Scopri la sezione Bergamo e provincia!

Puoi trovare moltissimi documenti, libri e materiale multimediale riguardanti:

  • Bergamo e tutta la bergamasca
  • libri scritti da autori bergamaschi
  • libri pubblicati a Bergamo e provincia
  • romanzi ambientati nella bergamasca

Utilizza i filtri per selezionare ulteriormente i documenti.

Se hai bisogno di informazioni o assistenza contattaci:

www.chiediloanoi.it 

035 0900226

Trovati 10830 documenti.

Mostra parametri
Volando fra le stelle
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Carminati, Marco - Facchetti, Giambattista

Volando fra le stelle : 60. anniversario Associazione Arma Aeronautica, Sezione di Treviglio Maresciallo pilota Goffredo Crippa, medaglia d'argento al valor militare / Marco Carminati, Giambattista Facchetti

[S.l. : s.n.], 2022

Sentieri numerati CAI delle Orobie bergamasche. Settore 5.1
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pezzotta, Alessio

Sentieri numerati CAI delle Orobie bergamasche. Settore 5.1 : fascia prealpina bergamasca / [Alessio Pezzotta]

Nembro : Alpe ; con il patrocinio del Club Alpino Italiano Unione Bergamasca, 2022

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Storia di Bergamo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Visentin, Claudio - Della Valentina, Gianluigi

Storia di Bergamo : dalle origini ai giorni nostri / Claudio Visentin, Gianluigi Della Valentina

Pordenone : Biblioteca dell'immagine, 2022

Abstract: Un lungo viaggio, dalla Bergamo romana ai giorni nostri, attraversando i secoli medievali, la lunga dominazione veneziana, i francesi e gli austriaci, le battaglie per l'indipendenza, la partecipazione dei tanti volontari all'impresa di Garibaldi, per cui Bergamo è conosciuta come la Città dei Mille, fino all'età moderna; epoche che hanno dato uno specifico carattere ai bergamaschi e forma definitiva alla Città Alta con le sue imponenti mura, dal 2017 iscritte nella lista del Patrimonio dell'umanità UNESCO. E ancora lo sviluppo industriale novecentesco e le nuove sfide del mondo globale, inclusa la terribile pandemia del 2020. Una Storia di Bergamo che è quasi una rappresentazione teatrale, con un prologo, quattro atti e un epilogo. E al centro della scena i bergamaschi, le loro voci e vicende: l'operosità, l'attaccamento alla terra e alla tradizione, la solidarietà e l'arguzia... Perché, più di altre città di simili dimensioni, nella sua lunga storia Bergamo ha creato un particolare tipo d'uomo, già raffigurato nel Cinquecento nelle maschere della Commedia dell'arte e ancora ben vivo nel mondo del terzo millennio.

I bambini di Haretz
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ventrella, Rosa

I bambini di Haretz / Rosa Ventrella

Milano : Mondadori, 2022

Omnibus

Abstract: È il 1939 e siamo in una placida cittadina cecoslovacca adagiata sulle rive di un fiume. Margit e János sono cresciuti pattinando sul ghiaccio e correndo nei boschi, dipingendo con la madre e ascoltando jazz col padre. Ma il giorno in cui i tedeschi invadono Praga, la loro vita cambia per sempre. Hanno appena undici e sette anni e, come tanti bambini ebrei, sono costretti a diventare adulti da un giorno all'altro. Le parate naziste e le svastiche che compaiono sulla bottega del padre sono solo la prima avvisaglia: nel giro di qualche stagione cominciano i rastrellamenti. Prima di essere catturati, i genitori riescono a nascondere Margit e János dai vicini di casa, ma proteggere gli ebrei è 'verboten', si rischia la fucilazione, e i signori Roth sono costretti a lasciarli andare. Accade così che nel bel mezzo dell'inverno due fratellini inizino a vagare per i campi e le foreste della Boemia, e che presto scoprano di non essere i soli: altri bambini, orfani come loro, stanno attraversando l'Europa alla ricerca della salvezza. Si forma un gruppetto capitanato dal quindicenne Frantz, cuore grande e carisma da capobranco: è l'inizio di un viaggio che durerà diversi anni, durante i quali i sei ragazzini impareranno a cacciare, a fabbricarsi ripari di fortuna e a proteggersi l'un l'altro, proprio come una famiglia. Un cammino destinato a concludersi in Italia, in una grande casa sulle Alpi bergamasche, a Selvino, dove un gruppo di militanti della Brigata ebraica sta accogliendo centinaia di bambini sopravvissuti alla guerra e ai campi di sterminio, per restituire loro l'infanzia perduta e traghettarli verso la terra promessa, Haretz Israel. Con questo nuovo romanzo, Rosa Ventrella ci consegna una pagina di Storia poco nota, la vicenda dei bambini di Haretz, affidandola alla voce limpida e toccante della giovane Margit. Il risultato è una straordinaria epopea di resilienza e sacrificio, innocenza e coraggio.

