Includi: tutti i seguenti filtri
× Lingue Inglese
× Soggetto Inghilterra
× Lingue Italiano

Trovati 16 documenti.

Mostra parametri
La cugina Phillis
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gaskell, Elizabeth

La cugina Phillis / Elizabeth Gaskell ; traduzione di Massimo De Pascale

Roma : Elliot, 2019

Abstract: Mia cugina Phillis è un racconto in cui la scrittrice, assumendo il punto di vista del mondo rurale, si confronta con il cambiamento. Questo libro delinea una vicenda umana intimamente legata all'impatto psicologico-comportamentale prodotto dalla strada ferrata sulla campagna inglese e sui suoi abitanti. Sfondo della vicenda è la Fattoria della Speranza in cui tutto pare procedere secondo i ritmi della natura. In questo mondo idilliaco si muove Phillis Holman, una ragazza innocente e sensibile. L'incontro con l'ingegnere ferroviario Holdsworth fa conoscere a Phillis l'amore e le pene d'amore, ma l'improvvisa partenza di Holdsworth segna la fine del sogno. Opera con testo originale a fronte.

Amy Foster
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Conrad, Joseph

Amy Foster / Joseph Conrad ; a cura di Tania Zulli

Venezia : Marsilio, 2018

Abstract: Situata, come tanti racconti conradiani, «'twixt land and sea», "Amy Foster" è una dolorosa storia di spaesamento da entrambi gli elementi: un mare sconosciuto e minaccioso per l'emigrante Yanko Goorall, in viaggio dai Carpazi verso l'America in una nave che fa naufragio sulla costa inglese dell'East Bay, e una terra altrettanto sconosciuta dove egli approda, unico superstite, nelle sembianze perturbanti e nel linguaggio incomprensibile dello straniero e del diverso. Contro la paura e il sospetto della piccola comunità che lo esclude attribuendogli tutti i segni della non appartenenza - il matto, il demonio, l'animale - sembra stagliarsi la piccola e rozza figura di Amy, una mite, indolente domestica che, misteriosamente e istintivamente, si innamora di lui - del suo corpo flessuoso e leggero, della sua voce gutturale che intona strane melodie, del suo sguardo pensoso e lontano. Ma se, come dice il narratore, Amy aveva avuto «abbastanza immaginazione» per innamorarsi dello straniero, questo non basterà, nel tempo, a spezzare le barriere della divisione sociale, linguistica e culturale che separano Yanko dal resto della comunità. E così come lo aveva accolto, forse altrettanto inconsapevolmente ne rifugge atterrita abbandonandolo a una chiusa disperata solitudine e a una morte senza parole.

Il fantasma di Canterville
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wilde, Oscar

Il fantasma di Canterville / Oscar Wilde ; [traduzione di Andrea Montemagni]

Massa : Edizioni clandestine, 2018

Abstract: Il diabolico spettro di Sir Simon si aggira da secoli per le sale dell'antico castello di Canterville, spaventando a morte tutti gli inquilini che osino soggiornare nella sua dimora, ma verrà messo a dura prova dall'arrivo di una scettica famiglia da oltreoceano. Solo grazie all'intervento della piccola Virginia, una bimba dolce e dal cuore puro, il fantasma riuscirà a ritrovare finalmente la pace.

I cinque semi d’arancio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Doyle, Arthur Conan

I cinque semi d’arancio : un’indagine di Sherlock Holmes = The five orange pips / Arthur Conan Doyle ; traduzione di Andrea Cariello

Milano : Leone, 2018

Abstract: Un giovane gentiluomo del Sussex di nome John Openshaw arriva nell'ufficio di Sherlock Holmes con una strana storia. Quando John aveva dodici anni, suo zio Elias lo aveva accolto nella propria tenuta dopo essere tornato dall'America. Tuttavia, anche se John poteva andare ovunque in casa, non aveva mai potuto entrare in una stanza chiusa a chiave contenente 1 bauli di suo zio. Un'altra particolarità fu che nel marzo del 1883 una busta con il timbro postale di Pondicherry, in India, arrivò per il colonnello con la sola firma "KKK", e cinque semi d'arancio all'interno.

