Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Italia
× Data 2007
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Soggetto Storia

Trovati 611 documenti.

Mostra parametri
Io non ho paura
4 0 0
Materiale linguistico moderno

Ammaniti, Niccolò

Io non ho paura / Niccolò Ammaniti

22. ed.

Milano : Mondadori, 2007

Abstract: In questo romanzo Niccolò Ammaniti va al cuore della sua narrativa, con una storia tesa e dal ritmo serrato, un congegno a orologeria che si carica fino a una conclusione sorprendente: e mette in scena la paura stessa. Michele Amitrano, nove anni, si trova di colpo a fare i conti con un segreto cosi grande e terribile da non poterlo nemmeno raccontare. E per affrontarlo dovrà trovare la forza proprio nelle sue fantasie di bambino, mentre il lettore assiste a una doppia storia: quella vista con gli occhi di Michele e quella, tragica, che coinvolge i grandi di Acqua Traverse, misera frazione dispersa tra i campi di grano. Il risultato è un racconto potente e di assoluta felicità narrativa, dove si respirano atmosfere che vanno da Clive Barker alle Avventure di Tom Sawyer, alle Fiabe italiane di Calvino. La storia è ambientata nell'estate torrida del 1978 nella campagna di un Sud dell'Italia non identificato, ma evocato con rara forza descrittiva. In questo paesaggio dominato dal contrasto tra la luce abbagliante del sole e il buio della notte, Ammaniti alterna, a colpi di scena sapienti, la commedia, il mondo dei rapporti infantili, la lingua e la buffa saggezza dei bambini, la loro tenacia, la forza dell'amicizia e il dramma del tradimento.

Voi non sapete
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Camilleri, Andrea

Voi non sapete : gli amici, i nemici, la mafia, il mondo nei pizzini di Bernardo Provenzano / Andrea Camilleri

Milano : Mondadori, 2007

Abstract: Voi non sapete quello che state facendo. È così che Bernardo Provenzano ha accolto le forze dell'ordine al momento dell'arresto. Il segno di un ordine costruito con sotterranea implacabilità. E i pizzini, con i loro codici e sottocodici, con il tono ora criptico, ora oracolare, ora dimesso, sono l'arcaico sistema che regola una modernissima ragnatela. Nel rigoglio della sua produzione narrativa quasi mai, per esplicita scelta, Camilleri ha toccato il tema della mafia. Ma quando i pizzini di Provenzano sono stati resi pubblici è stato subito chiaro che costituivano per lui un'opportunità di riflessione imperdibile: linguisticamente anomali, antropologicamente emblematici per la concezione della religione, della famiglia, delle gerarchie dei rapporti tra le persone, sembravano fatti apposta per entrare nell'universo letterario dello scrittore. Questo libro è un dizionario che, voce per voce, svela l'alfabeto con cui il capo dei capi ha parlato alla sua organizzazione per mostrare come, sotto la superficie di parole apparentemente comuni, può celarsi la feroce banalità del male. E che i primi anticorpi che una società civile deve sviluppare contro la vischiosità mafiosa sono quelli di un linguaggio limpido, onesto e condiviso. Un libro in cui il gusto per la battuta e per il paradosso non nascondono un diffuso senso di allarme. E anche questa è una nuova nota nello stile di Camilleri: nessuna catarsi è possibile, il lettore resta inchiodato alla grottesca efferatezza del mondo.

Un diverso parlare
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Un diverso parlare : il fenomeno dei media multiculturali in Italia / a cura di Marcello Maneri e Anna Meli

Roma : Carocci, 2007

Abstract: Nei percorsi di riconoscimento dei diritti di cittadinanza agli immigrati in Italia l'informazione e i media rivestono un ruolo di particolare importanza. La crescita ormai costante dei media multiculturali testimonia il bisogno di far sentire nel panorama dell'informazione una voce che è stata troppo a lungo parlata da qualcun altro. I media m ulti cultura li nascono infatti spesso dall'insoddisfazione dei cittadini immigrati rispetto alla rappresentazione parziale, spesso distorta, che i mezzi di comunicazione di massa danno dell'immigrazione. In questo tentativo di promuovere uno sguardo decentrato, o con un centro diverso da quello dell'informazione mainstream, i media multiculturali costituiscono uno dei terreni privilegiati di elaborazione di identità in trasformazione, un canale di espressione e di partecipazione alla vita sociale e culturale italiana, un laboratorio nel quale modi diversi di fare informazione - fino a che punto diversi e con quali conseguenze è una domanda che accompagna tutto il volume - si incontrano. La ricerca ha inteso analizzare la dimensione, la crescita e soprattutto la natura di questo fenomeno. Risultato del lavoro pluriennale di un'associazione come COSPE (Cooperazione per lo sviluppo dei paesi emergenti), impegnata nella promozione dei diritti dei migranti, questo studio cerca di fare il punto su potenzialità e limiti, anche di sostenibilità, di un'esperienza che le istituzioni locali e nazionali cominciano a guardare con interesse crescente.