L'attacco che mai avvenne
0 0 0
Materiale linguistico moderno

L'attacco che mai avvenne : Orobie 1915-18 : la linea Cadorna fra trincee, ambiente, natura, persone e fatti / [a cura di] Club Alpino Italiano, Sezione di Bergamo, Sottosezione Alta Valle Seriana e Valle di Scalve, Club Alpino Italiano, Alta Valle Brembana, Sezione di Piazza Brembana, Centro Storico Culturale Valle Brembana, Felice Riceputi

Bergamo : Corponove, 2022

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 2
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 1

Abstract: La Grande Guerra colpì duramente anche la provincia di Bergamo, con oltre 12 mila caduti e più di altrettanti feriti e invalidi. Le furono però risparmiate le tragedie dell'occupazione militare e il conseguente abbandono delle case e del lavoro. L'unica presenza concreta della guerra fu la Linea Cadorna, ideata come estremo baluardo a difesa dei passi orobici nella prospettiva di un possibile attacco alla Lombardia attraverso la Svizzera e la Valtellina. Attacco che fortunatamente mai avvenne, come sintetizza il titolo, per cui le fortificazioni rimasero inattive e da allora si sono conservate fino ai nostri giorni. Il libro ricostruisce nei dettagli la storia di queste fortificazioni, inserendola nel più ampio contesto delle connotazioni ambientali del crinale orobico. È frutto di un lavoro collettivo nel quale si sono distinti i soci del CAI e del Centro Storico Culturale Valle Brembana che, utilizzando il cospicuo materiale rinvenuto con attente ricerche in diversi archivi, confrontando testi e relazioni di varie epoche e osservando sul posto le aree in oggetto, hanno saputo delineare dettagliatamente la storia delle trincee, inquadrandola nella grande storia della Prima Guerra Mondiale e attualizzandola con la descrizione analitica della realtà geografica attuale. Come in un complesso mosaico, si alternano pagine di riferimenti storici, descrizioni, relazioni, rilievi, studi geologici e memoriali, integrati da immagini d'epoca e corredati da un ricco apparato iconografico che ambienta le opere militari nel contesto paesaggistico. Dopo una panoramica sullo stato di fatto, il libro propone una descrizione geologica dell'area interessata dalle trincee, con l'inquadramento storico generale e la descrizione delle opere militari realizzate nei vari settori, mediante la trascrizione di documenti originali, la pubblicazione dei progetti, delle mappe e delle relazioni militari dell'epoca. Entra poi nel dettaglio delle fortificazioni sul territorio bergamasco, descrivendole analiticamente e proponendo accurati rilievi geometrici di tutte le strutture esistenti. L'appendice propone testimonianze e memoriali, delineando le figure di alcuni protagonisti. Ampio l'inserto fotografico, così come gli approfondimenti storico-geografici sul contesto montano del confine italo-svizzero, sulla viabilità minore e su alcuni valichi bergamaschi. Per la ricchezza dei contenuti e per la molteplicità dei temi trattati, il libro può considerarsi una guida alla conoscenza integrale delle zone interessate dalla presenza della Linea Cadorna, che sono tra le più belle delle nostre montagne. Quest'opera - scrive Walter Belotti, presidente del Museo della Guerra Bianca in Adamello - va ad arricchire l'ampio mosaico della Grande Guerra, in particolare sul fronte lombardo, che si estendeva per 170 chilometri, dal Lago di Garda al Passo dello Stelvio, proseguendo poi fino al Varesotto con un complesso di opere militari, comunemente chiamato "Linea Cadorna", mentre il vero appellativo è OAFN (Opera Avanzata Frontiera Nord). La denominazione sottintende la paternità al generale Luigi Cadorna che però, in qualità di Capo di Stato Maggiore, dispose solo le fasi finali di questo complesso di opere fortificate permanenti, semipermanenti e campali. La costruzione iniziata nell'estate del 1915 prese maggiore impulso dopo la Strafe-expedition della primavera del 1916 sotto la direzione del tenente generale Ettore Mambretti. Nel libro si focalizza l'attenzione sul settore orobico evidenziando le peculiarità dei molteplici e imponenti lavori compiuti per la costruzione di questo rilevante sistema difensivo che doveva proteggere l'Italia da un eventuale attacco Austro-ungarico violando la neutralità della Confederazione Elvetica Portare alla conoscenza di un pubblico più vasto i manufatti sparsi sul territorio bergamasco, è certamente la strada giusta affinché tutte queste eccellenze storiche entrino a far parte di un patrimonio a disposizion...

