversiva gli ultimi anni in cui l'Occidente è stato in grado di immaginarsi e inscenare il futuro, prima di essere risucchiato dai social. O forse solo da sé stesso. "Non può esistere un sinonimo della rivoluzione nel momento in cui sta accadendo. È questo a rendercela irresistibile: la violenza estrema della sua solitudine."

La regola di Nora
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ingrosso, Chiara

La regola di Nora

SEM, 27/02/2024

Abstract: Nora Lopez ha trentatré anni, un lavoro di quelli che tolgono il fiato, troppi fantasmi nella testa e un'unica regola. Fa l'inviata per una popolare trasmissione di cronaca nera, coltiva un'ossessione per il crimine violento e possiede un fiuto eccezionale con cui riesce a comprendere la psicologia di vittime e carnefici. Soprattutto quella dei carnefici. Nora, infatti, è un'assassina… almeno in teoria. E nella sua immaginazione ha ucciso migliaia di volte, perdendosi in fantasie tanto vivide da sembrare vere. Per non oltrepassare la linea d'ombra, si è data una regola: conoscere se stessa e non saltare mai gli appuntamenti con la dottoressa Q, la terapista presso cui è in cura. La vita di Nora scorre così, tra la malinconia per una relazione di coppia che si sta esaurendo e l'inquietudine che la tormenta. Poi, succede qualcosa. A Lecce, nel profondo Sudest, qualcuno ammazza due giovani fidanzati. Per la giornalista, quell'omicidio consumato nella città in cui è cresciuta, è una chiamata. Questa volta, Nora dovrà vedersela con le ombre del passato e chiudere conti lasciati troppo a lungo in sospeso. Sperimentando l'inedito intreccio di dark comedy e true crime, La regola di Nora ricostruisce uno dei casi di cronaca più inspiegabili degli ultimi anni: il duplice omicidio di Daniele De Santis ed Eleonora Manta, "colpevoli" – secondo il loro assassino – di essere troppo felici. Chiara Ingrosso lascia che l'affabulazione investa la cruda realtà dei fatti, trasfigurandoli nell'esplorazione di un dolore assoluto, di una solitudine senza confini, di una mente che ruota intorno a un unico imperativo: uccidere.

Chiamami Giulietta
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

De Marchi, Vicki

Chiamami Giulietta

Feltrinelli Editore, 27/02/2024

Abstract: Provincia di Belluno, fine degli anni trenta. Maria è una ragazzina intelligente e vivace, che ama studiare. Tutti i giorni va a scuola con la sua amica Cristina, e lungo il tragitto si divertono a inventare storie e poesie. Maria, tuttavia, proviene da una famiglia povera e il suo destino è già segnato: anche se vorrebbe continuare a studiare, dovrà andare a lavorare come domestica nelle abitazioni dei ricchi, per aiutare i genitori e i fratelli. A dodici anni inizia il suo apprendistato, di casa in casa, per imparare a stare "sotto padrone": bisogna ubbidire, chinare la testa, essere umili. Maria deve anche allontanarsi da casa e dagli amici, da quel paese di cui conosce ogni pietra e quasi ogni abitante. Comincia così a spostarsi sempre più lontano, prima a Padova, poi a Roma e infine a Milano, sullo sfondo della Seconda guerra mondiale che avanza. Una tappa dopo l'altra, Maria inizierà a maturare, a diventare indipendente e a conquistare la propria libertà.A dodici anni Maria deve lasciare la scuola per andare a fare la domestica in città.Il suo destino è segnato, ma lei non ha nessuna intenzione di accettarlo.

