Includi: tutti i seguenti filtri
× Genere Saggi
× Data 2003
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Lingue Portoghese
× Data 2009
× Nomi Jackson, Maud

Trovati 10025 documenti.

Mostra parametri
Gli Ittiti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Brandau, Birgit - Schickert, Hartmut

Gli Ittiti : il misterioso popolo dai mille dèi / Birgit Brandau, Hartmut Schickert

Roma : Newton & Compton, 2003

Abstract: Tra il 1700 e il 1200 a.C. gli Ittiti furono a capo di un grande regno in quella che è oggi l'Anatolia centrale. Essi costituiscono la civiltà più affascinante dell'età del bronzo. Si deve infatti agli Ittiti la prima costituzione scritta della Storia. Ma non solo: avevano una concezione della condizione femminile basata sull'uguaglianza tra uomini e donne, un'idea della giustizia basata sull'indennizzo del danno piuttosto che sulla brutale punizione della colpa, una religione di Stato tollerante, aperta a tutte le divinità. Una civiltà quindi, quella degli Ittiti, che potremmo senza dubbio definire moderna, più moderna in ogni caso dell'Egitto dei faraoni. Perché allora gli Ittiti sono improvvisamente scomparsi dalla storia del mondo antico? Birgit Brandau e Hartmut Schickert raccontano, basandosi sulle più recenti conoscenze archeologiche, la storia di questo popolo stupefacente, cercando di dare una risposta alle molte domande che ancora oggi rimangono aperte: gli Ittiti parteciparono alla guerra di Troia? Perché il loro impero scomparve quando era all'apice della potenza? Perché la loro capitale, Hattusa, fu spazzata via? Ne risulta un panorama affascinante dell'antico Oriente e la storia di uno dei popoli più misteriosi del mondo.

Immigrati
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lonni, Ada

Immigrati / Ada Lonni

[Milano] : B. Mondadori, 2003

Abstract: Chi sono gli immigrati? Da dove vengono? Perché sono approdati sulle nostre coste, nelle nostre città? Cosa si aspettano da noi e noi da loro? Qual è il loro ruolo nella nostra economia, nella nostra cultura, nella nostra società? Un mondo, che a un primo approccio ci appare diverso ma confusamente omogeneo, si delinea gradualmente nelle sue caratteristiche e nella sua specificità.L'immigrazione è trattata in questo volume non come fonte di problemi e di paure, bensì come risorsa culturale ed economica, anticipatrice di cambiamenti che hanno il loro apogeo nel XXI secolo, il secolo della mobilità per eccellenza.

Emigranti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gabaccia, Donna R.

Emigranti : le diaspore degli italiani dal Medioevo a oggi / Donna R. Gabaccia

Torino : G. Einaudi, 2003

Abstract: Docente di storia americana presso l'Università del North Carolina e studiosa dell'emigrazione, Donna R. Gabaccia esamina la storia d'Italia, dal Medioevo in poi, ed evidenzia come essa si manifesti come una complessa e globale rete di catene migratorie, un esodo ininterrotto, e spesso temporaneo, fatto di frequenti partenze e altrettanto frequenti rimpatri. Mercanti e missionari nel Medioevo, pittori, architetti e musicisti in epoca rinascimentale, commessi viaggiatori all'inizio dell'Ottocento, patrioti in esilio in età risorgimentale, lavoratori non specializzati all'alba del nuovo secolo, antifascisti e operai durante il secondo conflitto mondiale, gli italiani hanno fatto del transnazionalismo una dimensione di vita.

Il complesso carsico di Dossena (Bg)
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Club alpino italiano : Sezione di Calco - Gruppo speleologico Valle Imagna

Il complesso carsico di Dossena (Bg) / Gruppo speleologico Valle Imagna S.S.I.-C.A.I. Sezione di Calco (Lc)

[S. l. : s. n.], 2003

Amori crudeli
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tani, Cinzia

Amori crudeli : quando si uccide chi si ama / Cinzia Tani

Milano : Mondadori, 2003

Abstract: Che cosa spinge un amante a trasformarsi in assassino dell'essere amato? E perché chi ama decide, uccidendo, di privarsi per sempre dell'oggetto d'amore? Con Amori crudeli Cinzia Tani, già autrice di Assassine, Coppie assassine, Nero di Londra. Venti storie di sangue, amore e mistero, cerca di dare risposta a questi interrogativi attraverso sette storie di cronaca accadute in sette diversi Paesi del mondo nel corso del Novecento. Passo dopo passo l'autrice ripercorre le tappe che hanno scandito ogni vicenda dal suo esordio, fatto spesso di gioia e incontenibile sensualità, fino alla tragica conclusione, la morte violenta.

