Scopri la sezione Bergamo e provincia!

Puoi trovare moltissimi documenti, libri e materiale multimediale riguardanti:

  • Bergamo e tutta la bergamasca
  • libri scritti da autori bergamaschi
  • libri pubblicati a Bergamo e provincia
  • romanzi ambientati nella bergamasca

Utilizza i filtri per selezionare ulteriormente i documenti.

Se hai bisogno di informazioni o assistenza contattaci:

www.chiediloanoi.it 

035 0900226

Trovati 11492 documenti.

Mostra parametri
Alfa e Omega
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Alfa e Omega : Ugo Riva : [Mostra itinerante]

Bergamo : Fondazione Credito Bergamasco, 2016

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Genti, contrade e soprannomi di Valle Imagna. 4: Dalla nascita alla morte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Genti, contrade e soprannomi di Valle Imagna. 4: Dalla nascita alla morte : il ciclo della vita individuale nella dimensione rurale di un villaggio delle Orobie / [a cura di] Antonio Carminati

[Sant'Omobono Terme] : Centro studi Valle Imagna, 2024

Abstract: Dalla nascita alla morte, il ciclo della vita individuale nella dimensione rurale di un villaggio delle Orobie. L’indagine ricostruisce gli eventi principali che hanno scandito e caratterizzato dal diciannovesimo al ventesimo secolo la vita degli abitanti di Corna, il villaggio rurale situato in Alta Valle Imagna, sulla montagna prealpina occidentale delle Orobie. Le informazioni sono tratte dalle fonti fono e video-documentali acquisite dal Centro Studi Valle Imagna: trasferite in una sorta di narrazione popolare, sono in grado di fornire un affresco completo delle principali fasi dell’esistenza dei gruppi parentali. È una voce collettiva narrante ad accompagnare il lettore dentro le notizie anche minute della vita e dei pensieri delle persone, come se le centinaia di testimonianze raccolte avessero trovato una sintesi espositiva unitaria. La sequenza temporale del ciclo della vita consente di cogliere i legami intergenerazionali, le fasi di passaggio tra le diverse fasce d’età, la collocazione dei singoli individui nella comunità. Sono stati messi in evidenza, sempre in una prospettiva dinamica, comportamenti individuali, forme di controllo sociale, ma anche valori e cambiamenti di una popolazione rurale sempre alle prese con l’istinto di sopravvivenza in una realtà difficile e avara di risorse. La dimensione della vita nello spazio rurale ha sempre visto al centro la famiglia, che si esprime attraverso le relazioni sociali ed economiche dei suoi componenti, calate nelle questioni sanitarie, professionali, lavorative, religiose,… di sussistenza. La precarietà dell’esistenza è stata una costante per centinaia di migliaia di valligiani, al punto che viene spontaneo chiedersi come abbiano fatto a superare condizioni di vita estremamente difficili. La forza della fede li ha aiutati ad accettare prove altrimenti insostenibili, ma ha agito anche da coperchio al dispiegamento di forme di ribellione. Sugli istintivi atteggiamenti di protesta hanno avuto la meglio comportamenti di accettazione della realtà.

Il respiro della miniera
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Schena, Giorgio

Il respiro della miniera : 1897-1967 : vita e lavoro nei villaggi montani della Valle del Riso / di Giorgio Schena

[Sant'Omobono Terme] : Centro studi Valle Imagna, 2024

Abstract: Vita e lavoro nei villaggi montani della Valle del Riso. Dall’ultimo decennio dell’Ottocento agli anni Sessanta del secolo scorso, si dipana la storia di una famiglia la cui esistenza è segnata dalle vicende dell’Italia: la recente unificazione nazionale, la Grande guerra, l’emigrazione in America, il Fascismo, la Seconda guerra mondiale, la rinascita economica del dopoguerra. Tali vicende rappresentano solo l’imprescindibile sfondo e condizionamento della vita vissuta da un’intera comunità di minatori e di contadini che abitano una piccola valle, lontana dai luoghi del potere e delle decisioni politiche. La società così rappresentata però, anziché essere contrassegnata dalla indubbia marginalità geografica, esprime un’intensa dinamicità di relazioni, di costumi antichi che si adeguano ai tempi, di valori che contrassegnano le scelte quotidiane ed esistenziali. Nel teatro della vita si affacciano molteplici personaggi che di questa quotidianità e di questi valori sociali sono la personificazione e la sostanza culturale. Se le vicende che si susseguono, anno dopo anno, sono irrilevanti ai fini della grande Storia, si rivelano invece essenziali per comprendere la straordinaria dimensione della vita vissuta, con le speranze, le paure,i dolori e le gioie proprie di una comunità che la Storia, spesso inconsapevolmente, ha contribuito a costruire nel lavoro, nel sacrificio, nell’entusiasmo, nelle tragedie della quotidianità. Che in fondo per loro, come per ognuno di noi, rappresenta la personale, irripetibile eccezionalità. Il presente volume raccoglie, con alcune integrazioni, il racconto Andri, già pubblicato nel 2023 e oramai esaurito, necessaria premessa storica e letteraria delle vicende raccontate nella seconda parte, dal titolo Campello.

