Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese su
× Nomi Alighieri, Dante
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2009
× Genere Saggi

Trovati 10518 documenti.

Mostra parametri
Le origini della seconda guerra mondiale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Overy, R. J.

Le origini della seconda guerra mondiale / Richard Overy

Bologna : Il mulino, 2009 (stampa 2020)

Abstract: Il primo settembre 1939 le truppe tedesche attaccavano la Polonia, due giorni dopo Francia e Gran Bretagna dichiaravano guerra alla Germania. Iniziava un conflitto europeo che due anni dopo, con l'ingresso di Urss, Giappone e Stati Uniti, avrebbe raggiunto le dimensioni di una guerra mondiale. Il volume ricostruisce puntualmente le ragioni all'origine del conflitto, mettendo in luce come esso non fu soltanto la "guerra di Hitler", ma più in generale l'esito di una fondamentale instabilità del quadro internazionale che vedeva il declino dei vecchi imperi coloniali di Gran Bretagna e Francia e l'emergere di nuove potenze ambiziose e aggressive come la Germania, l'Italia e il Giappone

Gli altri in noi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gli altri in noi : filosofia dell'interculturalità / [a cura di] Angelo Campodonico, Maria Silvia Vaccarezza

Soveria Mannelli : Rubbettino, 2009

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Il tema del rapporto fra noi e gli altri, più precisamente della presenza degli altri in noi, è oggi di estrema attualità a motivo soprattutto del fenomeno della globalizzazione: l'altro, l'appartenente a un'altra cultura e ad un'altra religione, infatti, fa ormai parte del nostro mondo. Con esso non possiamo non fare i conti. L'originalità del volume risiede nel fatto che il tema dell'interculturalità è trattato ponendo in feconda sinergia la riflessione sull'attualità con i suoi problemi e la storia del rapporto con gli altri che contraddistingue l'Occidente e che ne costituisce la tradizione. Anche a tale fine il volume si avvale delle competenze di specialisti di diverse discipline.

Migrations sans frontières
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Migrations sans frontières : essais sur la libre circulation des personnes / publiés sous la direction d' Antoine Pécoud et de Paul de Guchteneire

Paris : Unesco, 2009

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Lettere 1936-1968
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Capitini, Aldo - Calogero, Guido

Lettere 1936-1968 / Aldo Capitini, Guido Calogero ; a cura di Thomas Casadei e Giuseppe Moscati

Roma : Carocci, 2009

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Un carteggio di circa 600 pagine che racchiude integralmente la corrispondenza epistolare tra Aldo Capitini e Guido Calogero, accompagnando il lettore dall’estate 1936, quando i due intellettuali si conobbero, fino all’autunno 1968, l’anno in cui morì Capitini.

La montaña perdida
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Santos Nogueira, Dévora

La montaña perdida / Dévora Santos Nogueira, Audrey Cowan

[Torino : Milano] : Lang, 2009

La casa de Bernarda Alba
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Carpani, Daniela

La casa de Bernarda Alba / Federico García Lorca ; adaptación didáctica y actividades por Daniela Carpani ; ilustraciones de Fabio Sardo

Génova : Cideb, 2009

Il diritto di non uccidere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Peyretti, Enrico

Il diritto di non uccidere : schegge di speranza / Enrico Peyretti

Trento : Il margine, 2009

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: "La guerra è il delitto perfetto. Anzi, di più. L'autore del delitto perfetto resta non scoperto e perciò impunito. L'autore della guerra è invece scopertissimo, anche perché si esibisce e si gloria del suo delitto. Resta impunito perché la guerra si fa legge sopra ogni legge, e perché non manca mai chi teorizzando identifica il fatto col valore, l'imposizione violenta con il diritto, e convince le vittime (uccisori e uccisi) alla rassegnazione". È uno dei pensieri che formano questo libro di Enrico Peyretti, studioso di Gandhi e della nonviolenza, tra i fondatori del mensile torinese "Il foglio", collaboratore di "Servitium" e di "Rocca". Si tratta appunto di una raccolta di fulminanti, profondi pensieri contro la guerra e la violenza, ma soprattutto che scavano con ostinazione dentro la possibilità, la necessità, l'urgenza di costruire una cultura della nonviolenza, che parta dalla persona e arrivi alla politica.