Un'immigrazione normale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Un'immigrazione normale / a cura di Giuseppe Sciortino, Asher Colombo

Bologna : Il mulino, 2003

Abstract: Dal mercato del lavoro alla vita domestica, dai servizi sociali agli spazi urbani: molti aspetti della vita sociale ed economica italiana sono caratterizzati dalla presenza degli immigrati. Eppure, di immigrazione si continua a parlare in termini emergenziali, quasi si trattasse di una novità imprevista e straordinaria. Più utile sarebbe, invece, confrontarsi con i risultati di ricerche affidabili. I saggi qui pubblicati affrontano una serie di temi spesso trascurati - le dinamiche residenziali, i conflitti e i cambiamenti culturali attivati dall'immigrazione, gli spazi commerciali transnazionali, i processi di integrazione - approfondendoli sulla base di ricerche empiriche condotte con metodi rigorosi.

Migranti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Camarca, Claudio

Migranti : verso una terra chiamata Italia / Claudio Camarca

Milano : Rizzoli, 2003

Abstract: Ogni giorno, centinaia di persone cercano di entrare in Italia, la loro Terra promessa. Alcuni muoiono in mare, altri finiscono nei campi profughi, altri incominciano una vita da clandestini, fatta di furti, accattonaggio, prostituzione, ma anche di lavoro nero, precario, sottopagato, durissimo. Sono tutti migranti, uomini, donne e bambini che hanno lasciato la loro patria spinti dalle guerre fratricide, dalle pulizie etniche, dai fondamentalismi religiosi, dalle epidemie, dalla fame, dalla speranza di una vita dignitosa. Ognuno di loro ha una storia da raccontare.

Franco Dotti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Franco Dotti : antologica 1945-2003 : Seriate, Palazzo municipale, sala espositiva Virgilio Carbonari, 13 aprile-3 maggio 2003

Seriate : Città di Seriate, Assessorato alla cultura : A.S.A.V., Associazione seriatese arti visive, 2002

Fratellastri d'Italia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giustiniani, Corrado

Fratellastri d'Italia : vite di stranieri tra noi / Corrado Giustiniani

Roma [etc.] : GLF editori Laterza, 2003

Abstract: Seguendo il filo di tante avventure di vita, non tutte a lieto fine, il libro ricostruisce la storia della nostra recente immigrazione e espone i dati di un fenomeno che si dimostra irreversibile e vitale per la nostra economia. Ricorda il nostro passato da emigranti, anche in miniera. Racconta le vicende della sanatoria infinita del 2002 che certamente non sarà l'ultima. Discute sulla legge Bossi-Fini e indica la via obbligata dell'integrazione. Suggerisce il diritto di voto alle elezioni amministrative per gli immigrati che già da qualche anno vivono in Italia e una legge sulla cittadinanza più in linea con l'Europa.

Mediare culture
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ceccatelli Gurrieri, Giovanna

Mediare culture : nuove professioni tra comunicazioni e intervento / Giovanna Ceccatelli Gurrieri