Dal Teatro sociale al Teatro Nuovo Treviglio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dal Teatro sociale al Teatro Nuovo Treviglio : la storia del teatro comunale cittadino dal 1752 ai giorni nostri / a cura di Fabio Celsi, Elisabetta Ciciliot

Bergamo : Grafica & arte, 2024

Il segno dell'uomo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Merisio, Luca

Il segno dell'uomo : Bergamo e Brescia: due città, una sola capitale della cultura = Signs of mankind : Bergamo and Brescia: two cities, one italian capital of culture / testi Paolo Aresi ; foto Luca Merisio Bamsphoto

[S.l.] : Lyasis, [2023]

Abstract: Due città, una sola Capitale Italiana della Cultura. Un fatto inconsueto. Ma la decisione è arrivata unanime dopo i mesi della pandemia, quando Bergamo e Brescia si trovarono in ginocchio, le strade deserte, le code silenziose fuori dai supermercati, le persone confinate in casa. Due città unite dalla sofferenza. Poi il cielo si è rischiarato. La comunità nazionale ha offerto loro l'opportunità di rappresentare il riferimento per la cultura del Paese in questo 2023. In questo volume, Luca Merisio ci accompagna in un viaggio tra le due province con fotografie suggestive che testimoniano la vicinanza delle due città.

Le mura nella storia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Le mura nella storia : tesori di una città-fortezza del Rinascimento : catalogo della mostra, Bergamo, Museo del Cinquecento, 1 dicembre 2023-17 marzo 2024 / a cura di Roberta Frigeni, Nicholas Fiorina

Busto Arsizio : Nomos, 2023

Abstract: Catalogo della mostra presso il Museo del Cinquecento di Bergamo. La mostra fa rivivere, in un allestimento suggestivo, la storia tra progettazione e costruzione delle Mura Veneziane di Bergamo che racchiudono Città Alta, gioiello difensivo costruito dalla Repubblica Serenissima tra il 1561 e il 1588. Cinquanta pezzi esposti tra documenti, carte, quadri, strumenti, monete, armi, manoscritti e libri a stampa. Cinquanta tesori che raccontano un secolo di storia, il Cinquecento. La cinta muraria, che si sviluppa lungo 6 chilometri e 200 metri, non avendo mai subito alcun evento bellico, è ben conservata ed oggi è l’elemento maggiormente caratteristico della città. Dal 2017 è patrimonio non solo dei bergamaschi, ma dell’intera Umanità: UNESCO ne ha riconosciuto lo straordinario valore e ha permesso a Bergamo di ospitare documenti e opere d’arte che, in alcuni casi, lasciano i propri contesti di provenienza per accedere per la prima volta alla dimensione pubblica.

Sei alpini e un fante nel vortice della seconda guerra mondiale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sei alpini e un fante nel vortice della seconda guerra mondiale / a cura di Sergio Rossi

Bergamo : Villadiseriane, 2023

Abstract: Undici ore di interviste inedite a sette reduci di Castione della Presolana, raccolte oltre trent’anni fa per scopi didattici e ora pubblicate. Quattro alpini della Tridentina raccontano la loro odissea iniziata in terra di Russia, dal fronte sul Don, alle infinite marce nella neve, nel gelo implacabile, alla disperata ricerca di un’Isba dove trovare tepore, riposarsi e sfamarsi. Un’odissea proseguita dopo l’otto settembre quando sono catturati e inviati nei lager nazisti come schiavi nell’economia di guerra tedesca. Due altri alpini, ancora troppo giovani per essere inquadrati nell’ARMIR, ricordano come anch’essi sono stati fatti prigionieri e subiscono la disumana esperienza dei lager. Il settimo reduce è un fante che trascorre cinque anni nei Balcani, dapprima sul fronte greco-albanese e poi come combattente tra le fila dei partigiani di Tito. Viene raccontata una esperienza sconvolgente e spietata. Ma è a giovani come questi, semplici soldati risparmiati dalla guerra e così miti per chi li ha conosciuti, che si deve la ricostruzione morale e materiale del nostro Paese.t/clavisng/index.php?page=Catalog.EditRecord&manifestationId=862775

Teatri minori di Bergamo nell'Ottocento
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pilon, Luigi

Teatri minori di Bergamo nell'Ottocento : l'attività teatrale fino all'avvento del cinema / di Luigi Pilon