Franco Basaglia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Colucci, Mario - Di Vittorio, Pierangelo

Franco Basaglia

Feltrinelli Editore, 27/02/2024

Abstract: Avvicinarsi all'esperienza di Franco Basaglia non è un'impresa facile. Bisogna fare i conti con la sua irriducibile complessità. La formazione scientifica e il pathos filosofico, l'attenzione ai saperi critici e l'impegno pratico e politico formano una fitta trama che non trova immediato riscontro in una cultura caratterizzata dallo specialismo e dal pragmatismo. Tuttavia, proprio qui risiede l'interesse di trasmettere oggi Basaglia: il suo percorso, sebbene radicato nel campo specifico della psichiatria, consente di affacciarsi su un orizzonte problematico molto più variegato, e ciò lo rende uno strumento fecondo non solo per gli addetti ai lavori. Crocevia di incontri tra voci, linguaggi e saperi diversi, l'esperienza di Basaglia ha fatto sì che la follia e l'esclusione di cui soffrivano le persone internate nei manicomi cessassero di essere un affare da specialisti, per diventare un problema che riguardava tutti, personalmente e collettivamente.A distanza di oltre quarant'anni dall'approvazione della legge 180 del 1978 e dalla scomparsa del suo ispiratore, Mario Colucci e Pierangelo Di Vittorio, già autori della prima monografia su Basaglia, tornano a riflettere su di lui cercando di collegarne il lascito con la nuova ricezione sviluppatasi in Italia e nel mondo. Con una duplice funzione: da un lato farne emergere con maggior forza la dimensione "universale", dall'altro fornire una sintesi ragionata della sua risonanza teorica e pratica. L'"inattualità" di Basaglia può essere oggi una salutare scossa per continuare a costruire quell'incontro con la condizione umana della follia da lui perseguito per tutta la vita. Che cosa rappresentano oggi Franco Basaglia e la storia della deistituzionalizzazione in Italia e nel mondo? Qual è lo stato attuale della ricezione del suo pensiero e dell'esperienza di trasformazione da lui promossa? Quali riflessi evidenti o misconosciuti sono rintracciabili nella cultura critica dei nostri giorni nel campo della salute mentale e, soprattutto, al di fuori di questo?

Quali soldi fanno la felicità? Perché le donne non sono pagate abbastanza, e altre domande audaci
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Monfreda, Annalisa

Quali soldi fanno la felicità? Perché le donne non sono pagate abbastanza, e altre domande audaci

Feltrinelli Editore, 27/02/2024

Abstract: Quando decide di lasciare il lavoro dipendente, Annalisa Monfreda si avventura in una conversazione inedita con il suo estratto conto. Si accorge che per lungo tempo ha considerato il "non parlare di soldi" una qualità morale, senza mai domandarsi quali conseguenze avesse. Seguendo il filo della propria relazione incompiuta con i soldi, ne individua le radici nella sua storia familiare e in un modello socio-economico che, da una parte, monetizza il nostro valore e, dall'altra, ci educa a tacere l'argomento denaro. Attraverso i microfoni del podcast "Rame", l'autrice si fa raccontare da oltre cento persone la loro storia finanziaria più intima. Scopre che ognuna prova vergogna o senso di colpa per le scelte che ha fatto, per i soldi che ha perduto, per quelli che non riesce a guadagnare, o che possiede senza esserseli sudati. Siamo tutti soli con il nostro conto in banca, che più sparisce dai discorsi, più costituisce l'impalcatura su cui si reggono le nostre relazioni, i desideri e la speranza nel futuro. Non deve essere per forza così. L'ipotesi di fondo, la fiducia che muove la scrittura del libro, è la convinzione che possiamo cambiare la nostra relazione con i soldi, togliere loro il potere e scippargli il controllo sulla nostra vita semplicemente mettendoli al centro della conversazione. E che questa nuova relazione, oltre a renderci più felici, possa rappresentare una delle spinte più forti verso la trasformazione di un sistema economico che riteniamo inamovibile, quasi fosse una legge naturale. Ma che è solo l'ennesima storia che ci siamo raccontati.Quanto siamo condizionati dalla nostra storia familiare dei soldi?È colpa delle donne se sono più povere degli uomini?Quanto ci pagano è davvero la misura del nostro valore?Perché il modo in cui spendiamo i soldi influenza la geografia delle nostre relazioni?Possiamo essere più felici consumando meno?Sono alcune delle domande audaci che scandiscono questo piccolo saggio di contro-educazione finanziaria, che ci porta a riconoscere di quanti e quali soldi è fatta la nostra felicità e a riscrivere il nostro personalissimo modo di gestire e pianificare le finanze.