Roma : Carocci, 2003

Abstract: Nuove professioni tra comunicazione e intervento La complessità e la conflittualità di una società globalizzata rendono urgenti nuovi paradigmi esplicativi della realtà e nuove pratiche di convivenza e di relazione che coniughino, senza sottomettere le une agli altri, specificità culturali e valori universali. In questo scenario si è progressivamente affermato il concetto di mediazione come prassi discorsiva capace di disinnescare innumerevoli situazioni conflittuali. La moltiplicazione delle interazioni (nei rapporti internazionali, nelle transazioni commerciali, nelle contese locali ecc.) rende necessarie forme diversificate di mediazione, per favorire una comunicazione meno distorta da pregiudizi e incomprensioni reciproche. La mediazione culturale interviene appunto nei conflitti, simbolici o concreti, che si verificano quotidianamente nell’impatto fra soggetti migranti e strutture organizzative dei paesi di accoglienza; la sua capacità di entrare direttamente nei problemi reali riesce a mettere in luce le profonde contraddizioni legate ai fenomeni migratori, alle variabili polisemiche e alle opzioni di integrazione o di rifiuto che li caratterizzano. Il volume analizza la nuova e fondamentale figura professionale del mediatore culturale, mettendone in luce i paradigmi concettuali di fondo, le potenzialità operative, le competenze professionali e i campi di intervento, i vissuti soggettivi, le esperienze differenziate e le autorappresentazioni caratteristiche. Ovvero, come per ogni altra professione o ruolo sociale, il sapere, il saper fare e il saper essere.

Mi chiamo Alí...
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Melilli, Massimiliano

Mi chiamo Alí... : identità e integrazione : inchiesta sull'immigrazione in Italia / Massimiliano Melilli

Roma : Editori riuniti, 2003

Abstract: In Italia vivono 1.678.000 immigrati. Quasi 1.400.000 sono regolari, hanno un lavoro e contribuiscono alla crescita collettiva del nostro paese. Ma cosa sappiamo di loro, della loro intimità, dei loro sogni? Come vivono nel nostro paese? Come e dove si integrano e come sopportano l'intolleranza e la xenofobia? Oggi nel mondo vivono trenta milioni di italiani. Possiamo avere paura dell'immigrazione proprio noi italiani? Mi chiamo Alí... non ama i pregiudizi e le mezze verità.

Formare alla complessità
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Callari Galli, Matilde - Cambi, Franco - Ceruti, Mauro

Formare alla complessità : prospettive dell'educazione nelle società globali / Matilde Callari Galli, Franco Cambi, Mauro Ceruti

Roma : Carocci, 2003

Cantiamo le tabelline
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rinaldi, Silvia

Cantiamo le tabelline : canzoncine per imparare le tabelline in modo facile e divertente / Silvia Rinaldi ; canzoni originali di Giuliano Crivellente

Bussolengo : Mela music, c2003

La vittoria insabbiata
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La vittoria insabbiata : rapporto dai fronti iracheni, Israele senza Palestina, il ritorno dei taliban

Roma : Gruppo editoriale L'espresso, 2003

Panamerica Latina: alla scoperta di un continente, i sud senza centro, i latinos alla conquista degli USA
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Panamerica Latina: alla scoperta di un continente, i sud senza centro, i latinos alla conquista degli USA

Roma : Gruppo editoriale L'espresso, Divisione L'espresso, 2003

L'Europa americana
0 0 0
Materiale linguistico moderno

L'Europa americana : i convertiti dell'Euramerica : il limes secondo Bush : l'Occidente dopo l'Occidente

Roma : Gruppo editoriale L'espresso, Divisione L'espresso, 2003

Abstract: Contiene:- I convertiti dell'Euramerica- Il Limes secondo Bush- l'Occidente dopo l'Occidente

La guerra continua
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La guerra continua : la lista di Bush, gli Iraq dopo l'Iraq, polvere d'Occidente