[Sant'Omobono Terme] : Centro studi Valle Imagna ; [Bergamo] : Fondazione Legler per la storia economica e sociale di Bergamo, 2023

Abstract: Questa ricca e accattivante monografia di Luigi Pilon costituisce un contributo di estrema rilevanza agli studi sulla vita teatrale bergamasca nell’Ottocento. Ci dà uno spaccato di una Bergamo che, tramite i suoi teatri minori, offriva cultura e svago ai propri cittadini in maniera varia e significativa. L’autore raccoglie e restituisce al lettore una gran messe di informazioni, frutto di una paziente e attenta analisi delle fonti documentarie, bibliografiche e soprattutto giornalistiche. Il quadro che ne esce è vivace, stimolante, ricco di spunti. Il volume è pubblicato a cinquant’anni da un primo lavoro dello studioso sul Teatro Sociale e a quattordici anni dall’aggiornata monografia sul Teatro stesso.

Fotografie resistenti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rota, Massimo

Fotografie resistenti : immagini della 53. Brigata Garibaldi : memorie di 20 mesi di resistenza / Massimo Rota

[S. l. : s. n.], stampa 2023 (Pisogne : Tipografia Soardi)

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Donizetti e la sua Bergamo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pilon, Luigi

Donizetti e la sua Bergamo : divagazioni donizettiane di un milanese bergamaschizzato / di Luigi Pilon

[Sant'Omobono Terme] : Centro studi Valle Imagna ; [Bergamo] : Fondazione per la storia economica e sociale di Bergamo, 2023

I Paar di Parre
0 0 0
Materiale linguistico moderno

I Paar di Parre : protagonisti delle poste in Europa con i Tasso del Cornello (16.- 19. sec.) / Renata Carissoni ... [et al.]

Bergamo : Corponove, 2023

Danza con me!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bertacchi, Paolo

Danza con me! : il tempo corre... il sangue scorre / Paolo Bertacchi

Bergamo : Lubrina Bramani, 2023

Antonio Cifrondi (Clusone 1656, Brescia 1730)
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Antonio Cifrondi (Clusone 1656, Brescia 1730) : pittor fantastico : [Clusone, MAT Museo Arte Tempo, 15 aprile-3 settembre 2023] / [mostra e catalogo a cura di Enrico De Pascale e Luca Brignoli]

Bergamo : Lubrina Bramani, 2023

Cultura del tempo libero
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Associazione socio culturale Priula

Cultura del tempo libero : conferenze : anno accademico 2022-2023 / Associazione socio culturale Priula

Zogno : Associazione socio culturale Priula, 2023

Ceruti a Gandino
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ceruti a Gandino : arte, tecnica e restauro / a cura di Francesco Nezosi e Filippo Piazza

Milano : Scalpendi, 2023

Abstract: All’interno della basilica di Santa Maria Assunta a Gandino si conserva il più ampio ciclo di tele realizzato da Giacomo Ceruti (1698-1767) durante la sua prolifica attività. Un’impresa che annovera trentadue opere, talune di dimensioni imponenti, condotta a termine in un arco di tempo altrettanto esteso che va dal 1734 al 1739. Questo insieme, già noto alla critica sebbene spesso trascurato, viene ora riesaminato sotto molti punti di vista (storico-artistico e iconografico, documentario e conservativo), approdando a risultati per certi versi sorprendenti. Leggendo il libro si potrà infatti scoprire un altro Ceruti, che sveste con piena consapevolezza i panni del “pittore della realtà” per indossare quelli, inconsueti, di “pittore classicista”. Per questa e per altre ragioni il ciclo di Gandino costituisce pertanto una tappa fondamentale del suo percorso, rappresentando una vera e propria “cerniera” tra il soggiorno in Lombardia, terminato nell’estate del 1734, e il trasferimento a Venezia e poi a Padova: i dipinti realizzati tra il 1737 e il 1739 rivelano così il profilo di un maestro che tiene il passo con la lezione dei grandi veneti a lui contemporanei. I colpi di scena non si esauriscono qui: i restauri intrapresi con il sostegno di Fondazione Credito Bergamasco offrono infatti preziosi dati per indagare da vicino la tecnica artistica cerutiana, che si dimostra curata perfino nei dettagli più minuti. Come solo un grande pittore è in grado di fare.