La comunicazione umanante
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La comunicazione umanante : ermeneusi di un mistero / a cura di Gilberto Scaramuzzo ; scritti di Cosimo Costa ... [et al.]

Roma : Aracne, 2009

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Quattro saggi che indagano l'aspetto misterioso della comunicazione umana/umanante in quattro opere: un luogo dell'insegnare, un diario soggettivo, un film, la trascrizione delle lezioni di un filosofo.

Spingendo la notte più in là
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Calabresi, Mario

Spingendo la notte più in là : storia della mia famiglia e di altre vittime del terrorismo / Mario Calabresi

Milano : Mondadori, 2009

Abstract: È la mattina del 17 maggio 1972, e la pistola puntata alle spalle del commissario Luigi Calabresi cambierà per sempre la storia italiana. Di lì a poco il nostro paese scivolerà in uno dei suoi periodi più bui, i cosiddetti anni di piombo, la notte della Repubblica. Quei due colpi di pistola però non cambiarono solo il corso degli eventi pubblici, ma sconvolsero radicalmente la vita di molti innocenti. La storia dell'omicidio Calabresi è anche la storia di chi è rimasto dopo la morte di un commissario che era anche un marito e un padre. E di tutti quelli che hanno continuato a vivere dopo aver perso la persona amata durante la violenta stagione del terrorismo. Mario Calabresi, oggi giornalista di Repubblica, racconta la storia e le storie di quanti sono rimasti fuori dalla memoria degli anni di piombo, l'esistenza delle altre vittime del terrorismo, dei figli e delle mogli di chi è morto: c'è chi non ha avuto più la forza di ripartire, di sopportare la disattenzione pubblica, l'oblio collettivo; e c'è chi non ha mai smesso di lottare perché fosse rispettata la memoria e per non farsi inghiottire dai rimorsi. La storia della sua famiglia si intreccia così con quella di tanti altri (la figlia di Antonio Custra, di Luigi Marangoni o il figlio di Emilio Alessandrini) costretti all'improvviso ad affrontare, soli, una catastrofe privata, che deve appartenere a tutti noi.

Stories of ghosts and mystery
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Clemen, Gina D. B.

Stories of ghosts and mystery / Joseph Sheridan Le Fanu, Rudyard Kipling, Mathaniel Hawthorne ; retold by Gina D. B. Clemen ; activities by Janet Cameron ; illustrated by Paolo D'altan

Genoa : Black Cat, 2009

Il diverso come icona del male
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aime, Marco - Severino, Emanuele

Il diverso come icona del male / Marco Aime ed Emanuele Severino ; introduzione di Ernesto Ferrero

Torino : Bollati Boringhieri, 2009

Abstract: L'uomo tende a interpretare tutto quanto non rientra nella propria esperienza diretta o nel cerchio rassicurante della tribù come un pericolo, una minaccia anche mortale. Di qui i suoi atteggiamenti aggressivi, per cui il diverso e l'altro vengono intesi come un nemico potenziale o reale. Un pregiudizio che continua ad alimentare i tanti conflitti che squassano le società contemporanee. (Introduzione di Ernesto Ferrero)

Les béguines
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Panciera, Silvana

Les béguines / Silvana Panciera

Namur : Fidélité, stampa 2009

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Scritti sulla pace e sulla guerra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mazzolari, Primo

Scritti sulla pace e sulla guerra / Primo Mazzolari ; edizione critica a cura di Guido Formigoni e Massimo De Giuseppe

