Includi: tutti i seguenti filtri
× Genere Saggi
× Data 2010

Trovati 9903 documenti.

Mostra parametri
Parchi e CAI
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Parchi e CAI : oltre le convenzioni : atti Corso nazionale aggiornamento TAM, 2009-2. : Pietracamela-Prati di Tivo (CE), 25-26-27 settembre 2009, Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, CAI Abruzzo, Federparchi

Milano : Club alpino italiano, Commissione centrale per la tutela dell'ambiente montano, 2010

Lavorare con gli utenti musulmani
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ashencaen Crabtree, Sara - Husain, Fatima - Spalek, Basia

Lavorare con gli utenti musulmani : manuale per gli operatori dei servizi sociali e sanitari / Sara Ashencaen Crabtree, Fatima Husain e Basia Spalek

Trento : Erickson, 2010

Abstract: In tutti i paesi occidentali, chi lavora nei servizi sociali e sanitari, nella scuola, nel volontariato... si trova sempre più a confrontarsi con persone di religione e cultura diverse. In particolare, una comunità in sempre maggiore espansione è quella musulmana. Lavorare con persone di religione diversa rende necessario conoscere la cultura dell'altro, i principi e i valori che la sorreggono e come essi vengono declinati nella vita quotidiana delle persone. Questo libro mira ad aiutare gli operatori sociali (ma, di fatto, non solo loro) a comprendere i principi della cultura islamica e a capire come essi influenzino la vita delle comunità e la pratica del lavoro sociale. Il volume aiuta a contestualizzare l'eredità storica dell'Islàm e a esaminare la differenza tra i precetti religiosi, riconosciuti universalmente, e le pratiche tradizionali, che invece si differenziano in base ai contesti locali. Esso affronta le principali aree di intervento degli operatori sociali: il benessere delle famiglie, la salute, la rieducazione, proponendo efficaci esempi provenienti dall'esperienza delle autrici. Rivolto soprattutto agli operatori sociali e sanitari, il volume si dimostra utile anche per tutti coloro (insegnanti, volontari...) che si trovano a lavorare con persone musulmane e che desiderano informazioni ed elementi di riflessione per il loro intervento.

Domenicani a Bergamo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Domenicani : Convento dei Santi Bartolomeo e Stefano <Bergamo>

Domenicani a Bergamo / Comunità dei frati predicatori, San Bartolomeo, Bergamo

Seriate : Kolbe, 2010

Identità e paura
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Guolo, Renzo

Identità e paura : gli italiani e l'immigrazione / Renzo Guolo

Udine : Forum, c2010

Abstract: L'impatto della globalizzazione emerge chiaramente nella rapida trasformazione che investe la dimensione locale: una delle caratteristiche del mutamento in corso è, infatti, la vorticosa relazione tra flussi e luoghi. Gli immigrati, troppi e così diversi, appaiono agli autoctoni espressione di una palese violazione di antichi confini, territoriali e simbolici, e sollevano ancestrali paure: un senso di frustrazione collettiva che, in assenza di strumenti cognitivi certi per orientarsi, si riversa contro il nemico più prossimo e più debole che assume i tratti della vittima sacrificabile. Da qui il tentativo di ricostruire una comunità impossibile, purificata da presenze estrane. Discutere e riconoscere il carattere strutturale del processo ­ senza ingenue fascinazioni o ideologie difese ­ significa favorire l'adozione di un modello d'integrazione mirato a garantire coesione in presenza di differenti culture, nel medesimo spazio sociale.

Asilo/esilio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Asilo/esilio : donne migranti e richiedenti asilo in Sicilia : studi e storie / a cura di Clelia Bartoli ; con testi di Zenaida Boaventura ... [et al.]