Fonti per la storia di Villa d'Almè
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rota, Luigi - Cordoni, Margherita

Fonti per la storia di Villa d'Almè : bibliografia villese / Luigi Rota e Margherita Cordoni

[S.l.] : Ikonos, 2023

Abstract: Se sei affascinato dalla storia locale, Fonti per la Storia di Villa d'Almè. Bibliografia villese di Luigi Rota e Margherita Cordoni è ciò che stai cercando. Questo catalogo offre la prima bibliografia dedicata a Villa d'Almè, fornendo un punto di partenza essenziale per gli appassionati della ricca storia del comune bergamasco. Il libro si distingue per la sua meticolosa ricerca di fonti, da manoscritti a pubblicazioni, da archivi pubblici a quelli ecclesiastici e privati. Oltre a ciò, riviste, bollettini e giornali, spesso trascurati, rivelano notizie di notevole interesse. Il catalogo si estende anche alle informazioni fugaci presenti in fogli di circostanza, sfuggendo così all'attenzione comune. Ciascuna opera elencata è accompagnata da brevi informazioni, rendendo agevole la ricerca per chiunque voglia approfondire la conoscenza di Villa d'Almè. Questo lavoro, come ogni buona fonte storica, è concepito per essere aggiornato nel tempo, incorporando nuove pubblicazioni e ulteriori scoperte legate al comune bergamasco.

Divagazioni musicali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Maffeis, Daniele

Divagazioni musicali : cronache 1962-1966 pubblicate per 'Il Giopì', periodico quindicinale organo ufficiale del Ducato di Piazza Pontida, Bergamo / Daniele Maffeis ; a cura di William Limonta

Bergamo: Lubrina Bramani, 2023

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Scritti tra il 1962 e il 1966, i ventisette articoli pubblicati sul quindicinale ‘Giopì’, organo principale del Ducato di Piazza Pontida, sono un sincero ritratto dell’anima pura ed onesta dell’autore, nei quali mette in luce le proprie personali posizioni su diversi argomenti di cultura, musica, tradizione anche attraverso il ricordo di esperienze passate, descrivendo e commentando talvolta anche proprie opere: un grande campionario della buona e profonda personalità dello ‘Zio Daniele’, compositore con a cuore il proprio passato e la propria tradizione culturale. Una dimensione profondamente umana, che parte dal proprio passato e che attraversa il tempo, giungendo anche alla dimensione religiosa: profondamente fedele, la semplicità dell’anima di Maffeis traspare attraverso la personale visione della sacralità, vissuta attraverso i luoghi e le persone incontrate.

Una scuola per la valle
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Invernici, Angelo

Una scuola per la valle : l'Istituto Maria Consolatrice di Cepino nel novantesimo di fondazione (1933-2023) / di Angelo Invernici

[Sant'Omobono Terme] : Centro studi Valle Imagna, 2023

Abstract: Nel 1933 le suore di Maria Santissima Consolatrice furono chiamate per gestire la scuola materna di Cepino. Da allora la Congregazione ha organizzato diverse scuole e attività nell'Istituto che oggi porta il loro nome: Istituto Maria Consolatrice (IMC). Con il coraggio che nasce dalla consapevolezza di rendere un servizio alle famiglie della valle Imagna, sono stati aperti il collegio di probandato, la scuola media, la scuola elementare, la casa di riposo delle suore e, infine, l'istituto tecnico sperimentale. Numerose persone hanno sostenuto questa istituzione; innanzitutto le religiose che vi hanno lavorato e il clero della valle che le ha sostenute, quindi gli amministratori locali che hanno fatto la loro parte sul piano politico; non per ultimi, le famiglie, la popolazione della Valle Imagna e i numerosi studenti che hanno frequentato le aule dell'IMC. Oggi questa preziosa istituzione scolastica è mantenuta attiva dall'Opera Sant'Alessandro, che continua con lo stesso impegno e il medesimo spirito di servizio alla comunità.

Una storia che consola
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Trippa, Susanna

Una storia che consola / Susanna Trippa

[S.l.] : LFA Publisher, 2023

Abstract: Una storia che consola, scritto nei mesi del lockdown della strana primavera 2020, è un romanzo epistolare. Quando scoppia la pandemia in Italia, e in particolare in Lombardia, l’autrice, dalla sua casetta in collina in provincia di Bergamo, come tutti si trova ad affrontare i timori e le angosce del periodo. Ad arrivare in suo aiuto sarà un pacchetto di lettere, biglietti, cartoline e vecchie foto. Da quel momento s’immergerà nell’attenta rilettura di quel dialogo epistolare avvenuto tra i suoi genitori durante il lungo fidanzamento negli anni Trenta. Dal 1934 al 1940 – in piena epoca fascista – due giovani si conoscono, s’innamorano, immaginano e costruiscono il loro futuro.

Saluti da Martinengo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Saluti da Martinengo : un percorso affascinante tra storia e memoria nelle vecchie cartoline / dalla collezione di Giacomo Guzzi ; a cura di Stefano Cucchi, Vincenzo Mazzoleni ; con testi di Alessandro Baracchi ... [et al.]

Bergamo : Grafica & Arte, 2023