Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese su
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2008
× Soggetto Diari e memorie

Trovati 347 documenti.

Mostra parametri
Il vento del deserto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bottaro, Alighiero

Il vento del deserto : Africa settentrionale, 1942-1945 / Alighiero Bottaro

Milano : Mursia, 2008

Abstract: Questo è il diario scritto da un giovane ufficiale italiano che, dopo aver frequentato l'Accademia di artiglieria e genio di Torino, viene assegnato al 26° reggimento d'artiglieria della divisione «Pavia» schierata in Africa settentrionale. Nell'estate del 1942 raggiunge il fronte di El Alamein e partecipa ai violenti combattimenti dell'ottobre-novembre contro le forze britanniche. Fatto prigioniero, viene rinchiuso nel campo di Geneifa, Laghi Amari, poi a Heiwan, a sud del Cairo. Nel febbraio del 1945 evade e vive in clandestinità ad Alessandria. In maggio riesce a imbarcarsi su un incrociatore della marina italiana all'ancora nella rada e raggiunge Napoli. La guerra è finita, ma le autorità d'occupazione inglesi continuano a cercarlo perché per loro è ancora un evaso. Affronta un nuovo periodo di clandestinità tra Roma e Silvi Marina, che termina con la firma del trattato di pace di Parigi del febbraio 1947.L'autore descrive le vicende di cui è stato protagonista con realismo e ironia, usando un linguaggio semplice e diretto. Questa è una storia vera di guerra, prigionia, evasione e sopravvivenza, in territorio nemico.

Murata viva
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Leila

Murata viva : prigioniera della legge degli uomini / Leila ; con la collaborazione di Marie-Thérèse Cuny ; traduzione di Luisa Collodi

Casale Monferrato : Piemme, 2008

Abstract: È mezzanotte. Leila, giovane marocchina cresciuta in Francia, sta dormendo della piccola stanza che condivide insieme ai fratelli, quando la madre la sveglia. Le ordina di mettersi il suo vestito più bello e di preparare il tè per l'uomo seduto sul divano della sala: lo deve accogliere come fosse un re. Leila non lo conosce. Eppure tra pochi giorni quell'uomo diventerà suo marito. Perché così ha deciso suo padre e, se lei oserà ribellarsi, la punizione sarà terribile. Per Leila è l'inizio di un incubo. Suo marito la tratta come una schiava, la picchia, la umilia. Per tre volte Leila tenta il suicidio. Solo la nascita di suo figlio Ryad le dà la forza di ribellarsi. A costo di essere ripudiata dalla famiglia, Leila chiede la separazione.

Un'inattesa lezione d'amore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Richards, Susan

Un'inattesa lezione d'amore / Susan Richards ; traduzione di Daria Restani

Milano : TEA, 2008

Abstract: Capita a volte di ricevere lezioni d'amore in modo insolito e inatteso. È ciò che è accaduto a Susan Richards, una donna di quarant'anni, dal passato travagliato - un'infanzia senz'affetto, un marito violento, il dramma dell'alcol - quando decide di adottare Lay Me Down, una giumenta tutta pelle e ossa, consumata dalla malattia e dai ripetuti maltrattamenti. Dal momento in cui la cavalla, assieme al suo puledrino, entra nella tenuta di Susan, già proprietaria di altri tre pony, la vita della donna cambierà per sempre. Grazie al comportamento docile e affettuoso di Lay Me Down, che non solo non teme nessuno, ma ricerca proprio il contatto con gli altri cavalli e con gli esseri umani, anche sconosciuti, Susan capisce che chiudersi in se stessi non è il modo migliore per superare i brutti ricordi e vincere la paura di soffrire. Affascinata dalla sensibilità del cavallo e dal suo coraggio nel lottare contro la malattia, Susan decide di emularlo, aprendo nuovamente il suo cuore all'amore dopo anni di solitudine e di dolore.