The Canterville Ghost
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wilde, Oscar

The Canterville Ghost = Il fantasma di Canterville ; The birthday of the infanta = Il compleanno dell’infanta / O. Wilde ; [primo racconto] traduzione di Mauro Formaggio ; [secondo racconto] traduzione di Annalisa Garavaglia

Roma : Gruppo editoriale L'Espresso, 2016

Abstract: Al di là dei diversi generi di appartenenza, le due short stories di Oscar Wilde qui presentate - rispettivamente una storia di fantasmi e una fiaba per bambini - mostrano una sostanziale affinità tematica. Nel primo racconto, The Canterville Ghost, Hiram B. Otis, ambasciatore degli Stati Uniti a Londra, si trasferisce con la numerosa famiglia nella dimora di Canterville Chase, infestata dalla presenza di un fantasma. Ma la moderna famiglia americana, forte delle sue certezze positiviste, non si lascia intimorire e risponde colpo su colpo. Con smagata ironia Wilde mette in scena una critica radicale sia del Vecchio sia del Nuovo Mondo, così miseramente simili nel vuoto esistenziale, nella noia, nell’oppressione delle alte sfere. Nel secondo racconto, The Birthday of thè Infanta, ambientato nella Spagna del Cinquecento-Seicento, si festeggia il dodicesimo compleanno dell’infanta. Un buffo nano si esibisce in danze e lazzi divertendo la fanciulla, al punto che questa gli dona una rosa bianca. Il nano già sogna un’intima amicizia con l’infanta, ma quando si vede riflesso in uno specchio capisce che la fanciulla voleva soltanto ridere di lui. Nella conclusione una terribile battuta dell’infanta sigilla un mondo senza amore. Anche qui Wilde scompagina le carte in tavola, rifiutandosi di ammannire ai bambini storie consolatorie, offrendo un ritratto amaro e feroce della società "perbene"

Il fantasma di Canterville
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wilde, Oscar

Il fantasma di Canterville / Oscar Wilde ; traduzione di Mariacristina Schiatti ; con illustrazioni di Wallace Goldsmith ; testo inglese in appendice

La Vita Felice, 2016

Abstract: "Il fantasma di Canterville" è un racconto umoristico scritto nel 1887. Hiram Otis, un uomo politico nordamericano, compra l'antica tenuta di Canterville Chase, nella campagna inglese, e vi si trasferisce con la famiglia, per nulla spaventato dal fatto che la proprietà sia abitata da un fantasma. Lo spettro di sir Simon, infatti, comparso nel 1584 dopo avere ucciso la propria moglie, per tre secoli ha terrorizzato gli abitanti di Canterville, spesso fino alla follia. Ma gli Otis sono pratici americani, fiduciosi nella natura, nel progresso e nel denaro, perciò inutilmente sir Simon mette in atto con loro tutti i trucchi del suo lugubre repertorio: la famiglia è divertita dallo spirito dell'antico padrone di casa e i figli più piccoli lo prendono di mira con trappole e scherzi, che lo umiliano e lo convincono a non farsi più vedere. Solo la quindicenne Virginia, sensibile e affettuosa, si commuove per il suo infelice destino e decide di aiutarlo a trovare finalmente pace nell'Aldilà. Con il suo "Fantasma" Oscar Wilde scrive una divertente parodia dei racconti dell'orrore in voga nell'Ottocento. La sua profonda ironia coinvolge anche la società: sia l'Inghilterra vittoriana, con il suo attaccamento alle tradizioni aristocratiche, sia gli eccessi del materialismo americano. Il lieto fine suggerisce che tra queste due opposte visioni del mondo è possibile un compromesso, fondato sull'empatia e la comprensione dell'altro

Il fantasma di Canterville
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wilde, Oscar

Il fantasma di Canterville / Oscar Wilde ; traduzione e cura di Chiara Lombardi

3. ed.

