Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Italia
× Lingue Italiano
× Soggetto Condizioni economiche e sociali
× Data 2011
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Belgio

Trovati 26 documenti.

Mostra parametri
La nostra scuola è il mondo intero
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La nostra scuola è il mondo intero : storie di migrazione e di inte(g)razione / a cura di Cristiana Vettori

Pisa : Centro Gandhi, c2011

Abstract: Il libro si articola in varie parti, la prima delle quali è dedicata alle storie di vita degli studenti del corso serale dell'Istituto Professionale G.Matteotti di Pisa, giovani adulti che provengono dal mondo intero: ben 18 sono, infatti, le nazionalità rappresentate nel libro, che non esauriscono peraltro tutte quelle presenti nella scuola e nel corso serale in particolare.Il titolo rimanda volutamente a un duplice significato: non solo la presenza nella scuola serale di culture di quattro continenti (Africa, America Latina, Asia, Europa), ma anche la vocazione a un insegnamento aperto all'orizzonte di tutti, che riecheggia l'aspirazione internazionalista e pacifista dei lavoratori e degli esuli di fine ottocento: Nostra patria è il mondo intero recita lo stornello della canzone scritta da Pietro Gori (1865-1911). E le storie raccolte dimostrano come, attraverso luoghi di accoglienza e di integrazione quale è la scuola pubblica con i corsi serali per adulti, sia possibile percorrere strade nuove di realizzazione personale e di solidarietà sociale.Le sezioni successive del libro presentano il punto di vista dei docenti del corso serale e degli operatori delle associazioni che lavorano con i migranti nel campo dell'educazione, dell'alfabetizzazione e della tutela dei diritti, con gli interventi dei rappresentanti di El Comedor Estudiantil Giordano Liva onlus, del progetto Scuola e volontariato in Toscana e di Africa Insieme.L'ultima parte infine comprende due contributi teorici di grande rilievo: il saggio di Laura Tussi, impegnata nel campo dell'intercultura e della sperimentazione didattica, e lo studio di Antonio Lombardi, educatore e mediatore dei conflitti, che mette a confronto l'Analisi Transazionale e la formazione alla nonviolenza.

Il secolo degli anziani
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Il secolo degli anziani : come cambierà l'Italia / a cura di Antonio Golini e Alessandro Rosina

Bologna : Il mulino, 2011

Abstract: L'invecchiamento della popolazione trasformerà la società in cui viviamo: un cambiamento più profondo di quanto siamo portati a credere, probabilmente più rapido della nostra capacità di metabolizzarlo e adattarci ad esso. È un processo che può essere sintetizzato con tre i: inedito, incisivo, irreversibile. Inedito, perché nuovo nella storia dell'umanità: tra gli abitanti del pianeta gli ultrasessantenni non sono mai stati più di uno su venti, entro il 2050 saranno uno su cinque. Incisivo, perché destinato ad agire marcatamente in tutti i paesi del mondo, in tutte le classi sociali, in tutte le dimensioni della vita umana. Irreversibile, perché conseguenza del fatto che si vive progressivamente più a lungo e si fanno meno figli rispetto al passato. L'Italia è uno dei paesi precursori di questo processo, per cui da noi le sue conseguenze saranno più precoci e accentuate. Che cosa dobbiamo attenderci? Ce lo dicono in questo illuminante volume demografi, sociologi, economisti.

La generazione dopo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La generazione dopo / a cura di Marzio Barbagli, Camille Schmoll

Milano : Il mulino, 2011

Abstract: L'Italia è ormai un luogo di insediamento duraturo per gli immigrati e i loro discendenti. Le seconde generazioni costituiscono infatti oltre un quinto della popolazione straniera. L'emergenza di questi nuovi soggetti pone problemi del tutto inediti per la società italiana. Nel volume sono presi in considerazione vari aspetti della vita quotidiana delle seconde generazioni. La prima parte presenta dibattiti, esperienze e direzioni di indagine sull'integrazione psico-sociale delle seconde generazioni e delle loro famiglie. La seconda parte propone un confronto tra le esperienze italiane e quelle di altri contesti. In questa sede vengono affrontati temi spesso trascurati dalla ricerca, tra cui le reti di amicizia, la religiosità, il ritardo scolastico e i rapporti familiari dei figli di immigrati.