Palermo : Duepunti, 2010

Con i nuovi vicini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Con i nuovi vicini : il servizio sociale e le famiglie immigrate / a cura di Lluis Frances Peris Cancio

Roma : Sinnos, 2012

Abstract: Questo volume è stato pensato e realizzato all'interno del progetto simili, volto a favorire l'integrazione dei cittadini extracomunitari.simili è una parola che da una parte rende subito evidente come i destìnatari del progetto siano persone a noi molto vicine, dall'altra è un acronimo che sta per Sistema Inter Municipale di Integrazione Locale per la famiglia Immigrata, estrema sintesi dei contenuti del progetto stesso.

A Lampedusa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sanfilippo, Fabio - Scialoja, Alice

A Lampedusa : affari, malaffari, rivolta e sconfitta dell'isola che voleva diventare la porta d'Europa / Fabio Sanfilippo, Alice Scialoja ; prefazione di Andrea Vianello ; introduzione di Carlo Bonini

Castel Gandolfo : Infinito, 2010

Abstract: Lampedusa non è, e non è stata, solo l'epicentro degli sbarchi irregolari ma è il simbolo di un'Italia furba seppure dal cuore grande. Nel 2008 sono sbarcati a Lampedusa circa 31.000 migranti. Da maggio 2009, il centro di soccorso e prima accoglienza è vuoto. I barconi non arrivano più. Ma il malaffare è sempre lì, dietro l'angolo. Fabio Sanfilippo e Alice Scialoja raccontano l'isola più discussa del Mediterraneo conducendo un'appassionante inchiesta giornalistica e dando voce a chi di questa terra ha contribuito a tracciare la cronaca saliente di questi ultimi anni: dalla senatrice leghista Angela Maraventano, vicesindaco di Lampedusa e Linosa, ai rappresentanti delle organizzazioni che hanno operato sul posto (Msf, Unhcr, Legambiente etc.) Dal viceparroco tanzanese ai tanti Mourad che vengono dal Marocco o da altri Paesi africani. Dal prefetto Mario Morcone ad Adelina l'ostetrica che a Lampedusa ha fatto nascere tutti. O quasi.

Per un'integrazione possibile
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Per un'integrazione possibile : periferie urbane e processi migratori / a cura di Vincenzo Cesareo e Rita Bichi

Milano : F. Angeli, 2010

Abstract: Disagio sociale, abitativo e scolastico, insicurezza e degrado urbano, problemi culturali e comunicativi, carenza di politiche sociali per le aree a rischio. Sono questi gli aspetti maggiormente rilevanti emersi dalla ricerca Processi migratori e integrazione nelle periferie urbane - promossa dal Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione del Ministero dell'Interno italiano - i cui risultati sono qui presentati. L'indagine ha preso in esame sei territori in quattro differenti realtà metropolitane e cittadine ad alta densità di presenza di stranieri: Roma (Municipio 6, Torpignattara e Municipio XV, Trullo), Milano (zona 2 e zona 7), Acerra (provincia di Napoli) e Chieri (provincia di Torino). La ricerca ha preso le mosse dalla raccolta e dall'analisi di testimonianze di esperti e studiosi di differenti discipline: dalla sociologia alla demografia, dalla giurisprudenza alla psicologia, dalla statistica alla criminologia. Sulla scorta dei riscontri empirici, frutto di un approfondito studio sul campo nei territori studiati, emergono e vengono illustrate molteplici proposte di intervento atte a favorire i processi di integrazione tra la popolazione italiana e le popolazioni provenienti dai Paesi ad alta pressione migratoria: dalle misure a sostegno della famiglia e dei minori a quelle relative alla sicurezza urbana, dalle azioni a favore della partecipazione sociale alle strategie di riqualificazione territoriale.

Per un'integrazione possibile
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Per un'integrazione possibile : processi migratori in sei aree urbane / Paolo Parra Saiani ... [et al.]

