Community » Forum » Recensioni

Più forte del buio
4 1 0
Tapia, Oney

Più forte del buio

Milano : HarperCollins, 2018

Abstract: La vita è davvero imprevedibile. Quando ti sembra di avere tutto, di punto in bianco il destino bussa alla porta. E succede che nel giro di un attimo la tua vita cambia così all'improvviso da scuoterti nel profondo. È quello che è accaduto a Oney Tapia nel 2011: mentre lavorava come tree climber alla potatura di un albero, un ramo gli è caduto sugli occhi facendogli perdere per sempre la vista. All'improvviso il buio ha avvolto il suo mondo, costringendolo a fare i conti con la cecità, una condizione nuova e drammatica. Lui, che è sempre stato un uomo d'azione, atletico e instancabile, è dovuto scendere a patti con una realtà durissima e all'inizio totalmente sconosciuta. Senza vedere, fare le cose di tutti i giorni, anche quelle semplici e banali, diventa la più grande delle sfide. Ma Oney è un guerriero nato e cresciuto a Cuba, e non rimane con le mani in mano. Si butta nello sport per tirare fuori l'energia e la voglia di fare. E così ha ritrovato la gioia di essere vivo, oltre a capire la straordinaria opportunità che questo incidente - "una benedizione", come ama definirlo lui - gli ha dato: la possibilità di conoscersi meglio, di capire le sue potenzialità, di trovare un nuovo equilibrio interiore e persino di vincere l'argento per il lancio del disco alle Paralimpiadi del 2016. Perché, come dice Oney Tapia, "nella vita tutto è possibile e i limiti che incontriamo li mettiamo noi per primi". Una testimonianza per conoscere un uomo dalle mille risorse e profondamente legato alla sua terra d'origine, e per imparare a non arrendersi mai, perché ogni ostacolo è un'opportunità per scoprire chi siamo veramente.

182 Visite, 1 Messaggi

Libro autobiografico molto interessante.
Il protagonista parla della sua vita prima e dopo l'incidente sul lavoro che lo ha reso cieco.
Attraverso le sue vicissitudini possiamo imparare una grande lezione di vita: non arrendersi mai e fare di ogni ostacolo una nuova opportunità.
Non piangersi addosso dopo ogni caduta, ogni fallimento, ogni sventura che ci possa capitare può essere un primo passo per una nuova rinascita, come lo è stato per lui.
Porsi dei nuovi riferimenti, dei nuovi obiettivi, magari del tutto diversi da quelli prefissati, può aiutare a superare momenti difficili che altrimenti non sarebbe possibile affrontare.
Bello e consigliato a chi crede che la disabilità sia un ostacolo ad una vita normale e piena di soddisfazioni.

  • «
  • 1
  • »

714 Messaggi in 686 Discussioni di 166 utenti

Attualmente online: Ci sono 1 utenti online