Includi: tutti i seguenti filtri
× Lingue Inglese
× Data 2012
× Nomi Poe, Edgar Allan

Trovati 4 documenti.

Mostra parametri
The murders in the Rue Morgue
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Poe, Edgar Allan

The murders in the Rue Morgue / Edgar Allan Poe

Milano : Corriere della Sera, 2012

Il corvo e tutte le poesie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Poe, Edgar Allan

Il corvo e tutte le poesie / Edgar Allan Poe ; a cura di Tommaso Pisanti

4. ed., ed. integrale con testo inglese a fronte

Roma : Newton Compton, 2012

Abstract: La fama di Edgar Allan Poe è legata principalmente ai suoi celebri racconti, ma le sue poesie non sono di minor fascino e hanno assunto un preciso significato nella storia della lirica moderna. Una di esse, Il Corvo, ebbe tanto successo da procurare allo scrittore il nomignolo di Mr. Raven (signor Corvo, appunto). In essa compare il nero uccello simbolo dell'inquieto messaggio di Poe, sibillinamente gracchiando a tutte le domande la medesima risposta: Mai più. Queste poesie, esaltate da Baudelaire e mirabilmente tradotte in prosa da Mallarmé, rappresentano un'anticipazione del simbolismo. Non eccedono però mai nel cerebrale, creando invece effetti di intensa emotività. Scriveva Emilio Cecchi che in Poe logica e lirica, simbolo e senso, istinto e volontà... si organizzano in una sorta di nuova dimensione estetica, a prezzo di una tensione da lui sofferta fino all'isteria. Con la rozzezza dei suoi mezzi e fuori da ogni tradizione, egli contribuì enormemente a dare un nuovo senso all'espressione poetica.

The fall of the house of Usher
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Poe, Edgar Allan

The fall of the house of Usher / Edgar Allan Poe

Milano : Corriere della Sera, 2012

La filosofia della composizione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Poe, Edgar Allan

La filosofia della composizione / Edgar Allan Poe ; a cura di Luigi Lunari

Milano : La vita felice, 2012

Abstract: Il saggio La filosofia della composizione è apparso per la prima volta sul numero di aprile del Graham's American Monthly Magazine of Literature and Art (1846), ma ancora oggi è spesso pubblicato in appendice ad altri racconti o raccolte dell'autore. Con questo breve saggio Poe esplicita la sua teoria sulla composizione con una critica verso gli scrittori che preferiscono dare a intendere che essi compongono in uno stato di splendida frenesia. Nel saggio, Poe sostiene di non comprendere il motivo per cui non sia ancora comparso, nel suo tempo, un articolo nel quale uno scrittore esponesse la propria tecnica di scrittura. Egli asserisce che la causa di ciò risieda nella vanità di molti scrittori, i quali vorrebbero far credere di riuscire a scrivere partendo da una estatica intuizione - concetto inconcepibile per Poe -, nascondendo al pubblico tutto ciò che avviene davvero nella loro mente durante la composizione di un brano.