Milano : F. Angeli, 2010

Abstract: Disagio sociale, abitativo e scolastico, insicurezza e degrado urbano, problemi culturali e comunicativi, carenza di politiche sociali per le aree a rischio. Ma anche convivenza, integrazione - o voglia di integrarsi -, reciproca stima. O, spesso, indifferenza. Sono questi gli aspetti più rilevanti emersi dalla ricerca Processi migratori e integrazione nelle periferie urbane promossa dal Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione del Ministero dell'Interno italiano e coordinata dall'Università Cattolica di Milano. Il volume riporta i casi di studio condotti in sei diversi territori di quattro realtà metropolitane e cittadine: Roma (Municipio 6, Torpignattara e Municipio XV, Trullo), Milano (zona 2 e zona 7), Acerra (provincia di Napoli) e Chieri (provincia di Torino). Gli ambiti territoriali selezionati sono dei veri e propri laboratori di intervento sociale nei quali elaborare buone pratiche di integrazione e di sicurezza urbana. Solo attraverso l'approfondita conoscenza dei meccanismi che agiscono a livello locale sarà possibile intervenire per prevenire e contrastare le dinamiche di produzione del disagio sociale.

I reduci raccontano
0 0 0
Materiale linguistico moderno

I reduci raccontano : storie di alpini bergamaschi / a cura di Luigi Furia

Milano : Mursia, 2010

Abstract: Le testimonianze di reduci alpini bergamaschi che hanno vissuto in prima persona i tragici avvenimenti della Seconda guerra mondiale prima sballottati da un fronte all'altro: Africa, Francia, Albania, Grecia, Jugoslavia, Russia e poi rinchiusi nei campi di prigionia in Germania, nell'Unione Sovietica e persino in Sud Africa e in Australia. Pagine ricche di umanità che testimoniano come i soldati italiani si comportarono sempre con onore: c'era da salvaguardare la dignità della nazione, c'erano il dovere da compiere, sempre e ovunque, la solidarietà con i commilitoni da non tradire, l'ubbidienza ai superiori, la propria coscienza. Un vero concentrato di valori umani messi quotidianamente a dura prova che ha fatto grandi questi uomini.

Viva l'Italia!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cazzullo, Aldo

Viva l'Italia! : Risorgimento e Resistenza : perché dobbiamo essere orgogliosi della nostra nazione / Aldo Cazzullo

Milano : Mondadori, 2010

Abstract: La Resistenza non è di moda. È considerata una cosa di sinistra. Si dimentica il sangue dei sacerdoti come don Ferrante Bagiardi, che volle morire con i parrocchiani dicendo vi accompagno io davanti al Signore, e dei militari come il colonnello Montezemolo, cui i nazifascisti cavarono i denti e le unghie, non i nomi dei compagni. Si dimentica che i partigiani non furono tutti sanguinari vendicatori ma anzi vennero braccati, torturati, impiccati ed esposti per terrorizzare i civili; e che i vinti, i ragazzi di Salò, per venti mesi ebbero il coltello dalla parte del manico, e lo usarono. Neppure il Risorgimento è di moda. Lo si considera una cosa da liberali. Si dimentica che nel 1848 insorse l'Italia intera. Oggi è l'ora della Lega e dei neoborbonici. L'Italia la si vorrebbe divisa o ridotta a Belpaese: non una nazione, ma un posto in cui non si vive poi così male. Invece l'Italia è una cosa seria. È molto più antica di 150 anni; è nata nei versi di Dante e Petrarca, nella pittura di Piero della Francesca e di Tiziano. Ed è diventata una nazione grazie a eroi spesso dimenticati. Aldo Cazzullo ne racconta la storia. Respinge l'idea leghista e la retorica del Belpaese. Prefigura la nascita di un partito della nazione. E avanza un'ipotesi: che in fondo gli italiani siano intimamente legati all'Italia più di quanto loro stessi pensino. Prefazione di Francesco De Gregori.