Musei a Bergamo e provincia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Musei a Bergamo e provincia / [testi a cura dei responsabili dei musei]

Bergamo : Provincia di Bergamo ; Milano : Regione Lombardia, 2022

Mosaico trevigliese
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Carminati, Marco

Mosaico trevigliese : antologia di racconti fra il Santuario delle Lacrime e il Campanile dell'Assunta / testi Marco Carminati ; fotografie Bruno Ferri

Bergamo : Grafica & Arte, 2022

Sbirciare la bellezza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ferrari, Rosella

Sbirciare la bellezza : guida ai tesori nascosti di Bergamo / Rosella Ferrari

[Bergamo] : Cooperativa Achille Grandi, ©2022

Abstract: Sbirciare... È l'azione curiosa dei bambini, sono loro che aprono piano una porta (un'anta, un coperchio, un cassetto...) per scoprire cosa c'è dietro. E di solito trovano tesori. In questa Guida ai tesori nascosti di Bergamo lo sguardo attento alla bellezza di Rosella Ferrari ci accompagna alla scoperta di perle rare e storie meno note tra le strade di Bergamo, su e giù per la città, Alta e Bassa. Sbirciare la bellezza si può sfogliare e leggere comodamente a casa o può dare una meta alle nostre passeggiate: una visita agli splendidi affreschi della Chiesa di San Michele al Pozzo Bianco o a quelli dell'Aula Picta, un'occhiata allo sperone delle mura vicino a porta San Giacomo o ai capitelli nel portico del Palazzo della Ragione. Soffermiamoci sui particolari e scopriremo curiosi aneddoti, anche il muro esterno di Santa Maria Maggiore, nel suggestivo angolo tra via Mario Lupo e Piazza Reginaldo Giuliani, nasconde strani segni e storie dimenticate...

Resistere nella tormenta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pelliccioli, Mario

Resistere nella tormenta : cattolici e antifascismo / Mario Pelliccioli ; disegni e versi a cura di Sem Galimberti

[Bergamo] : Cooperativa Achille Grandi, 2022

Abstract: A più di settantacinque anni dal 25 Aprile 1945, Mario Pelliccioli con questa ricerca intende rompere la superficie della cosiddetta "zona grigia", attribuita per lo più ai cattolici, scavando a fondo nelle storie di un antifascismo maturato nella quotidianità del territorio bergamasco. "Resistere nella tormenta. Cattolici e antifascismo" è un libro di memorie vive, una delle urgenti risposte alla crisi dell'antifascismo e alla diffusione di un subdolo e strisciante fascismo, spesso facilitato da un limitato impegno a parlare ai giovani, dall'autoreferenzialità dei centri culturali e di ricerca o dalla scarsa propensione all'autocritica e al confronto. Mario ci accompagna nel racconto delle storie di quattro sacerdoti e quattro laici, esemplificative e significative della varietà dei comportamenti del mondo cattolico nel fronte della Resistenza a Bergamo. I ritratti scelti, da Angelo Giuseppe Roncalli a Betty Ambiveri o quello del piccolo Mario Zeduri, compongono un album di famiglia variegato e arricchito dai disegni e dagli evocativi versi a cura di Sem Galimberti.

