Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese su
Includi: tutti i seguenti filtri
× Lingue Greco classico (fino al 1453)
× Data 1998

Trovati 3 documenti.

Mostra parametri
Le troiane
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Euripides

Le troiane / Euripide ; a cura di M. Girotto Bevilacqua e A. Trocini Cerrina

Torino : SEI, 1998

Fedro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Plato

Fedro / Platone ; a cura di Monica Tondelli ; saggio introduttivo di Leon Robin

Milano : Mondadori, 1998

Abstract: Immersi nella natura, sulle rive del fiume Ilisso, Socrate e il suo giovane allievo Fedro discutono sulla vera essenza dell'amore, sulla bellezza e sulla forza della passione. La visione magnifica e paradossale di una civiltà basata sui moti dell'animo in uno dei più felici dialoghi platonici.

Etica nicomachea
0 0 0
Monografie

Aristoteles

Etica nicomachea / Aristotele ; introduzione, traduzione e commento di Marcello Zanatta

Milano : BUR, 1998-

Abstract: L'Etica nicomachea costituisce il primo grande trattato di filosofia morale e testimonia la genesi dell'etica come branca autonoma della filosofia. Questo avviene, con Aristotele, quando la riflessione morale si separa dalla speculazione teoretica (alla quale in Platone era invece unitariamente connessa) e assume la consapevolezza di un proprio specifico oggetto e di un proprio metodo d'indagine.L'etica definisce la filosofia delle cose dell'uomo, e con la politica scandisce l'ambito delle scienze pratiche, il cui dominio è costituito dalle realtà che possono essere, diversamente da quelle che sono, regno, dunque, della contingenza e non già della necessità. In questo ambito la ragione interviene, sì, a definire delle regole di condotta, ma con un procedimento ben diverso da quello deduttivo (proprio delle scienze teoretiche), basato fondamentalmente sulla discussione delle opinioni autorevoli (gli 'endoxa'), secondo i criteri del metodo dialettico. Non è un caso che H.G. Gadamer abbia indicato proprio nel procedimento della filosofia pratica di Aristotele il modello dell'ermeneutica.In questa ottica l'analisi aristotelica indica la felicità come bene supremo 'dell'uomo', individuato nell'esercizio dell'attività virtuosa e coincidente, in ultima istanza, con la contemplazione. Lo studio delle virtù etiche offre allo Stagirita un'importante occasione per prendere in esame i comportamenti salienti del mondo spirituale greco. L'indagine sulle virtù dianoetiche individua nella sapienza e nella saggezza le virtù rispettivamente della parte teoretica e della parte pratica dell'anima razionale.Edizione con testo originale a fronte.