Vite in cantiere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Perrotta, Domenico

Vite in cantiere : migrazione e lavoro dei rumeni in Italia / Domenico Perrotta

Bologna : Il mulino, 2011

Abstract: Nel nostro paese i rumeni sono più di un milione, quasi un quarto degli immigrati complessivi. Da quando sono cittadini comunitari, paradossalmente, sono oggetto di un'ostilità accresciuta, anche se la loro è in primo luogo una migrazione di lavoratori, in particolare nel settore edile. Lo mostra vividamente questa ricerca in presa diretta: interviste con immigrati rumeni nelle loro abitazioni, in centri di accoglienza, roulotte, baracche; materiali raccolti in occasione di festività religiose, matrimoni, battesimi, feste private; ma soprattutto un periodo di osservazione partecipante coperta. L'autore ha lavorato per alcuni mesi, senza svelare la propria identità, in un cantiere edile assieme a manovali rumeni e di altre nazionalità (pakistani, tunisini, italiani). Ha potuto così osservare senza filtri i rapporti (tra connazionali, con gli altri colleghi, con gli imprenditori) e l'atteggiamento dei rumeni verso il lavoro e la vita in Italia. Uno sguardo ravvicinato su un altro mondo dentro il nostro mondo.

A sud di Lampedusa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Liberti, Stefano

A sud di Lampedusa : cinque anni di viaggi sulle rotte dei migranti / Stefano Liberti

Nuova ed.

Roma : Minimum fax, 2011

Abstract: Stefano Liberti è uno dei pochissimi giornalisti italiani che da anni seguono gli aspetti meno conosciuti dei movimenti migratori dall'Africa verso l'Europa: tutto ciò che accade a sud di Lampedusa. Senza fidarsi dei luoghi comuni o lasciarsi abbindolare dai proclami sull'integrazione che verrà, ha scelto di esplorare con i propri occhi la geografia del transito tra il Sahel e il Maghreb. Ha incontrato migranti che preferiscono chiamarsi avventurieri, politici africani sudditi dei diktat europei, indiani bloccati in mezzo al deserto e piccole città sorte dal nulla: tutta fintate umanità che vive attraversando o presidiando confini. Questa nuova edizione è arricchita di un capitolo di aggiornamento che rende conto dei recenti sviluppi nei paesi del Nordafrica.

Immigrazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Caritas italiana - Fondazione Migrantes

Immigrazione : dossier statistico 2011 : 21. rapporto sull'immigrazione / Caritas e Migrantes

Roma : IDOS, stampa 2011

Italia 150 anni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Italia 150 anni : popolazione, welfare, scienza e società / a cura di Sveva Avveduto

Roma : Gangemi, 2011

Abstract: Questo volume presenta centocinquanta anni di storia d'Italia letti attraverso gli studi sulla popolazione, le analisi demografiche e del welfare, quelle di politica educativa e scientifica. Il percorso è molto vario e si dipana tra piani diversi e tappe, talora distanziate talora ravvicinate, con differente sviluppo. Gli strumenti e le chiavi di lettura utilizzati sono quelli degli autori, un gruppo di ricercatori e tecnici dell'Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali del CNR di cui Sveva Avveduto è il direttore, che si dedicano allo studio delle relazioni tra tendenze della popolazione e dello sviluppo sociale ed economico, a quello delle dinamiche sociali e delle politiche nei sistemi di welfare, all'analisi del mutamento della società collegato alla diffusione delle conoscenze e delle tecnologie dell'informazione. Il quadro che ne esce delinea uno sviluppo a più velocità avanzato e accelerato in taluni casi, lento e faticoso in talaltri, specchio delle trasformazioni del Paese.

Scurriculum
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Casicci, Paolo - Fiorillo, Alberto

Scurriculum : viaggio nell'Italia della demeritocrazia / Paolo Casicci, Alberto Fiorillo

Roma : Aliberti, 2011

Abstract: Quando Paolo Casicci e Alberto Fiorillo hanno deciso di scrivere Scurriculum. Viaggio nell'Italia della demeritocrazia hanno trovato un mucchio di storie esemplari. Storie che dimostrano in modo inequivocabile come l'attuale sistema, ignobile e suicida, mortifichi i più bravi costringendoli spesso a regalare la loro intelligenza e la loro preparazione alle università, alle aziende, ai Paesi stranieri, e premi al contrario quanti hanno in tasca la tessera giusta o il numero del deputato giusto. I quali utilizzano sistematicamente le aziende statali o comunali come sfogatoio per i trombati o premio per i fedelissimi. 0 ancora per agganciare vistose signorine dai curriculum estrosi. Quanto lo stesso errore possa infettare la società italiana, rendendola sempre più debole e incapace di stare al passo di un mondo che cambia a velocità immensamente superiore alla nostra, è dimostrato da questo libro passo dopo passo. Prefazione di Gian Antonio Stella.