Brutta!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Briscoe, Constance

Brutta! / Constance Briscoe ; traduzione di Elisabetta De Medio

Milano : TEA, 2008

Abstract: L'infanzia di Constance è stata devastata da una madre che la maltrattava fisicamente e la tormentava psicologicamente. Picchiata e lasciata senza cibo, privata di un letto in cui dormire e continuamente insultata a causa della sua presunta bruttezza, la piccola Constance ha persino chiesto ai servizi sociali di mandarla in orfanotrofio e, al loro rifiuto, ha tentato di suicidarsi bevendo candeggina, perché sapevo che eliminava ogni genere di microbi e mia madre mi aveva sempre detto che ero un microbo. A quattordici anni Constance è stata poi abbandonata dalla madre, ma ha trovato la forza per reagire, per sopravvivere lavorando e studiando, per continuare una vita iniziata ferocemente. Questa è la sua storia: straziante, ma alla fine trionfante.

La principessa schiava
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pascarl, Jacqueline

La principessa schiava / Jacqueline Pascarl

Casale Monferrato : Piemme, 2008

Abstract: Jacqueline a 17 anni convolò a nozze con Bahrin, membro della famiglia reale della Malesia. Lo aveva conosciuto a Melbourne, dove lui studiava architettura. Un sogno per lei, che aveva dovuto affrontare l'abbandono del padre, gli abusi del patrigno con la connivenza della madre. Lo amava, e pensava che quello bastasse per superare il cambiamento di patria e cultura. Non sembrava molto legato ai principi della sua religione, quando si frequentavano in Australia e facevano l'amore senza essere sposati. Ma in Malesia il suo romantico e premuroso marito si trasforma. La prima notte di nozze la violenta, la prende senza nessuna dolcezza, le dice che lei è un suo oggetto. Dell'uomo aperto che aveva conosciuto non rimane niente. Lui, marito padrone, la umilia, le ripete che è inutile e stupida, la maltratta. Lei vive in quella prigione dorata, facendosi forza sull'amore per i figli che nel frattempo sono arrivati, stringendo i denti davanti alle prevaricazioni, perfino davanti all'arrivo di una seconda moglie. Un giorno trova il coraggio di fuggire con i suoi figli e ricominciare a respirare. La sua vita riprende, crede di essersi lasciata alle spalle il peggio. Ma Bahrin le lancia una jihad, una guerra santa. Per Jacqueline si spalanca un nuovo inferno.

La Via Lattea
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Odifreddi, Piergiorgio - Valzania, Sergio

La Via Lattea / di Piergiordo Odifreddi e Sergio Valzania ; con la partecipazione di Franco Cardini

Milano : Longanesi, 2008

Abstract: In Spagna e in Portogallo la galassia che gli antichi chiamavano Via Lattea si chiama Cammino di Santiago, perché indica la via da est a ovest che porta al luogo della supposta sepoltura dell'apostolo Giacomo (Iago in spagnolo, da cui Sant'Iago). In una sorta di inversione, il Cammino di Santiago si chiama a sua volta Via Lattea, per sottolineare la sua natura di via sotto le stelle. La Via Lattea è anche il titolo di un film di Luis Buñuel del 1969 che narra le avventure di due pellegrini in cammino verso la tomba di San Giacomo, e i metaforici duelli sulle questioni dottrinali che li accompagnano per tutto il percorso, fino alla meta. In spirito programmaticamente buñueliano, il matematico ateo Piergiorgio Odifreddi e il giornalista credente Sergio Valzania (e per un tratto lo storico cattolico Franco Cardini) hanno affrontato il Cammino di Santiago de Compostela tra il 24 aprile e il 26 maggio 2008, dando vita a continue e quotidiane schermaglie verbali su Radio3. Le ripercorrono ora in questo libro: schermaglie che, partendo dalla contrapposizione fra la natura e Dio, si allargano a toccare non solo la scienza e la religione, ma anche l'etica, la filosofia, la storia e l'arte, per approdare infine a una meditazione sulla vita tutta.