Gli impudenti
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Duras, Marguerite - Imola, Letizia - Postorino, Rosella

Gli impudenti

Feltrinelli Editore, 27/02/2024

Abstract: Mentre quasi tutte le opere di Marguerite Duras sono state tradotte in italiano, il romanzo d'esordio, Gli impudenti, ha rappresento finora una vistosa eccezione. In queste pagine si notano le avvisaglie della sua prosa audace e vitale e del suo stile inconfondibile, sapiente miscela di finzione e memoir.Jacques, il fratello maggiore di Maud, la protagonista del romanzo, rimane vedovo. La madre, madame Grand-Taneran, decide dunque di trasferirsi con i figli nella loro residenza a Uderan, nel Sud-ovest della Francia, nella speranza che possa giovare al figlio in lutto. Ma Jacques sembra avere in mente tutt'altro. Così come ha sempre fatto a Parigi, anche in campagna assume con autorità il ruolo patriarcale. Perseguita la sorella Maud, plagia il fratello Henri e manipola la madre, sempre pronta a legittimare le sue ignobili azioni. Maud assiste impotente alle angherie di Jacques che, insieme alla madre, progetta di farla sposare a un uomo che non ama per difendere i suoi meschini interessi.Il romanzo d'esordio di Marguerite Duras, finora inedito in italiano."Un libro-crisalide, pieno di sorprese."Libération

Il secondo giro di giostra. La tua ferita è il tuo superpotere
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pachy Vocal Coach

Il secondo giro di giostra. La tua ferita è il tuo superpotere

Feltrinelli Editore, 27/02/2024

Abstract: Il Festival di Sanremo si è appena concluso. Da un hotel che affaccia sul mare arrivano forti e feroci le urla di Pachy, preparatore vocale di otto dei cantanti in gara. "Ci dovevo essere io su quel palco! Io, non loro!" grida Pachy contro il suo compagno, come per dare a qualcuno la colpa della sua furia. Poi, comincia a lanciare dalla finestra cappotti, vestiti, occhiali da sole e scarpe. Gli sembra l'unica soluzione possibile: buttare giù tutto, nel tentativo disperato di non buttarsi giù lui. È sfinito. La malattia, quella che gli ha tolto la voce, colpisce e ferisce ogni centimetro del suo corpo, da anni. Fibromialgia: ha questo nome – e centinaia di sintomi – il sogno mancato di diventare un cantante. C'è un'altra finestra, però, nella storia. Quella della casa di Castellammare di Stabia in cui Pachy Scognamiglio è cresciuto. Sua madre passava così le giornate: fissando i vetri, guardando fuori. Lui era solo un bambino: l'inchino da femmina, invece che da maschio, a fine saggio. Le mani che sudano tanto da bagnare i quaderni. E la paura di crescere perché "Se io cresco, mia madre invecchia". Pachy Scognamiglio è figlio del mare, gay, mancino e napoletano: "La mia dote? Tutti gli elementi necessari per essere bullizzato come si deve, fin dal principio". Ma è anche il vocal coach più amato dalle nostre star. C'è lui dietro al successo di molti, ma dietro al suo, di successo, c'è un'esistenza spezzettata da brusche frenate e sorprendenti rinascite. La musica, sempre la musica, la visione, lo studio, l'amore presente, l'amore passato. E il dolore, soprattutto, da scavalcare con un nuovo incredibile giro di giostra. "Il primo giro lo sanno fare tutti, è il secondo che ti cambia la vita. Per sempre."