Bologna : EDB, 2009

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: L'ultimo articolo scritto da don Mazzolari prima di morire si apriva con una sorta di invocazione: "Non siamo tranquilli sulla vicenda della pace" e ciò a dire quanto il tema gli stesse a cuore. Il volume, ottavo della serie delle edizioni critiche intraprese dalla Fondazione Don Primo Mazzolari e dalle EDB, raccoglie in ordine cronologico tutti gli scritti del parroco di Bozzolo sull'argomento. Pur nel travaglio che il suo pensiero conosce nell'arco di quarant'anni, è possibile riscontrare una profonda continuità nell'ispirazione interiore di don Primo. Così il suo giudizio, inizialmente aperto a una guerra che avesse come obiettivo la giustizia, poi rassegnato alla possibilità della guerra come "male talvolta necessario", si fa sempre più nettamente critico verso ogni guerra, addirittura quella difensiva, definitivamente identificata come antitesi dell'umanità.

7. rapporto sull'immigrazione straniera nella provincia di Bergamo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bergamo <Provincia>

7. rapporto sull'immigrazione straniera nella provincia di Bergamo : annuario statistico anno 2008 : nel quadro delle attività dell'Osservatorio regionale per l'integrazione e la multietnicità

Bergamo : Provincia di Bergamo, Settore politiche sociali e salute, stampa 2009

E' la montagna che chiama
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Kehrer, Simon - Nones, Walter

E' la montagna che chiama : luglio 2008: la tragedia del Nanga Parbat nel racconto dei sopravvissuti / Simon Kehrer, Walter Nones

Milano : Mondadori, 2009

Abstract: Alla fine mi rialzo e mi preparo a uscire dal crepaccio. Ma abbandonare così un compagno mi fa sentire in colpa. Mi giro e provo l'impulso di parlargli. 'Karl, vieni, andiamo via' mormoro quasi senza volere. Mi trattengo ancora un istante, come se mi aspettassi un impossibile miracolo. No, bisogna guardare in faccia la realtà. Karl è morto, e niente potrà più cambiare questo fatto. Luglio 2008. A 6000 metri di altitudine tre alpinisti italiani stanno aprendo una nuova via per risalire la ripidissima schiena del Nanga Parbat, uno dei giganti dell'Himalaya. Si chiamano Karl Unterkircher, Walter Nones e Simon Kehrer. Dopo un complicato passaggio sotto un seracco, improvvisamente, senza dire una parola, Unterkircher scompare dentro un crepaccio nascosto dalla neve fresca. Un volo di quindici metriosilenzioso, mortale. Nones e Kehrer reagiscono nell'unico modo consentito a chi affronta i pericoli della montagna estrema: continuano la scalata dopo essersi calati nel crepaccio per un ultimo saluto all'amico Karl e aver piantato la piccozza di Unterkircher nel punto della tragedia, fiore d'acciaio a guardia della sua bara di ghiaccio. In È la montagna die chiama i due superstiti raccontano un'avventura epica e tragica, che ha come protagonisti il Re delle montagne (così chiamano il Nanga Parbat in lingua pashtun), tre uomini e la loro irrefrenabile voglia di alzare l'asticella dei limiti naturali.

Partire, tornare, restare?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Prontera, Grazia

Partire, tornare, restare? : l'esperienza migratoria dei lavoratori italiani nella Repubblica Federale Tedesca nel secondo dopoguerra / Grazia Prontera ; presentazione di Sandro Rinauro