Ho sognato la cioccolata per anni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Birger, Trudi

Ho sognato la cioccolata per anni / Trudi Birger ; scritto con Jeffrey M. Green ; traduzione di Maria Luisa Cesa Bianchi

Casale Monferrato : Piemme, 2008

Abstract: La storia di una bambina che, dai té danzanti di Francoforte, si ritrova rinchiusa nel ghetto di Kosvo prima di finire nel campo di concentramento di Stutthof. Una storia vera, di affetto e devozione. La prova d'amore di una figlia ragazzina, che nella grande tragedia dell'olocausto rifiuta di salvarsi per non abbandonare la madre, perché sa che solo da quel legame forte e profondo, indispensabile per entrambe, potrà attingere la forza per continuare a sperare anche quando, nuda e rasata, si vedrà spinta verso la bocca di un forno crematorio.

Una vita bipolare
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hornbacher, Marya

Una vita bipolare / Marya Hornbacher ; traduzione di Lucia Corradini Caspani

Milano : Corbaccio, 2008

Abstract: Quando Marya Hornbacher pubblicò il suo primo libro, Sprecata: Autobiografia di un'anoressica bulimica che è tornata alla vita, non conosceva ancora la causa profonda della sua infelicità. Poi, a ventiquattro anni, le fu diagnosticata una forma grave di disturbo bipolare, una malattia seria e invalidante. Chi soffre di questa condizione affronta fasi di profonda depressione alternate a fasi maniacali caratterizzate da un eccesso di euforia. Marya Hornbacher ha sperimentato sulla sua pelle cosa vuol dire esserne vittima e, con lo stile che la caratterizza, ci porta con sé sulle montagne russe della sua vita, raccontandoci la sua struggente esperienza. Attraverso immagini di straordinaria potenza viscerale ed emotiva ci conduce dentro i suoi disperati tentativi di contenere oscillazioni d'umore che la fanno sbandare violentemente - digiuno autoimposto, abuso di farmaci e droghe, sesso per intontirsi - sullo sfondo di un'esclusiva scuola d'arte nel Midwest, della San Francisco chic nel suo periodo più brillante e, soprattutto, di innumerevoli reparti psichiatrici. Il fulcro di questo diario coraggioso è la battaglia che la Hornbacher combatte per trovare una via d'uscita da una pazzia che la distrugge, e per riuscire, nonostante tutto, a vivere una vita e un matrimonio difficili, ma talora bellissimi. Un memoir intenso sulle difficoltà e le potenzialità di una vita segnata dalla malattia mentale. Viscerale e coinvolgente.

Io e Dewey
5 0 0
Materiale linguistico moderno

Myron, Vicki - Witter, Bret

Io e Dewey / Vicki Myron ; con Bret Witter ; traduzione di Giulia Balducci

[Milano] : Sperling & Kupfer, 2008

Abstract: A Spencer, un piccolo paese della provincia americana, un gattino di poche settimane viene lasciato da uno sconosciuto nella buca per restituire i libri della biblioteca pubblica. La bibliotecaria adotta il micetto e lo battezza Dewey. In poco tempo Dewey diventerà il beniamino di tutti i cittadini di Spencer che, da sospettosi e scorbutici, si trasformeranno in assidui frequentatori di libri. Dewey infatti possiede un dono: quello di comunicare con i disadattati, gli infelici, i bisognosi di affetto.