L'Italia e il confine orientale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cattaruzza, Marina

L'Italia e il confine orientale : 1866-2006 / Marina Cattaruzza

Bologna : Il mulino, c2007

Abstract: Nel corso della storia d'Italia il confine orientale ha sempre costituito una zona di frizione e scontro: prima luogo simbolico dove doveva compiersi l'azione risorgimentale con il raggiungimento della piena unificazione del territorio nazionale e l'affermarsi dell'Italia come grande potenza, poi confine fra mondi e ideologie negli anni della guerra fredda. A partire dalla disastrosa guerra del 1866, che nonostante le sconfitte portò il Veneto al neonato Regno d'Italia, per arrivare alla situazione attuale, l'autrice ricostruisce con puntualità la storia di questo confine contestato e conteso: lo sviluppo dell'irredentismo, l'intervento nella Grande Guerra, la sistemazione postbellica del territorio sulle ceneri dell'impero austro-ungarico (con la clamorosa protesta dell'occupazione di Fiume), l'aggressiva politica fascista, la durissima e violenta contesa con la Jugoslavia, la spartizione del territorio nel dopoguerra sancita dal trattato di pace del febbraio 1947, il ritorno di Trieste all'Italia nel 1954 dopo anni di governo alleato, da ultimo i lunghi decenni della guerra fredda. Centocinquant'anni di storia d'Italia visti dalla sua periferia più turbolenta.

Islam a scuola
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Islam a scuola : esperienze e risorse / a cura di Costanza Bargellini, Elisabetta Cicciarelli

Milano : Fondazione ISMU, stampa 2007

Famiglie migranti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Famiglie migranti : primo rapporto nazionale sui processi d'integrazione sociale delle famiglie immigrate in Italia / a cura di Marta Simoni e Gianfranco Zucca ; indagine promossa dal Patronato Acli Nazionale

Milano : F. Angeli, 2007

Abstract: Famiglie migranti è la prima edizione di un'indagine sulle famiglie immigrate in Italia, promossa dal Patronato Nazionale delle Acli. Il principale obiettivo della ricerca è tracciare un quadro generale dei processi di stabilizzazione delle famiglie straniere in Italia. Queste ultime costituiscono, infatti, un osservatorio privilegiato per comprendere il fenomeno dell'immigrazione nel nostro paese. Gli studi sui fenomeni migratori spesso si focalizzano sugli individui e su aspetti circoscritti (lavoro, devianza, fabbisogni assistenziali, ecc.). Al contrario, porre l'attenzione sulle famiglie significa ribaltare la prospettiva. Famiglie migranti si propone di analizzare le esperienze migratorie mature secondo un approccio ad ampio spettro. Infatti, l'indagine, basata su mille interviste ad un campione di famiglie immigrate, affronta vari temi: dall'esplorazione dell'interno familiare all'inserimento nel mercato del lavoro, passando per il ruolo delle reti etniche e i rapporti con l'esterno sociale. L'auspicio è che la ricerca possa contribuire a superare la prospettiva secondo la quale l'immigrazione rappresenta un fenomeno transitorio da gestire secondo la logica dell'emergenza.

Dentro la moschea
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pallavicini, Yahyâ Sergio Yahe

Dentro la moschea / Yahyâ Pallavicini

Milano : BUR, 2007

Abstract: Nell'Italia di oggi la cultura islamica riveste ormai un ruolo significativo, ma pochi la conoscono veramente. In questo libro, Yahya Pallavicini, l'imam di via Meda, a Milano, prende per mano il lettore e lo accompagna in un viaggio alla scoperta dei luoghi e dei tempi della sua religione. Gli mostra come è fatta una moschea, chi sono le donne, gli uomini e i bambini che la frequentano, come e quando si prega. Lo introduce nel cuore della sua comunità, sempre sospesa tra identità e integrazione, tra i valori della tradizione e l'ascolto del tessuto sociale, culturale e religioso che la circonda. Raccoglie i sermoni di 25 imam di prima generazione in cui si intrecciano la testimonianza pubblica e la contemplazione di Dio, i dettami di vita pratica e la profonda sapienza dei profeti.

