Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Italia
× Data 2007
× Nomi Foscolo, Ugo
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Soggetto Storia

Trovati 3 documenti.

Mostra parametri
Ultime lettere di Jacopo Ortis
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foscolo, Ugo

Ultime lettere di Jacopo Ortis : tratte dagli autografi / Ugo Foscolo ; introduzione e commento di Guido Davico Bonino

Milano : Mondadori, stampa 2007

Abstract: Fuggiasco da Venezia, dopo Campoformio, Jacopo si isola sui Colli Euganei. Qui conosce Teresa e se ne innamora, ma sa che questo è un amore impossibile, perché Teresa è promessa a Odoardo. Jacopo si mette in viaggio per l'Italia, senza una meta e ovunque vede la tragedia dell'oppressione straniera, né lo consolano le bellezze naturali o la saggezza del vecchio Parini, incontrato a Milano. La tragica conclusione è una denuncia al mondo di una doppia delusione.

Ultime lettere di Jacopo Ortis
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foscolo, Ugo

Ultime lettere di Jacopo Ortis / Ugo Foscolo ; introduzione di Walter Binni ; note di Lucio Felici

25. ed.

Milano : Garzanti, 2007

Abstract: Fuggiasco da Venezia, dopo Campoformio, Jacopo si isola sui Colli Euganei. Qui conosce Teresa e se ne innamora, ma sa che questo è un amore impossibile, perché Teresa è promessa a Odoardo. Jacopo si mette in viaggio per l'Italia, senza una meta e ovunque vede la tragedia dell'oppressione straniera, né lo consolano le bellezze naturali o la saggezza del vecchio Parini, incontrato a Milano. La tragica conclusione è una denuncia al mondo di una doppia delusione.

Ultime lettere di Jacopo Ortis
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foscolo, Ugo

Ultime lettere di Jacopo Ortis / Ugo Foscolo ; a cura di Giovanna Ioli

9. ed.

Torino : Einaudi, 2007

Abstract: Con le Ultime lettere di Jacopo Ortis il Foscolo si propone di offrire, in forma di romanzo, la propria esperienza più intima. Così il protagonista diventa quasi un alter ego dell'autore e nei suoi amori e nei suoi sentimenti vediamo adombrati quelli del Foscolo stesso, i suoi innamoramenti, le peregrinazioni per l'Italia contesa e tradita dagli stranieri, l'esilio del 1815 dopo la caduta del Regno Italico. Documento di una nuova sensibilità romantica, l'Ortis ebbe grande diffusione in Europa e ad esso si ispirarono in particolare coloro che combattevano la dominazione napoleonica e per le libertà nazionali.