Annibale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rumiz, Paolo

Annibale : un viaggio / Paolo Rumiz

Milano : Feltrinelli, 2008

Abstract: Quanto pesano le ceneri di Annibale? Si chiedevano i romani al termine della seconda guerra punica. Niente, era la risposta. Eppure lo spauracchio si trasformò in eroe, l'eroe in mito e il mito in leggenda. Ed è questa leggenda che invade il Mediterraneo fino a lambire le porte dell'Asia. Quella che ci viene incontro è la storia di un uomo, temuto e rispettato, e dei luoghi che lo hanno reso celebre. Con una scrittura che illumina e che rende i fatti storici più contemporanei della cronaca, Paolo Rumiz si imbarca in un viaggio che parte dalla Sardegna - l'isola che profuma di Oriente -, passa per il Rodano, il Trebbia, la leggenda delle Alpi e degli elefanti, l'inferno di Canne, e arriva fino in Turchia, sulla tomba del condottiero. Annibale non è solo un viaggio nella memoria, è anche attualità, le contaminazioni culturali Occidente-Oriente, la scellerata gestione urbanistica nelle grandi città, l'inutilità della guerra, la globalizzazione, Nord Italia e Sud Italia.

Cristo con gli alpini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gnocchi, Carlo

Cristo con gli alpini / Carlo Gnocchi ; prefazione di Armando Torno

Milano : Mursia, 2008

Abstract: Cristo con gli alpini non è un'opera qualunque. Non è, insomma, un diario, un resoconto, una cronaca, una confessione, ma è un atto di fede gettato nella follia della guerra, un gesto di speranza dedicato a coloro che ormai non ripetevano più questa parola, uno slancio d'amore che replica ai colpi della violenza. Per questo don Carlo porta Cristo al fronte, o meglio lo conduce nella disperazione degli accerchiamenti dove si consumavano le ultime forze. Prosa semplice, piccoli esempi e un cuore immenso fanno di questo libro un documento prezioso. Le pagine dedicate a Giorgio, il bambino che ha perso tutto e poi muore, sono più eloquenti di tutte le analisi degli storici. Leggendole si capisce perché tocca alla morte rivelare profonde e arcane somiglianze. Riproporre Cristo con gli alpini significa conoscere un po' di più la guerra e la Russia; queste pagine spiegano l'inizio di un miracolo. (Dalla prefazione di Armando Torno).

La speranza non delude
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ginami, Luigi

La speranza non delude : Santina, una scintilla di luce sull'esperienza drammatica dell'esistenza / Luigi Ginami ; prefazione di card. Joseph Zen

Milano : Paoline, 2008

Abstract: Queste pagine sono il diario del periodo che l'autore trascorre a fianco dell'anziana madre, camminando lungo un percorso di dolore e sofferenza che va dall'operazione a cuore aperto al coma, sino a giungere alla luce di un lento e faticoso recupero. Ripercorrendo quei giorni l'autore si rende conto che la madre non gli ha mai insegnato tanto come in questi ultimi due anni, benché il coma le abbia strappato l'uso della parola. L'autore rilegge così la propria storia - e in questo accompagna per mano il lettore - alla luce del rapporto con Mamma Santina. Il testo è corredato di numerose testimonianze e documenti, tra cui il carteggio tra la madre e il figlio sacerdote, le cartelle cliniche di Santina, i diari dell'autore. Una figura evangelica, Santina, che nella minorità della sua condizione canta la speranza e la vita e, nel silenzio dell'invalidità, fa sue le parole dell'Inno alla carità di san Paolo, là dove la carità tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta.

La vita come è per noi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bérubé, Michael

La vita come è per noi : un padre, una famiglia e un bambino speciale / Michael Bérubé ; prefazione di Anna Contardi (Associazione Italiana Persone Down)

Gardolo : Erickson, 2008

Abstract: La storia di Jamie, un bambino con sindrome di Down, raccontata dal padre. Le difficoltà e gli scogli che una famiglia speciale deve affrontare quotidianamente, i dilemmi sul valore degli interventi da affrontare, la paura del futuro. Ma anche le piccole vittorie, i grandi passi che Jamie è riuscito a compiere verso l'autonomia, la soddisfazione, la gioia e l'orgoglio di vederlo crescere felice. E, soprattutto, la sfida che un genitore come Michael deve vincere per andare contro il pensare comune e vedere il proprio bambino prima di tutto come una persona.