La legge dell'Inseguitore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Paravisi, Fabio

La legge dell'Inseguitore : 22 agosto 1875: Fiera di Sant'Alessandro / Fabio Paravisi

Azzano San Paolo : Bolis, 2022

Abstract: Tornano Nino e Fendo, i due improbabili tutori dell'ordine nella Bergamo dell'Ottocento. Questa volta dovranno indagare sulle numerose morti durante la Fiera di Sant'Alessandro...

Il grande silenzio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Moro, Flavio

Il grande silenzio / di Flavio Moro

[S.l. : s.n.], 2022 (Gandino : Tipografia Radici)

Abstract: "Ogni tanto il suono delle sirene si sovrappone a quello delle campane. Il paese è piccolo e il silenzio è grande, sembra che l'ambulanza si sia fermata nel vicolo qui vicino e invece si trova nella strada principale che passa mezzo chilometro più in là..." -Fra drammi e speranze individuali, un memoir che raccoglie, da una prospettiva particolare, le vicende di un piccolo paese e quelle di un'intera valle sconvolta dalla pandemia del 2020: la Val Seriana.

Sentieri numerati CAI delle Orobie bergamasche. Settore 3 e 4
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pezzotta, Alessio

Sentieri numerati CAI delle Orobie bergamasche. Settore 3 e 4 : Valle Seriana Orientale Presolana e Valli di Scalve / [Alessio Pezzotta]

Nembro : Alpe ; con il patrocinio del Club Alpino Italiano Unione Bergamasca, 2022

Le salite delle Orobie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Serantoni, Ildo

Le salite delle Orobie / Ildo Serantoni

Azzano San Paolo : Bolis, 2022

Abstract: Il passo di San Marco e quello del Vivione; il passo di Ganda e quello della Presolana; il Colle Gallo e lo Zambla, il San Fermo e il Selvino. E poi il Culmine di San Pietro, la Roncola e l'ascesa a Foppolo, e poi tutte le altre strade che si inerpicano per la val Seriana, la val Brembana, la valle Imagna. Ildo Serantoni, decano del giornalismo sportivo bergamasco, le ha pedalate e le sa raccontare con il passo del cicloamatore e dello storico appassionato di quella inestinguibile favola che è il ciclismo. In questo libro la descrizione delle sue uscite in bicicletta per valli e passi bergamaschi si unisce alla narrazione del grande ciclismo, imprese e disavventure di Gimondi e Pesenti, di Gotti e Savoldelli, di Moser e Scarponi...

Camminare sull'Alta Via delle Grazie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Redaelli, Donatella - Maffeis, Cinzia - Rho, Roberto

Camminare sull'Alta Via delle Grazie : guida romantica / Donatella Redaelli, Cinzia Maffeis, Roberto Rho

Azzano San Paolo : Bolis, 2022

Abstract: Camminare percorrendo l'Alta Via delle Grazie, 294 chilometri lungo i sentieri della Valle Seriana e dell'Alto Sebino. Amicizia, natura, arte, silenzio, emozioni che si intrecciano in un unico racconto, Camminare lungo un sentiero per arrivare dentro di noi.

C'era una volta a Bergamo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

C'era una volta a Bergamo : la Galleria 72 : Palazzo Municipale Sala Espositiva "Virgilio Carbonari", Piazza Alebardi 1, Seriate, 10-30 aprile 2022

Seriate : ASAV, 2022

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Più buio della notte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dondossola, Paolo

Più buio della notte / Paolo Dondossola

Milano : Laurana, 2022

Abstract: Provincia di Bergamo, 2014, Giorgio Contini, stimato dentista, viene brutalmente ucciso nella propria villa a colpi di spranga. Spetta al maresciallo Damiano il difficile compito di trovare il colpevole. Sul luogo del delitto arriva anche Gianluca Testa, abile giornalista di cronaca nera il cui contributo all'indagine diventerà progressivamente sempre più decisivo. Ed è così che, mentre la scia di sangue si allunga, tra affari sporchi, prostituzione e criminalità organizzata, Damiano e testa si troveranno coinvolti in un caso dai confini imprecisi e dalle molteplici verità, dove il male è multiforme e si annida nella rispettabile insospettabilità di tranquille cittadine.