Mal di scuola
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Imarisio, Marco

Mal di scuola / Marco Imarisio

Milano : BUR, 2007

Abstract: Per la scuola italiana sono anni difficili. Se si prende in esame soltanto l'ultimo periodo, ci si accorge di quanto ne si è letto sulle pagine sbagliate, quelle di cronaca (con una progressiva e allarmante deriva verso la nera). Le sfide aumentano e la scuola sembra perderle tutte, smarrendo insieme la propria credibilità e il poco che resta del prestigio istituzionale che dovrebbe contraddistinguerla. Gli insegnanti, identificati come gli artefici e le vittime di questo fallimento, sono impegnati a destreggiarsi tra studenti sempre più difficili da capire e coinvolgere, obblighi ministeriali spesso poco comprensibili e genitori a volte ostili. È attraverso i loro occhi e le loro storie, dense di speranze, delusioni, aspettative e frustrazioni, che Marco Imarisio, spostandosi di città in città, scuola dopo scuola, docente dopo docente, dipinge il quadro critico del sistema scolastico, e dell'Italia, di oggi.

L'ultima guerra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Piccini, Alberto

L'ultima guerra : testimonianze dalla Resistenza / Alberto Piccini

Milano : Mursia, 2007

Abstract: Uomini e donne che hanno vissuto in prima persona gli anni della Resistenza raccontano se stessi e descrivono le tappe di una vicenda irripetibile: le prime esperienze sotto il segno della dittatura, la guerra, la presa di coscienza e le scelte che influenzeranno il futuro. La decisione di schierarsi da una parte, i rischi della lotta armata e della clandestinità, la presenza incombente e micidiale del nemico, il ricordo di caduti e di martiri, la speranza di un'Italia nuova all'indomani della Liberazione e le delusioni di un dopoguerra non ancora concluso scandiscono un'opera organica e completa su una vicenda che ha segnato la storia politica e sociale del nostro Paese negli ultimi decenni. I partigiani, i combattenti di città, i membri di missioni alleate, i soldati del ricostituito Regio Esercito pongono se stessi in prima persona di fronte al giudizio della storia e raccontano tante facce della Resistenza.

La grande bugia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pansa, Giampaolo

La grande bugia / Giampaolo Pansa

[Milano] : Sperling paperback, 2007

Abstract: Continua il lungo racconto, iniziato da Pansa nel 2002 con I figli dell'Aquila e proseguito con Il sangue dei vinti e Sconosciuto 1945. Ora il racconto si conclude con La Grande Bugia. È un testo diverso dai precedenti. Anche qui il lettore troverà nuove testimonianze emerse dal mondo dei fascisti sconfitti. Ma il cuore del libro è un altro, ed è rivolto all'oggi. C'è il diario delle esperienze di Pansa come autore di ricerche sulla guerra interna. C'è la sua risposta alle stroncature più acide. E infine la ricostruzione di vicende accadute ad autori osteggiati da coloro che uno storico, pure avverso ai libri di Pansa, ha definito i Guardiani del Faro Resistenziale.

The villa in Italy
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Edmondson, Elizabeth

The villa in Italy / Elizabeth Edmondson

London : Harper Collins, 2007

Abstract: Four very different people are named in a will. Delia, an opera singer robbed of her voice by illness; George, an idealistic scientist who cannot face what his skills have created; Marjorie, desperately poor and unable to dislodge her writer's block; and Lucius, ostensibly in control but whose personal life is in chaos. All are summoned to the Villa Dante, home of the late Beatrice Malaspina. But who was she? While they wait to find out, the villa begins to work its seductive magic. With its faded frescoes, overgrown garden and magnificent mediaeval tower, it is unlike anywhere they have been before. Slowly, four characters who have gone to great lengths to hide their troubles find that change is possible after all, and even hope. But the mysterious Beatrice has a devastating secret to reveal.

Il lungo intrigo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Caruso, Alfio

Il lungo intrigo : dal 1943 a oggi : per una storia segreta d'Italia / di Alfio Caruso