Vendute!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Muhsen, Zana

Vendute! / Zana Muhsen ; con Andrew Crofts ; traduzione di Francesco Forti

Milano : Mondadori, stampa 2008

I miei ricordi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bonatti, Walter

I miei ricordi : scalate al limite del possibile / Walter Bonatti

Milano : Baldini Castoldi Dalai, 2008

Abstract: Le più significative scalate compiute da Walter Bonatti negli anni Cinquanta e Sessanta. Un'antologia in cui, attraverso il racconto di imprese fisicamente estreme, emerge un intreccio di forti motivazioni ed emozioni che, rielaborate con il tempo, tracciano le tappe di una maturazione caratteriale e spirituale. Qui, più che in tutti gli altri suoi libri, il grande alpinista ci spiega l'impulso irrefrenabile all'azione che lo ha portato a concepire e ad affrontare quel genere di avventure che solo le menti più creative osano sognare.

La ragazza dalle 9 parrucche
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stap, Sophie : van der

La ragazza dalle 9 parrucche / Sophie van der Stap ; traduzione di Dafna Fiano

Milano : Bompiani, 2008

Abstract: Amsterdam, 2005: Sophie ha ventun anni quando le viene diagnosticato un cancro al polmone, un cancro raro e aggressivo. La cura: un intero anno di chemioterapia e radioterapia. Per affrontare la situazione, Sophie decide di tenere un diario, in cui annota ansie, paure, sofferenze ma anche (o soprattutto) piccole gioie, il calore della famiglia e degli amici... Soprattutto, però, decide di sfruttare le potenzialità di un supporto essenziale: le parrucche - oggetti che da principio la disgustano e la spaventano, ma che in poco tempo diventano alleati irrinunciabili. Se la caduta dei capelli si è portata via la sua femminilità, la sua personalità, le parrucche gliela restituiscono. Anzi, ogni parrucca ha, a suo modo, una personalità propria. E quindi anche un nome. In base a come si sente o a come ha voglia di sentirsi e di apparire, Sophie sceglie di volta in volta la parrucca da indossare: Una Sophie insicura e timorosa: Stella. Una Sophie sensuale: Uma. Una Sophie sorridente e selvaggia: Sue. e così via... Spesso fantasticando sui fantastici camici bianchi del reparto... Fino a divertirsi, fino a dimenticare la malattia. Fino a guarire.

Sfuggito alle reti del nazismo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

König, Joel

Sfuggito alle reti del nazismo / Joel König ; prefazione di Primo Levi

Milano : Mursia, stampa 2008

Abstract: Indossata la divisa nazista per sfuggire ai persecutori della sua stirpe, un ebreo attraversa tutta l'Europa e raggiunge la Palestina. Protagonista di una storia veramente unica, l'autore è uno dei pochi, fortunati israeliti che riuscirono a filtrare indenni attraverso la rete della Gestapo. Ma è anche un uomo che, pur di fronte a fatti tanto terribili, non riesce a odiare né a nutrire sentimenti di vendetta; un uomo che mantiene sempre un tono distaccato, non di rado ironico e bonario, nel raccontare i fatti di cui è stato testimone attento. Il libro inquadra il periodo dal 1933 al 1944, dall'avvento di Hitler (salutato con entusiasmo dai giovani, König compreso) sino alla fuga dell'autore a Budapest. Di grande interesse la descrizione delle scuole preparatorie per la Palestina, dei contrasti fra le diverse correnti del sionismo, del piccolo ma quanto mai composito mondo delle comunità religiose, della mentalità degli ebrei tedeschi dell'epoca.