Tutto quello che non sapete è vero
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Grillo, Beppe

Tutto quello che non sapete è vero / Beppe Grillo

Milano : TEA, 2011

Abstract: La verità fa male: si sa. E allora, meglio ficcare la testa sotto la sabbia? Meglio lasciarsi cullare dalla ninna nanna sedativa di stampa e tv, e scivolare in un inconsapevole stato catatonico? Beppe Grillo ha scelto di non girarsi dall'altra parte e di raccontare la realtà così come la vede, senza preoccuparsi di pestare i piedi a qualcuno. Giorno dopo giorno, ha diffuso in rete le notizie che altrove non trovano spazio, dato voce a chi aveva idee nuove da proporre, smascherato l'ipocrisia - o le plateali menzogne - di politici, manager, finanzieri, opinionisti. Questo libro raccoglie tutti gli editoriali scritti da Grillo per La Settimana, il magazine derivato dal suo biog che può essere scaricato, stampato e distribuito liberamente. Prefazione di Mina.

L'Italia minore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Belotti, Valerio - Moretti, Enrico

L'Italia minore : mappe di indicatori sulla condizione e le disuguaglianze nel benessere dei bambini e dei ragazzi / Valerio Belotti, Enrico Moretti

Firenze : Istituto degli Innocenti, c2011

Indignate
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bersani, Donatella

Indignate : è arrivato il momento di dire basta / Donatella Bersani

Roma : Newton Compton, 2011

Abstract: Bassa occupazione, discriminazione sul posto di lavoro, esclusione dai luoghi di potere della politica e dell'economia, mancata condivisione del lavoro di cura all'interno della famiglia, assenza di servizi a sostegno della maternità. E ancora, violenza fisica e psicologica e donne-oggetto, schiave di vecchie dinamiche di oppressione. Questo libro si rivolge alle migliaia di donne che continuano a mobilitarsi per i loro diritti, fornendo chiavi di lettura e spunti di riflessione per comprendere meglio le diverse sfaccettature del mondo in cui vivono. Il valore del corpo, il ruolo di madri e di mogli, le battaglie sulla procreazione assistita e la Ru486, sugli anticoncezionali, sull'aborto: indagando i diversi ambiti della vita pubblica e sociale, ma anche privata ed esistenziale, queste realtà rivelano aspetti sempre più precari e instabili. Tutto ciò nonostante i cambiamenti intercorsi nella società contemporanea e nonostante l'avanzamento in termini di diritti, uguaglianza e libertà ottenuto negli anni Settanta dai grandi movimenti di massa delle donne, dei quali, forse, ci sarebbe ancora bisogno.

Non solo badanti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dell'Oro, Grazia

Non solo badanti / Grazia Dell'Oro (a cura di) ; fotografie di Sara Munari ; prefazione di Andrea Panizza

[Dogliani] : Sensibili alle foglie, 2011

In ricchezza e in povertà
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vecchi, Giovanni

In ricchezza e in povertà : il benessere degli italiani dall'Unità a oggi / Giovanni Vecchi

Bologna : Il mulino, 2011

Abstract: Una ricerca straordinaria sulle condizioni di vita degli italiani, dal 1861 al 2011. Il libro ripercorre i 150 anni di storia unitaria documentando i successi e i ritardi con cui il progresso economico ha distribuito i propri benefici alla popolazione. Nel corso di un secolo e mezzo, un tempo breve quanto un battito di ciglia se si usa il metro della storia, il benessere degli italiani ha compiuto un balzo di dimensioni epocali: sconfitte la fame e la miseria, l'ignoranza e la malattia, gli italiani godono oggi di un benessere pari a quello di pochi altri paesi al mondo. Tuttavia non sempre e non tutti gli italiani sono riusciti a partecipare nella stessa misura alla parabola ascendente del paese. Le condizioni di vita (nutrizione, statura, salute, lavoro minorile, istruzione) si intrecciano in questa analisi alle variabili distributive, per comprendere le ragioni della straordinaria crescita del paese, della disuguaglianza distributiva e della vulnerabilità delle famiglie italiane.