Milano : Longanesi, 2007

Abstract: La storia si nutre di misteri: ma quello che per gli altri paesi è l'eccezione, in Italia sembra essere la regola. Anche l'unico chiarito nella sostanza, la strage di piazza Fontana a Milano nel dicembre 1969, lo rimane nella forma. È l'alto prezzo pagato all'essere stati per decenni una democrazia imperfetta: sede del Vaticano e con il più importante partito comunista d'Occidente. C'era la pretesa di conciliare le prerogative di uno stato libero e indipendente con l'ingombrante presenza sul territorio nazionale degli Stati Uniti. Fino alla dissoluzione del comunismo, la penisola è stata teatro della più calda delle guerre fredde. Ripercorrendo i più famosi misteri di questi sessant'anni imperfetti, dall'attentato a Mattei all'omicidio di Dalla Chiesa (eseguita dalla mafia, ma voluta da chi?); dalla morte di papa Luciani all'assassinio di Aldo Moro; dalla prima strage politica (l'esecuzione di otto carabinieri vicino a Gela nel '46) al complotto per eliminare Giovanni Paolo II; dalla necessità di chiudere la bocca a Pasolini al risiko bancario; dai titoli falsi del Tesoro americano approdati in Vaticano all'eterna deviazione dei servizi segreti, Alfio Caruso miscela vero e verosimile per raccontare questo lungo intrigo denso di compromessi, d'impunità, di complotti sin dall'inizio: sotto la tenda di Cassibile nel '43 fu firmato un armistizio deciso quattro mesi prima ad Algeri.

La parola ebreo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Loy, Rosetta

La parola ebreo / Rosetta Loy

4. ed.

Torino : Einaudi, 2007

Abstract: La parola ebreo di Rosetta Loy ci riporta al clima degli anni in cui la sua famiglia, cattolica, e una certa borghesia italiana, accettarono le leggi razziali senza avere coscienza della tragedia che si stava compiendo. L'autrice ritrova i segni misteriosi e ambigui di quella quotidianità vissuta al riparo della storia e si insinua nelle pieghe dei fatti raccontando, con l'aiuto di lettere, dichiarazioni, discorsi, i passaggi cruciali di un periodo in cui nessuno è stato capace di opporsi alla follia nazista.

Hermanitos
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hermanitos : vita e politica di strada tra i giovani latinos in Italia / a cura di Massimo Cannarella, Francesca Lagomarsino, Luca Queirolo Palmas

Verona : Ombre corte, 2007

Abstract: Un fantasma si aggira per l'Italia: il fantasma delle bande. A Genova, a Milano e in altre città, i giovani migranti latinos, spesso senza documenti e con la pelle morena, sono divenuti il capro espiatorio del panico e dell'allarme sicuritario. Di loro e per loro hanno parlato stampa, televisioni, esperti, funzionari di polizia e magistrati, riducendo così il fenomeno a una semplice questione di ordine pubblico. Il libro racconta il viaggio di un collettivo di sociologi dentro le organizzazioni della strada così le chiamano le ragazze e i ragazzi protagonisti di queste esperienze - e traccia i contorni di un mondo fatto di identità diasporiche e pratiche transnazionali, di comunità virtuali, di conflitti e rivendicazioni di rispetto, di violenze subite e di violenze agite, di solidarietà materiale e di fratellanza. Hermanitos (fratelli appunto), banditi in quanto messi al bando, ma non subalterni, anzi alla ricerca di un'affermazione di dignità collettiva nella sfera pubblica. Questa ricerca-azione ha permesso da un lato di interrompere la spirale di violenze fra i gruppi, dall'altro di rendere visibili questi territori delle culture giovanili riassegnando parola e capacità di voce ai soggetti.

Il mio giro d'Italia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Oliver, Jamie

Il mio giro d'Italia / Jamie Oliver ; fotografie di David Loftus e Chris Terry ; traduzione di Daria Restani

Milano : TEA, 2007

Abstract: Il mio giro d'Italia, con oltre 120 ricette accessibili, particolari e splendidamente illustrate, è ricco di calore, senso dell'ospitalità e passione, e riflette in pieno il credo di Jamie Oliver: Cucinare deve essere semplice, gustoso e divertente. Ed è anche un diario di viaggio unico, grazie al quale riscoprire il sapore autentico della cucina italiana, arricchito dalla creatività e dall'originalità del cuoco più cool del momento

Grande guerra,  piccoli generali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Del Boca, Lorenzo

Grande guerra, piccoli generali : una cronaca feroce della Prima guerra mondiale / Lorenzo Del Boca