Il periplo della Valle Imagna
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Corna, Angelo

Il periplo della Valle Imagna / Angelo Corna

Villa di Serio : Edizioni Villadiseriane, 2022

I Fantoni a Crema
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rigon, Lidia

I Fantoni a Crema : presenze cittadine nelle testimonianze storiche e artistiche della Fondazione Fantoni / Lidia Rigon

Rovetta : Fondazione Fantoni, 2022

Capovolgiamo le piramidi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rossi, Matteo

Capovolgiamo le piramidi : Bergamo 2001-2021 : racconti e dialoghi per un altro mondo ancora possibile / Matteo Rossi ; prefazione di Walter Veltroni

Bergamo : Lubrina, 2022

Abstract: In queste pagine si ripercorrono i vent'anni dell'alba del nuovo millennio: gli anni zero e gli anni Dieci. Vent'anni densi di avvenimenti ed evoluzioni. Segnati da una parte dall'11 Settembre 2001 e dall'altra dalla pandemia causata dal Covid-19 tra 2020 e 2021. Questi i due estremi temporali. Due decenni complessi, difficili da leggere retrospettivamente, nel momento in cui siamo immersi. È pregio di Matteo Rossi portarci per mano in questo arco temporale con la capacità di dare chiavi di lettura e, soprattutto, di raccontare il vissuto. Una storia personale, indubbiamente, ma che si fa necessariamente collettiva. È la dimensione del collettivo, del condiviso, che caratterizza questo libro. Ci diciamo sempre, e ce lo stiamo ripetendo soprattutto dallo scoppio della pandemia, che anche le situazioni di maggiore difficoltà possono dischiudere opportunità. Che anche nei momenti peggiori dobbiamo cogliere le opportunità. E certamente la pandemia ci ha costretti a ripensarci: ripensare noi stessi e il mondo nel quale viviamo. Sbattuti in casa da un giorno all'altro, in solitudini inimmaginabili fino al giorno precedente. A contatto con un nuovo vocabolario che si è imposto sulle televisioni e sui giornali. A fare i conti con la paura di qualcosa di invisibile a occhio nudo che ha la forza di cambiare le nostre abitudini, le nostre società, le nostre vite. Che ha la forza di strapparci gli affetti più cari. Da questo turbine di morte, paura e solitudine, emerge con più forza la voglia di lasciare traccia e dare un senso alle nostre storie di vita. Provare a rintracciare i fili che ci hanno spinto alle scelte quotidiane negli anni, che ci hanno fatto incontrare persone, amare un'idea. Il racconto di Matteo Rossi nasce proprio da questa esigenza: riannodare i fili, sistematizzare una storia e riconoscere quei valori e quei principi che dimostrano come questo mondo va affrontato insieme. Non da soli. Ciascuno di noi ritroverà sé stesso leggendo il racconto di Matteo. Tramite i suoi occhi e la sua storia, c'è la storia di tantissimi italiani degli anni duemila. Ma è l'utopia che muove il mondo, che sta nell'orizzonte, parafrasando Galeano, citato anche da Matteo. Puoi camminare due passi, e l'orizzonte è sempre là. Puoi camminare ancora dieci passi, e l'orizzonte rimane laggiù. A cosa serve, dunque l'orizzonte, l'utopia? Serve a non smettere mai di camminare. (dalla prefazione di Walter Veltroni)

Don Giovanni Carrara e la sua storia ritrovata
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cantini, Aurora

Don Giovanni Carrara e la sua storia ritrovata : il mitragliamento al treno della Valle Seriana il 29 gennaio 1945 / Aurora Cantini

[Villongo] : Silele, 2022

Abstract: Pareva che il tempo fosse sospeso e che tutti noi presenti al cimitero monumentale di Bergamo fossimo i partecipanti ideali a quelle esequie che il nostro concittadino, don Giovanni Carrara attendeva da più di mezzo secolo. Così la comunità ha fatto memoria di un uomo mite e caritatevole, come apprenderete dalla lettura del testo di Aurora che ha con rigore storico ricostruito le vicende terrene del nostro santo sacerdote sottraendo all'oblio del tempo una parte importante della memoria di Amora.