La frontiera addosso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rastello, Luca

La frontiera addosso : così si deportano i diritti umani / Luca Rastello

Roma [etc.] : GLF editori Laterza, 2010

Abstract: Un libro coraggioso e provocatorio sulle violazioni dei diritti a danno di migliaia di migranti, storie di donne e uomini respinti da un continente intero. Donne e uomini a cui si nega accoglienza, su cui si spara alle frontiere d'Europa, donne e uomini rimpatriati in base ad accordi bilaterali poco trasparenti e spesso riconsegnati alle tragedie e ai carnefici a cui tentavano di sfuggire, donne e uomini a cui viene rifiutato lo status di rifugiati o anche solo la possibilità di avere un lavoro e una casa. Donne e uomini le cui vite dannate segnano la fine ingloriosa di una civiltà giuridica, quella delineata nei trattati internazionali, come la Convenzione di Ginevra o la Carta dei Diritti dell'Uomo, con cui il nostro mondo tentava di darsi un profilo migliore dopo le guerre mondiali. Insieme, in queste pagine, troveremo i dati del primo rapporto complessivo sul tema del diritto d'asilo in Europa commissionato da Caritas e Fondazione Migrantes, i dati delle istituzioni internazionali e delle organizzazioni non governative, l'operato dell'agenzia Frontex, le fonti del diritto internazionale, un glossario, un vademecum di buone pratiche, un vero e proprio manuale per ottenere il rifugio politico o per dare aiuto a chi richiede asilo e una rassegna degli accordi bilaterali tra gli Stati per la riammissione dei migranti.

Parlare scrivere comunicare meglio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tresoldi, Roberto

Parlare scrivere comunicare meglio : la grammatica, il lessico e la sintassi : con esempi e consigli per scrivere e parlare correttamente / Roberto Tresoldi

Firenze : Giunti, 2010

Abstract: Un prontuario linguistico per esprimersi in modo fluente, chiaro, efficace. Spiegate e corredate da esempi di ogni genere, tutte le norme per usare nel modo migliore la lingua italiana parlata e scritta, evitare gli errori, risolvere i dubbi. Con tabelle dei verbi irregolari e difettivi e schemi di rapida consultazione, capitoli di riflessione e approfondimento, esercitazioni e percorsi di scrittura per tenere l'italiano 'vivo' e sempre all'altezza delle esigenze quotidiane, scolastiche e professionali.

Novelas ejemplares
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Barberá Quiles, Margarita

Novelas ejemplares / Miguel de Cervantes ; adaptaciòn didáctica y actividades por Margarita Barberá Quiles ; ilustraciones de Libero Gozzini

Génova : Cideb, 2010

Il ponte di Klisura
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Panetta, Rinaldo

Il ponte di Klisura : i carristi italiani in Albania, 1940-1941 / Rinaldo Panetta

Milano : Mursia, stampa 2010

Abstract: Rinaldo Panetta, comandante di un reparto delle forze corazzate in Albania nel 1940-41, narra le drammatiche esperienze dei carristi italiani costretti ad affrontare le artiglierie avversarie che li aspettavano dovunque con i pezzi puntati. Nel settore di Klisura si verificano violenti combattimenti sotto un diluvio di cannonate, l'arrampicata degli M. 13/40 tra centinaia di cadaveri su quota 731 e l'avvampare dei carri incendiati sul Prrhoni That in un'imboscata mortale.

Aver cura del conflitto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tarsia, Tiziana

Aver cura del conflitto : migrazioni e professionalita sociali oltre i confini del welfare / Tiziana Tarsia

Milano : F. Angeli, 2010

Abstract: Come cambiano le nostre società di fronte ai fenomeni migratori? Questo libro sceglie il mondo del servizio sociale come ambito d'osservazione e il conflitto come categoria interpretativa. Le storie personali dei migranti e dei professionisti del lavoro di cura si intrecciano su uno scenario in evoluzione, tale da mettere continuamente in discussione quanto ciascuno ritiene acquisito sulla propria identità. L'approccio narrativo del testo si sviluppa attraverso una presentazione delle ipotesi di ricerca, che ne illustra i fondamenti teorici con alcuni esempi concreti tratti soprattutto da esperienze di formazione sulla gestione del conflitto in ambito interculturale. Il libro lascia poi spazio al racconto degli assistenti sociali che operano in alcuni servizi pubblici della provincia di Reggio Calabria, una periferia dell'Italia meridionale in cui i termini migrazione e conflitto assumono significati particolari. Le voci degli operatori offrono nuovi punti di vista sul difficile adattamento ai nuovi fenomeni delle politiche sociali e dei dispositivi di accoglienza, ma anche sulla fatica di gestire in proprio la dimensione più importante, quella della relazione personale con gli utenti.