Torino : UTET libreria, 2007

Abstract: Alla vigilia dello scoppio della Prima guerra mondiale, i più immorali pensavano soltanto di ricavare dei guadagni per potersi adeguatamente arricchire. Gli idealisti, invece, credevano di offrire all'Italia l'opportunità di conquistare peso e prestigio internazionale, in modo da restituirle quel ruolo che vagheggiavano ma che, dopo i fasti della Roma dei Cesari, era rimasto incartato nei libri della storia classica. Negli ultimi dieci anni, prima di quel 1914, i soldati erano cresciuti alle direttive del generale Paolo Spingardi, ottimo oratore parlamentare e del generale Alberto Pollio, ottimo scrittore. L'uno e l'altro - con tutto lo stato maggiore coltivavano il mito di Napoleone del quale leggevano con avidità biografie, recensioni, commenti strategici e valutazioni tattiche. Al momento dell'entrata in guerra, l'esercito italiano venne affidato a Luigi Cadorna che, se avesse ottenuto risultati proporzionali alla sua presunzione, avrebbe conquistato il globo terracqueo. I guai maggiori di chi combatteva per l'Italia vennero dagli stessi italiani che dimostrarono di non aver maturato alcuna idea e che, tuttavia, a quel nulla, si aggrapparono con convinzioni incrollabili. Si armarono di ordini assurdi. Pretesero di mandare le truppe all'assalto anche quando ogni logica l'avrebbe sconsigliato. Instaurarono un regime di oppressione che sarebbe risultato odioso per una qualunque dittatura. E provocarono la morte di un numero imprecisato di loro uomini.

La campagna d'Italia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Saccoman, Andrea

La campagna d'Italia / Andrea Saccoman

[Bresso] : Hobby & work, 2007

Abstract: Con la vittoria in Tunisia si aprì per gli Alleati la strada all'invasione del ventre molle dell'Europa: l'Italia. Lo sbarco in Sicilia avrebbe portato l'Italia alla resa e creato una base di partenza per le operazioni, che proseguirono nel settembre 1943 con lo sbarco a Salerno e quindi con l'inizio dell'avanzata alleata lungo lo stivale. Ma i successi degli Alleati si scontrarono con le difese tedesche, che si rafforzarono sempre di più mano a mano che il fronte procedeva verso Nord. Nel gennaio 1944 ebbe inizio la battaglia di Cassino, che si protrasse tra violenti combattimenti fino al maggio seguente. L'avanzata alleata si arrestò e la strategia tedesca sembrò vincente. Anche se la campagna in Italia era ormai passata in secondo piano, si decise di tentare un'ultima carta per sbloccare la situazione; alla fine del gennaio 1944 fu lanciata l'operazione Shingle, lo sbarco ad Anzio che, invece di portare allo sfondamento del fronte, si trasformò in un'altra sanguinosa battaglia. Gli Alleati sfondarono il fronte tedesco per entrare poi a Roma il 4 giugno, due giorni prima dello sbarco in Normandia. Questo libro descrive in dettaglio l'andamento delle operazioni e i retroscena di una delle più importanti campagne della Seconda Guerra Mondiale.

Delitto imperfetto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dalla Chiesa, Nando

Delitto imperfetto : il generale, la mafia, la società italiana / Nando dalla Chiesa

Milano : Melampo, 2007

Abstract: Delitto imperfetto venne scritto per denunciare la natura nient'affatto perfetta dell'assassinio dalla Chiesa. Venne accolto dalla più ferrea censura televisiva ma da uno straordinario successo di pubblico, trasformandosi in un prodotto collettivo del nuovo movimento antimafia e contribuendo a mettere a fuoco lo scenario nel quale si muovevano i protagonisti della vita nazionale. Ripubblicarlo oggi - arricchito di una nuova introduzione, sorta di viaggio inquieto dell'autore nella storia recente italiana - significa offrire a tutti, specie ai più giovani, uno strumento per capire meglio la società di ieri e di oggi, per scoprire che cosa è cambiato di quella Italia, al di là degli anniversari e dei francobolli commemorativi.

Falce e carrello
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Caprotti, Bernardo

Falce e carrello : le mani sulla spesa degli italiani / Bernardo Caprotti ; prefazione di Geminello Alvi

Venezia : Marsilio, 2007

Abstract: Bernardo Caprotti è l'imprenditore che ha portato all'eccellenza i supermercati in Italia. Ne ha fatto un caso di rinomanza internazionale, nel settore. A 81 anni ha deciso di rompere il suo riserbo (niente interviste, niente fotografie, poche apparizioni pubbliche, tanto lavoro) e in questo libro-denuncia racconta ciò che ha dovuto subire per mano delle Coop. Dai primi contatti con il gigante rosso della grande distribuzione fino alle polemiche degli ultimi mesi, il fondatore di Esselunga ricostruisce un confronto pluridecennale scambiato fino a poco tempo fa per normale concorrenza ma che, secondo l'autore, aveva il solo scopo di far sparire la sua azienda dal mercato.

La compagnia dei Celestini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Benni, Stefano

La compagnia dei Celestini / Stefano Benni

26. ed.

Milano : Feltrinelli, 2007