Roma : Gruppo editoriale L'espresso, 2003

Abstract: Vincere il dopoguerraMargherita PAOLINI Gli errori di partenza nei piani americani per il dopo-Saddam stanno complicando la gestione della vittoria. La rinuncia al controllo Usa del territorio, subappaltato a paesi amici. Le priorità di Bush. Idee per una sana e robusta ricostruzione. PARTE I LA LISTA DI BUSH La ricetta dell'America: battere Osama e contenere la CinaThomas DONNELLY La Casa Bianca ha un doppio obiettivo strategico: stroncare l'estremismo islamico e impedire che Pechino diventi una potenza mondiale. Quindi vuole soprattutto evitare connessioni fra i suoi due nemici. Come istituzionalizzare l'unipolarismo. Quel che Blair non può dare a BushRobert FOX L'America ha bisogno degli amici per gestire le sue vittorie militari. Ma Londra non può partecipare a nuove guerre, né condivide la demonizzazione della Siria e dei guerriglieri sciiti libanesi. Le radici della visione geopolitica del premier britannico. Ora Israele teme gli UsaUmberto DE GIOVANNANGELI Da quando è diventata, con la vittoria in Iraq, una 'superpotenza araba', l'America appare ai 'falchi' di Gerusalemme un pericolo, non solo una risorsa. Infatti la road map, se presa sul serio, richiederebbe agli israeliani dolorosi sacrifici territoriali. Damasco: messaggio ricevutoFu'ad HAKIM Gli Usa stanno esercitando fortissime pressioni sulla Siria perché tagli le sue connessioni con il terrorismo, a cominciare da Hizbullah. Il ruolo di Israele. La debolezza del presidente al-Asad potrebbe trasformarsi in forza, se l'obiettivo è aprire all'Occidente. Il Libano tornerà indipendente?Michelangelo NERINI Le pressioni americane sulla Siria mirano al graduale ritiro delle truppe di Damasco dal loro protettorato libanese e a favorire il negoziato israelo-palestinese. I precari equilibri a Beirut, scossi da un nuovo governo particolarmente filo-siriano. L'incognita Hizbullah. (in appendice un'intervista a Staffan DE MISTURA: Una grande occasione per l'Onu) Il fronte Nord, spina nel fianco di GerusalemmeOlga MATTERA La storica disputa sulle Alture del Golan e sul Libano alimenta il contenzioso israelo-siriano. La debolezza di Bassar al-Asad e il suo appoggio a Hizbullah e ai gruppi terroristici che colpiscono lo Stato ebraico. Gli effetti della caduta di Saddam. Teheran intimorita e confusa prova a dialogare con il grande SatanaBijan ZARMANDILI Gli ayatollah iraniani sono sotto shock per la prova di forza americana in Iraq. Mentre i riformisti appaiono in crisi, i conservatori accennano alla possibilità di trattare con Washington. Il ruolo chiave di Rafsanjani. Riyad sotto pressione gioca la carta delle riforme liberaliMarco HAMAM L'annunciato smantellamento delle maggiori basi Usa in Arabia Saudita serve alla monarchia per respingere le accuse di asservimento agli 'infedeli' americani. La grande partita sul petrolio iracheno. I tentativi di cambiamento in senso occidentale. Per ora Amman ha vintoFranco SELLA Schierandosi con gli americani contro Saddam, la monarchia giordana ha preso un rischio che si sta rivelando remunerativo. La stabilità di uno Stato fasullo. Le ambizioni dei Fratelli musulmani e i rischi nel Sud del paese. La questione palestinese. Missione in Alta Asia: che cosa fanno gli italiani in AfghanistanAlfonso DESIDERIO I nostri soldati alla base Salerno, tra insidie militari e opportunità politiche. La via italiana al peacekeeping applicata anche a operazioni di combattimento. Karzai, sindaco di Kabul: la lunga strada per la costruzione di uno Stato afghano. L'etnofederalismo non risolve il puzzle afghanoConrad SCHETTER Gli ethnoscapes delle principali etnie insediate in Afghanistan condizionano il loro comportamento geopolitico. Pashtunistan e Hazaristan. Il caso dei tagiki. Un federalismo etnico accentuerebbe le tensioni che vuole sciogliere. PARTE II GLI IRAQ DOPO L'IRAQ Dopo lo Stato, restano le tribùGennaro GERVASIO Gli anglo-americani devono fare i conti con i grandi clan, determinanti per il controllo del territorio. Caratteristiche e funzioni geopolitiche delle principali famiglie. Il regime neotribale di Saddam e il suo lascito incerto. Un'invenzione mal riuscita: la parabola storica dello Stato irachenoLorenzo TROMBETTA Ripercorrendo la vicenda dell'Iraq moderno incontriamo le fragilità e i problemi