Simboli e pratiche religiose nell'Italia multiculturale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Simboli e pratiche religiose nell'Italia multiculturale : quale riconoscimento per i migranti? / a cura di Antonello De Oto ; prefazione Walter Citti

Roma : Ediesse, 2010

Abstract: Il datore di lavoro può proibire ad un'impiegata di fede islamica di indossare il velo nell'ambiente lavorativo? Può un ente locale tramite ordinanza imporre obbligatoriamente l'esposizione di un simbolo religioso nei suoi locali? Fino a che punto i lavoratori appartenenti a fedi minoritarie nel paese possono rivendicare orari di lavoro compatibili con le proprie esigenze di culto e festività religiose? Quali sono i precetti dell'Islam e quali le richieste che i suoi fedeli pongono alla società italiana? Quale modello di società e di relazione tra cittadini e migranti stiamo costruendo in Italia e in Europa? Come reagire giuridicamente alle discriminazioni per motivi religiosi? Sono queste solo alcune delle molte domande che con sempre maggiore frequenza emergono a fronte della trasformazione della società italiana in senso multiculturale e multireligioso. I saggi raccolti nel volume affrontano in maniera interdisciplinare questa complessa sfida posta al mondo del lavoro e alla società italiana nel suo divenire. Con la prefazione di Walter Citti.

Ritrovarsi altrove
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ambrosini, Maurizio - Bonizzoni, Paola - Caneva, Elena

Ritrovarsi altrove : famiglie ricongiunte e adolescenti di origine immigrata : rapporto 2009 / di Maurizio Ambrosini, Paola Bonizzoni, Elena Caneva

Milano : Fondazione ISMU, c2010

Leggere poesia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Leggere poesia : 50 proposte didattiche per la scuola primaria / Erminia Ardissino (a cura di) ; prefazione di Rocco Quaglia

Trento : Erickson, 2010

Abstract: Perché e come proporre poesia nella scuola primaria, fin dalle prime classi? Dopo una riflessione teorica sul valore della poesia e sulle ragioni per cui è necessaria nell'educazione dell'infanzia, il volume approfondisce la natura del linguaggio poetico in quegli aspetti che sono più utili per l'insegnamento. Cuore della parte operativa sono cinquanta proposte didattiche, tutte su grandi poeti italiani a noi prossimi. Accanto a Ungaretti, Saba, Quasimodo e Montale, vengono presentati poeti come Caproni, Giudici, Bertolucci, Lamarque, Sanguineti, Merini, senza dimenticare Leopardi, Carducci, Pascoli, D'Annunzio, che vengono rivisitati in modo adatto ai bambini di oggi. Non si tratta di un percorso sistematico di educazione poetica, ma di un avvicinamento del bambino alla poesia in modo che possa amarla e trarne beneficio. La poesia diventa il mezzo per un'educazione della persona, per un incremento delle capacità di comprensione degli altri e delle potenzialità espressive, uno strumento per arricchire il lessico e favorire il dialogo ascoltando la propria interiorità. Si coltiva così la creatività, che nasce dal guardare il mondo con uno sguardo personale, non incanalato su schemi predeterminati, si educa a credere in se stessi e a conservare l'ingenuità e la forza immaginifica dell'infanzia.

Formazione come integrazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Besozzi, Elena - Colombo, Maddalena - Santagati, Maiagrazia

Formazione come integrazione : strumenti per osservare e capire i contesti educativi multietnici : rapporto 2009 / di Elena Besozzi, Maddalena Colombo, Mariagrazia Santagati

Milano : Fondazione Ismu, 2010