Era il mio paese
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Benetazzo, Eugenio

Era il mio paese : il futuro che attende l'Italia / Eugenio Benetazzo

Milano : Baldini & Castoldi, 2011

Abstract: Il predicatore finanziario più famoso d'Italia descrive e analizza come è cambiato il nostro Paese negli ultimi venticinque anni, una mutazione dalle conseguenze decisamente critiche sia per il mondo del lavoro sia per la stabilità e la coesione sociale. Nulla viene risparmiato, dal sistema bancario al sistema scolastico, dall'immigrazione alla televisione, dalla crisi della famiglia alla nascita del precariato giovanile. L'Italia si avvia a perdere il soprannome di Bel Paese, mentre si delinea sempre di più all'orizzonte quello che molte autorevoli testate stanno profetizzando, ovvero lo scenario argentino. Il peso quasi eterno del debito pubblico, l'invecchiamento progressivo della popolazione, i conflitti razziali ancora sommersi, il rischio di default, la perdita di produttività industriale: che cosa resta di una nazione un tempo ammirata e invidiata da tutti, quale futuro attende le giovani generazioni? Un'inchiesta economica fuori dal coro che dà un contributo decisivo all'informazione indipendente.

Se potessi avere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pastorino, Diego

Se potessi avere : memorie degli italiani ai tempi della lira / a cura di Diego Pastorino ; prefazione di Pietro Clemente

Bologna : Il mulino, 2011

Anni di novità e di grandi cose
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gabrielli, Patrizia

Anni di novità e di grandi cose : il boom economico fra tradizione e cambiamento / Patrizia Gabrielli

Bologna : Il mulino, 2011

Abstract: La giovinezza, se non l'adolescenza, di un paese. Gli anni Sessanta, un decennio di cui - al di là di mitizzazioni forse improprie - ancora oggi colpisce l'energia. Da quella vera e propria banca della memoria che è l'Archivio diaristico nazionale, Patrizia Gabrielli trae, arricchita da richiami a giornali dell'epoca, una sorta di narrazione a più voci. Uomini e donne: impiegati, operai, artigiani, insegnanti, contadini, studenti, imprenditori, casalinghe, emigranti; persone diverse per età e posizione sociale, vite diverse le cui testimonianze - attinte da diari, memorie, autobiografie - si armonizzano nella intelligente cornice interpretativa dell'autrice, che al coro aggiunge la sua voce, con effetto di ulteriore immediatezza. Ne emerge un tempo in cui, dopo le tragedie della guerra, le privazioni e le difficoltà del dopoguerra, il benessere si percepiva alla portata di tutti. Un tempo, certo, di forti differenze sociali, economiche, di genere: in cui tuttavia il sentimento diffuso era quello di una possibilità ampia di futuro per chiunque. Un accattivante come eravamo, per qualche lettore; il sorprendente racconto di un'altra Italia, per chi degli anni Sessanta non abbia memorie sue. Un paese giovane e vitalissimo, in cui tanti sperarono in un futuro felice.

Passaggio d'epoca
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Barcellona, Pietro

Passaggio d'epoca : l'Italia al tempo della crisi / Pietro Barcellona

Genova [etc.] : Marietti 1820, 2011

Abstract: Il mondo sfa attraversando un cambiamento senza precedenti che, per essere fronteggiato, richiede un'analisi all'altezza della dimensione epocale. Nessuno ha il coraggio di discutere davvero della crisi, come crisi definitiva di un modello di capitalismo non più proponibile, e come crisi dell'ideologia de! godimento effimero e del vorace consumo, illimitato e alimentato artificialmente da una pubblicità asservita al mercato.Disorientamento e solitudine disperata sono i veri temi della crisi. Siamo di fronte a un mutamento antropologico: gli uomini e le donne del nostro tempo, sedotti per decenni da! miraggio dell'opulenza di massa e dal consumo senza limiti, abbandonano la speranza e la fiducia nel futuro. Ciò che accade richiede una svolta capace di incidere profondamente sugli stati d'animo: oltre l'economia, occorre cercare un ubi consistala dell'umanità che ridia un ruolo centrale allo spirito di fratellanza. Trasformare la crisi nella ricerca di un nuovo spazio umano che ridia senso al bisogno di affetti e di comunità: questo è il tema centrale di questo passaggio d'epoca.