Torino : Einaudi, 2014

Abstract: Che cosa può spingere un vecchio fantasma, Sir Simon de Canterville, sull'orlo della depressione? Forse i nuovi abitanti del suo antico castello, l'ambasciatore americano Otis e la sua portentosa famiglia, che non si lasciano certo spaventare e mettere in fuga da catene scricchiolanti, ululati sinistri e macchie di sangue. Pubblicato per la prima volta nel 1887, "Il fantasma di Canterville" è una favola semplice e accattivante, un po' macabra e un po' amorosa, leggera e ironica, capace di conservare il sapore fondamentale dell'opera di Wilde che, come diceva Borges, "è la felicità".

Il giullare del re
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Il giullare del re / regia di Melvin Frank e Norman Panama

[S.l.] : A&R Production, 2013

Abstract: Nell'Inghilterra del Trecento nasce in clandestinità l'opposizione armata contro un re tirannico e feroce, ma è un buffone, il più sprovveduto dei ribelli, che, quasi senza volerlo, sconfigge l'usurpatore.

Il giro di vite
0 0 0
Materiale linguistico moderno

James, Henry

Il giro di vite / Henry James ; a cura di Paola Artioli

Santarcangelo di Romagna : RL, stampa 2011

Abstract: Il giro di vite è un romanzo breve scritto da Henry James. L'opera è una storia di fantasmi, dalla quale sono stati tratti vari film. La protagonista è una giovane istitutrice, miss Giddens, che risponde ad una offerta di lavoro da parte di un misterioso e ricco uomo di affari di Londra. Dovrà prendersi cura di due bambini: Milcs di nove anni e Flora di otto, rimasti orfani e che vivono nella dimora di Bly sin da quando godevano delle cure amorevoli di una istitutrice, morta però in circostanze misteriose...

The Canterville ghost
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wilde, Oscar

The Canterville ghost / O. Wilde ; traduzione di Mauro Formaggio

Roma : Gruppo editoriale L'espresso, c2010

Abstract: Quando nel 1886 Oscar Wilde pubblicò Il fantasma di Canterville sulla Court and Society Review, era un trentaduenne della buona società londinese, già molto noto sia in patria che in America non solo per le cose fin lì scritte, ma anche e soprattutto per il personaggio che egli incarnava. Si era infatti da qualche anno investito del ruolo di leader di un movimento estetico mai meglio definito, fondato sul culto della bellezza e in quanto tale era stato invitato a tenere un ciclo di conferenze negli Stati Uniti, ove il suo temperamento istrionico aveva avuto tutto l'agio di manifestarsi. Nasce così Il fantasma di Canterville, in cui Wilde sembra voler mettere in scena con aria sogghignante il godibilissimo scontro fra due diverse ottusità. Hiram B. Otis, ambasciatore degli Stati Uniti a Londra, acquista per abitarvi con la sua numerosa famiglia la grande dimora di Canterville Chase, da tempo disabitata per la molesta presenza di un fantasma che da trecento anni terrorizza i vari Lord e Lady Canterville lì avvicendatisi. Ma la spavalda famiglia americana, forte delle sue certezze positiviste e della sua fede nei ritrovati della modernità, non si lascia certo intimorire da simili sciocchezze, e si dispone a rispondere colpo su colpo...

La stanza di Jacob
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Woolf, Virginia

La stanza di Jacob / Virginia Woolf ; a cura di Mirella Billi

10. ed.