evidenziati oggi dalla guerra americana. Dal dominio ottomano a quello britannico agli otto decenni di relativa indipendenza, le costanti geopolitiche che segnano la Mesopotamia. Il patto segretoPepe ESCOBAR La rapida resa di Baghdad è stata frutto di un'intesa stipulata fra i comandanti della Guardia repubblicana e dei fedayn di Saddam con gli americani. In cambio della desistenza, soldi, promesse di impunità e qualche possibilità di contare nel 'nuovo Iraq'. Le terre mobiliDossier con sei articoli Dal Kurdistan a Baghdad, dal deserto occidentale alle città sante sciite e a Bassora, un rapporto dettagliato sulle aree più sensibili dello spazio iracheno. E sulle forze politiche e religiose che ne progettano il futuro sotto l'ombrello americano. I curdi hanno vinto, la Turchia ha persoMarco ANSALDO Noi curdi abbiamo diritto all'indipendenzaMassud BARZANI Baghdad fra odio e indifferenza Fabio ANGELICCHIO e Angela RODICIO West irachenoBasil AL-RIFA'IYYA Nelle città sante domina il clero sciitaAndrea CHIOVENDA Nel Sud devastato Bassora sperimenta la 'via inglese'Toni FONTANA La terza via sciitaBijan ZARMANDILI Gli sciiti iracheni vogliono affermare la loro egemonia nel dopo-Saddam. Gli ambigui contatti con gli Usa e il sentimento antiamericano dominante. Alcune intese spontanee con i sunniti. Affinità e rivalità con i correligionari iraniani. Noi non vogliamo gli americaniNuhà al-RADI Intervista a cura di Angelantonio ROSATO I ladri di BaghdadMauro DE BONIS L'assalto ai tesori archeologici iracheni è stato pianificato da professionisti. Le lobby del commercio di antichità hanno influito sulla devastazione del Museo nazionale. Una proposta: i musei occidentali restituiscano all'Iraq i tesori sottratti nell'Ottocento. La grande partita dell'acqua nel dopo-SaddamMichelangelo NERINI Il futuro dell'Iraq e dell'intero Medio Oriente dipenderà in buona misura dalla capacità dei protagonisti regionali di cooperare per la comune gestione dell'oro bianco'. Il ruolo centrale della Turchia. Che cosa resta del bacino del Tigri e dell'Eufrate. All'armi siam 'arabisti'!Enrico GALOPPINI Tra il serio e il faceto, un dizionarietto delle interpretazioni fallaci o capziose dei termini arabi ricorrenti nei media. La storpiatura dei toponimi e l'uso improprio della parola gihad. Che cosa vuol dire 'arabo'? PARTE III POLVERE D'OCCIDENTE Quel che resta del dollaroGianpaolo CASELLI Debito alle stelle, credibilità al minimo. L'economia americana è davvero in grado di finanziare una politica imperiale? L'ombra dell'euro sulla ricostruzione irachena. E sullo sfondo, lo spettro di un'intesa strategica fra russi ed europei. Le rappresaglie del vincitore: Washington punisce gli 'alleati' europeiEugenio OCCORSIO La campagna di Mesopotamia ha accentuato il già importante contenzioso economico-commerciale fra le due sponde dell'Atlantico. I dossier più importanti, dall'acciaio all'agricoltura e al petrolio. Qualche spazio per l'Italia nel dopo-Saddam. La Nato dopo la NatoAngelantonio ROSATO L'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico è alla ricerca di una nuova identità. Il senso dei continui allargamenti verso est. Una vocazione per il peacekeeping su scala globale? Lo spettro dell'Osce. La carta della Forza di reazione. La Nato degli UsaHarlan ULLMAN La guerra in Iraq ha diviso l'Alleanza atlantica. Le fratture fra europei e americani sono profonde e minacciano le basi della cooperazione transatlantica. Una Forza di reazione su scala globale può servire a r

La strana guerra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La strana guerra : alla conquista di Baghdad, rifare il Medio Oriente?, vecchia Europa contro euroamerica

Roma : Gruppo editoriale L'espresso, 2003

Abstract: Alla conquista di Baghdad Rifare il medio Oriente? Vecchia Europa contro Euroamerica

Il Congresso di Vienna 1814-1815
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ferrero, Guglielmo

Il Congresso di Vienna 1814-1815 : Talleyrand e la ricostruzione d'Europa / Guglielmo Ferrero ; traduzione di Paola Carrara Lombroso

[Milano] : Società europea di edizioni, [2003?]

5
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Montanelli, Indro

5 : 1831-1861 / Indro Montanelli

Milano : RCS quotidiani, 2003

Fa parte di: Montanelli, Indro. Storia d'Italia / Indro Montanelli