Sparategli!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Storni, Jacopo

Sparategli! : nuovi schiavi d'Italia / Jacopo Storni

[S. l.] : Editori internazionali riuniti, 2011

Abstract: Vite invisibili dei nuovi schiavi del nostro secolo. Costretti a vivere ai margini di una società che li sfrutta senza riconoscere loro la dignità di esseri umani.Un viaggio attraverso l'Italia, dal nord al sud, dai venti xenofobi di Coccaglio ai centri di accoglienza di Lampedusa. Storie di uomini e donne, clandestini non per scelta, ma a causa di un sistema che incoraggia il lavoro nero e le condizioni precarie e che predilige punire gli sfruttati anziché gli sfruttatori.Storie di profughi in fuga dalla guerra e dalla povertà, di laureati e tecnici specializzati che potrebbero essere una risorsa e che invece vengono relegati a condizioni di vita disperate. Storie di donne-bambine ridotte in schiavitù, costrette a vendere il proprio corpo per strada, e storie di mendicanti resi storpi da uomini senza scrupoli per ispirare il massimo della pietà ai semafori dove vengono parcheggiati ogni giorno.Storie di uomini maledetti e di coloro che li rendono tali. Storie dal Terzo Mondo d'Italia.

Racconti di fabbrica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cesaro, Franco

Racconti di fabbrica : narrazioni attorno al lavoro quotidiano / Franco Cesaro, Mauro Bini

Milano : Guerini e associati, 2011

Abstract: La fabbrica è l'emblema del lavoro, di un mondo che si è radicalmente trasformato nei quarantanni raccontati in questo libro: la fabbrica è il luogo dove si fanno le cose e che, dopo la stagione felice di Volponi, Ottieri, Pratolini, Bernari, pare essere uscita dal panorama letterario italiano e dallo scenario degli interessi sociali del Paese. Salvo rientrarci con gli improvvisi sussulti referendari della Fiat e la scoperta di milioni di ore di cassa integrazione, quasi assolutamente per operai. I racconti, accompagnati da approfondimenti storici e culturali, si rivolgono a coloro che hanno lavorato nel passato, a quelli che stanno lavorando e alle persone che non lavorano o che non hanno mai lavorato ma sono interessate a comprendere il mondo in cui andranno a trascorrere gran parte della loro vita. Si narra di un mondo che apparentemente non c'è più, ma che è reale, vivo e ancora molto duro. Sono cambiati i soggetti, le loro vicende e i contesti; i problemi sono di frequente gli stessi. A differenza di opere che contengono teorie classiche, qui si raccontano storie vere desunte da realtà vissute in diversi periodi di tempo, per poi affrontare alcuni principi teorici, come alcuni argomenti tipici della psicologia del lavoro e della psicologia sociale.

Sempre più blu
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sciotto, Antonio

Sempre più blu : operai nell'Italia della grande crisi / Antonio Sciotto

Roma [etc.] : GLF editori Laterza, 2011

Abstract: La lotta di classe è finita, sostengono alcuni. Imprese e sindacati hanno opinioni diverse ma una cosa è certa: gli operai non sono scomparsi. La tuta blu non è un residuato del Novecento, ma contiene ancora oggi storie, passioni, lotte. E soprattutto persone, uomini e donne in carne e ossa. Antonio Sciotto raccoglie le loro esperienze, entra nelle fabbriche piccole e grandi e spiega cosa sta cambiando e cosa sta succedendo: i lavoratori del Duemila appaiono disincantati rispetto alla politica e ai partiti, fanno sindacato ma spesso si compattano solo quando la loro azienda sta per chiudere. In altri casi invece si dividono: la paura di perdere il posto accende la diffidenza verso gli immigrati e alimenta politiche di esclusione, soprattutto al nord e in territori leghisti. Alcuni operai si sentono soli e disperati, se perdono il lavoro arrivano a togliersi la vita, come è accaduto pure a tanti piccoli imprenditori del Nord-Est. Altri scatenano la fantasia, e mettono in campo nuovi tipi di protesta, come all'lnnse e sull'Asinara: si arrampicano su una gru o si autorecludono su un'isola per attirare i mezzi di informazione. Ma ci sono anche operai che sognano un futuro diverso, addirittura senza la loro fabbrica: accade a Taranto, dove la città è avvelenata da una enorme acciaieria e gli abitanti si interrogano sulla possibilità di un diverso modello di sviluppo.