Venezia : Marsilio, 2009

La moglie di campagna
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wycherley, William

La moglie di campagna / William Wycherley ; a cura di Loretta Innocenti

Venezia : Marsilio, 2009

Abstract: In una trama turbinante di intrighi e di equivoci e in un linguaggio intriso di ambiguità e doppi sensi, si snoda la vicenda (già di Terenzio e di Molière) del cinico libertino che non esita a fingersi impotente per avere accesso alle stanze delle signore, gabbare i mariti gelosi e soprattutto dimostrare che le donne non tengono tanto alla morale quanto a far salva la loro reputazione. Gli tiene testa Margery, la moglie di campagna tenuta nascosta dal marito anziano e geloso, falsa ingenue pronta ad apprendere le furbizie e i piaceri delle donne di città. Un ritratto audace, e impietoso ai limiti del cinismo, della società dell'epoca, del tutto privo di quella critica morale che smorzerà i toni del teatro comico successivo quando, a cavallo del secolo, al nuovo pubblico di borghesi cittadini sarà proposto il modello più edificante della commedia sentimentale. Macchina teatrale perfetta, che sulla scena si dispiega in tutta la sua irresistibile forza comica (la commedia è ancora oggi molto rappresentata in Inghilterra), il testo scritto conserva nondimeno tutta la vivacità di un linguaggio sempre ammiccante e di situazioni sorprendenti per spregiudicatezza e arguzia; la celebre gag della porcellana, basata sui doppi sensi di quell'oggetto di pregio amato dalle signore, resta una delle più irresistibilmente comiche del teatro inglese di tutti i tempi.

Il giro di vite
0 0 0
Materiale linguistico moderno

James, Henry

Il giro di vite / Henry James ; a cura di Giovanna Mochi

Venezia : Marsilio, 2007

Abstract: La storia del Giro di vite è la storia di due meravigliosi bambini posseduti dagli spiriti maligni di due servitori morti, e della loro infelice e coraggiosa istitutrice, che con tutta la forza del suo amore lotta, invano, per salvarli dal maligno influsso? Oppure l'istitutrice, che è la narratrice del racconto, narra una storia frammentaria, angosciata, allucinata che nulla ha a che vedere con la realtà? Il dibattito critico-interpretativo che ne è nato, e che ancora oggi si riaccende con sorprendente regolarità, accompagna il lettore lungo un secolo di storia della cultura e della critica letteraria: dall'approccio simbolico a quello psicanalitico, dallo strutturalismo al decostruzionismo, al femminismo e agli studi di genere. Un percorso che questa edizione riscostruisce puntualmente, indicandone nella introduzione i momenti e le svolte salienti, e rilevando nelle note i nodi testuali e le soluzioni, sempre contraddittorie, sempre inadeguate ma sempre stimolanti.

L'importanza di chiamarsi Ernesto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wilde, Oscar

L'importanza di chiamarsi Ernesto / Oscar Wilde ; introduzione, traduzione e note di Luigi Lunari

19. ed.

Milano : BUR, 2007

La storia d'Inghilterra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Austen, Jane

La storia d'Inghilterra : dal regno di Enrico 4. alla morte di Carlo 1. / Jane Austen ; a cura di Franco Venturi

Milano : La vita felice, 2007

Abstract: Storia scritta di getto, quasi un gioco domestico creato per i compagni di studio. Si tratta di una descrizione irriverente, parziale e vivace della monarchia inglese.

Re Giovanni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William

Re Giovanni / William Shakespeare ; introduzione di Nemi D'Agostino ; prefazione, traduzione e note di Silvano Sabbadini

Milano : Garzanti, 1993

Abstract: Nell'intera vicenda del dramma si proiettano le tortuose incertezze della figura del re, in un'atmosfera inquieta di incompletezza, di intenzioni contraddette, di azioni che non dintano mai del tutto atto, di una realtà che inesorabilmente muta se stessa, a cui non sfugge a tratti lo stesso Bastardo di Faulconbridge, antesignano dell'immagine dell'eroe trionfante, Enrico V, sorta di metafora della virtus della nazione inglese.