Il traduttore del silenzio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hari, Daoud - McKenna, Megan - Burke, Dennis

Il traduttore del silenzio / Daoud Hari ; con Megan McKenna e Dennis Burke

Casale Monferrato : Piemme, 2008

Abstract: Daoud è nato in un piccolo villaggio di capanne, nel Darfur. Capanne rotonde, spaziose, con il tetto di erba che quando piove profuma di buono. E nonostante sia stato lontano anni, prima per studiare in città, poi per lavorare in Libia, Daoud l'ha sempre portato nel cuore. Tanto che, dopo varie e drammatiche vicissitudini, ha deciso di tornare a casa, facendo il percorso inverso a quello di milioni di profughi. Ha ritrovato la sua gente, suo padre e i suoi fratelli, in particolare l'amato Ahmed, appena prima di perdere tutto. Un giorno il villaggio è stato attaccato, le capanne bruciate e Ahmed è stato ucciso. L'ha sepolto Daoud con le sue mani, nella sabbia, prima di incamminarsi nel deserto con i sopravvissuti. Alle loro spalle, le colonne di fumo disperdono nell'aria le ceneri di case, alberi, e anche dei corpi dei vecchi che non hanno voluto o potuto andarsene. Lontane dalla ribalta del mondo, scene come questa accadono quotidianamente nel Darfur. In questa regione del Sudan tanto povera in superficie quanto ricca nel sottosuolo, si consuma da più di vent'anni un genocidio silenzioso e indisturbato, per mano dello stesso governo sudanese.

Solo per giustizia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cantone, Raffaele

Solo per giustizia : vita di un magistrato contro la camorra / Raffaele Cantone

Milano : Mondadori, 2008

Abstract: Il racconto del giudice Cantone prende avvio dal suo ultimo giorno alla Direzione distrettuale antimafia di Napoli: ripercorrendo la sua esperienza, Cantone mostra in che modo un bravo studente di giurisprudenza che voleva addirittura fare l'avvocato sia finito per diventare il nemico numero uno dei boss di Mondragone e Casal di Principe, più di una volta minacciato di morte e da anni costretto a vivere sotto scorta insieme ai familiari. Un'evoluzione che non nasce da una sorta di vocazione missionaria, ma prende forma attraverso un percorso graduale e, talvolta, persino casuale, dove però rimane sempre salda la sua originaria passione per il diritto. Quella che gli fa trattare con la medesima professionalità e dedizione le vicende di un anziano signore che si rivolge alla giustizia per la tragica morte del figlio dovuta a un caso di malasanità e le sofisticatissime indagini condotte insieme al Ros per arrivare alla cattura di Michele Zagaria, la primula rossa dei Casalesi. Ma l'amaro realismo di queste pagine finisce per evidenziare come l'universo camorrista abbia confini ben più estesi e radici ben più profonde dei vertici di qualche clan. Per cui, fino a quando ci saranno politici, funzionari, imprenditori, uomini delle forze dell'ordine e liberi professionisti corrotti, conniventi o sottomessi, la camorra resterà come un'idra cui la giustizia può tagliare una o qualche testa che subito ricresce, mentre coloro che vi si oppongono individualmente sono votati a un pericoloso destino di isolamento.

Un amico come Henry
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gardner, Nuala

Un amico come Henry / Nuala Gardner

Milano : Sperling & Kupfer economica, 2009

Abstract: Dale è un bambino autistico: irritabile, taciturno, è incapace di comunicare con il mondo circostante. Non riconosce nemmeno i suoi genitori, e la vita famigliare ne è quasi distrutta. Ma dopo anni in cui mamma e papa le tentano tutte per ottenere qualche piccolo progresso, la vita di tutti quanti viene trasformata dall'arrivo di un nuovo personaggio: un golden retriver di nome Henry. Sotto gli occhi increduli della famiglia, tra il bambino e il cane si instaura un rapporto sempre più vivace e profondo che piano piano aiuta Dale a uscire dal suo isolamento e a farlo diventare il simpatico e autosufficiente giovane uomo che è oggi.