Milano : Guerini e associati, 2009

Abstract: Grazia Prontera racconta la vicenda dell'immigrazione italiana alla Volkswagen di Wolfsburg, uno dei luoghi di maggiore afflusso di lavoratori italiani nella Germania del dopoguerra. Le loro vicende rappresentano un capitolo importante nella storia dell'Italia repubblicana. Il merito e l'interesse del lavoro di Prontera scaturiscono soprattutto dal ricorso alle storie di vita da lei raccolte che consentono al lettore di comprendere l'intero ciclo dell'esodo, i drammi e le conseguenze esistenziali ed emotive che lo accompagnavano: la partenza, la permanenza all'estero, il rimpatrio finale o la definitiva stabilizzazione in Germania. Da queste vicende emergono le difficoltà che i lavoratori dovevano affrontare, la loro frequente emarginazione sociale e il ricorrente dilemma tra la scelta di stabilirsi definitivamente in Germania e il rimpatrio, e infine il disagio che li fa sentire, scrive Rinauro nella sua introduzione, contemporaneamente e definitivamente stranieri all'estero come in patria. Ma troviamo anche i segnali della reazione organizzata degli immigrati ai loro problemi di vita e di lavoro. Tutto ciò stava infatti nel quadro di cruciali trasformazioni, in una congiuntura in cui gli spostamenti di manodopera inducevano l'Europa occidentale a varare il codice di libera circolazione del lavoro comunitario.

Spettri dell'altro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bonavita, Riccardo

Spettri dell'altro : letteratura e razzismo nell'Italia contemporanea / Riccardo Bonavita ; a cura di Giuliana Benvenuti, Michele Nani

Bologna : Il mulino, 2009

Abstract: Negli anni Trenta la cultura italiana si popola di immagini, stereotipi, schemi mentali che saranno poi selezionati e amplificati dalla propaganda di regime per sostenere la campagna razzista e conferire efficacia, persuasività e immediatezza alle dottrine e alle politiche fasciste. Il libro documenta la vasta circolazione di pregiudizi, credenze ed atteggiamenti razzisti nella produzione letteraria del nostro paese tra Otto e Novecento, identificando il razzismo come pregiudizio condiviso e, insieme, ideologia da diffondere. L'analisi di un vasto corpus narrativo di romanzi e racconti dedicati alla vita nelle colonie, lo studio dell'antisemitismo nella letteratura di consumo e l'attenzione a figure esemplari come quella di Papini confluiscono nella trattazione, volta a ricostruire e interpretare le rappresentazioni letterarie italiane delle due principali figure dell'alterità: gli ebrei e le genti di colore.

Badanti & Co.
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Badanti & Co. : il lavoro domestico straniero in Italia / a cura di Raimondo Catanzaro e Asher Colombo

Bologna : Il mulino, 2009

Abstract: Oggi oltre due milioni e mezzo di famiglie italiane hanno in casa assistenti familiari (le cosiddette badanti), colf, baby-sitter. Ma la novità più vistosa, rispetto al passato, sta nel fatto che questo personale di servizio è costituito in misura crescente da stranieri, e in particolare da straniere: quella che era chiamata semplicemente la donna è diventata la filippina o l'ucraina. Un cambiamento largamente inesplorato. Basato su estese ricerche condotte negli ultimi anni da un team di studiosi che hanno intrecciato approcci disciplinari diversi, e su un ricchissimo archivio di oltre seicento lunghe storie di vita raccontate da lavoratrici e lavoratori stranieri, questo volume ne ricostruisce i percorsi migratori, i canali di integrazione, le esperienze lavorative, le relazioni domestiche all'interno delle nostre case. Per quanto non ci si pensi, queste persone hanno poi anche una casa propria che è scenario di vite quotidiane e familiari, di rapporti affettivi e amicali, qui indagati e rivelati.

Avanti il prossimo... storie sospese tra burocrazia e immigrazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Baldin, Maria Rosaria

Avanti il prossimo... storie sospese tra burocrazia e immigrazione / Maria Rosaria Baldin

Molfetta : La meridiana, 2009

Abstract: Eccomi qui, con un fascio di carte in mano ed una miriade di storie e di volti che si affastellano dentro e a cui dovrò dare un ordine e un nome. Fredde carte che parlano il noioso linguaggio della burocrazia, quello che non interessa a nessuno. Ma io, dietro ognuno di questi fogli, vedo un volto e una storia.

Storia di un restauro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Storia di un restauro : la chiesa di San Ludovico al Bretto / a cura di Tarcisio Bottani e Walter Milesi

Bergamo : Corponove, 2009