Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese su
Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi Aristoteles

Trovati 195 documenti.

Mostra parametri
Metafisica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

Metafisica / Aristotele ; traduzione, introduzione e note di Enrico Berti

Roma ; Bari : Laterza, 2017

Abstract: L’importanza di questa nuova traduzione della Metafisica di Aristotele, cioè dell’opera che più di ogni altra ha influenzato la filosofia occidentale, consiste anzitutto nel fatto che essa si basa non sul testo delle più recenti edizioni critiche, come fanno tutte le altre traduzioni, ma sul testo dei manoscritti della cosiddetta ‘famiglia alpha’, oggi riconosciuti da tutti gli studiosi come i più affidabili perché non influenzati dal commento di Alessandro di Afrodisia e degli altri commentatori antichi. Il testo riprodotto a fronte della traduzione è quello dell’edizione Ross, ma il traduttore segnala in nota tutti i passi in cui se ne discosta. Questa scelta, del tutto nuova, permette di restituire in più luoghi il pensiero originale di Aristotele. La traduzione si differenzia da tutte le precedenti per il suo carattere il più possibile letterale, che aderisce al testo greco rendendo tra virgolette i neologismi e le espressioni tecniche introdotte da Aristotele. Ogni intervento del traduttore che vada oltre la lettera è accuratamente posto tra parentesi uncinate, in modo da essere riconoscibile come tale. Le note, oltre a segnalare le variazioni rispetto all’edizione Ross, aiutano la comprensione dei passi più difficili e introducono nuove interpretazioni, dovute agli studi più recenti e alle ricerche dello stesso traduttore. L’introduzione infine propone una nuova interpretazione complessiva della Metafisica di Aristotele, frutto di oltre cinquant’anni di studi personali.

Le categorie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

Le categorie / Aristotele ; a cura di Dario Antiseri

Brescia : La scuola, 2017

Abstract: «Sostanza nel senso più fondamentale, proprio e principale del termine, è quella che né si dice di qualche soggetto né è in qualche soggetto: per esempio, un determinato uomo o un determinato cavallo. Sostanze seconde si chiamano invece le specie in cui sussistono quelle che si dicono sostanze prime, ed oltre alle specie i generi di queste: per esempio, un uomo determinato sussiste nella specie uomo ed il genere di questa specie è animale. Queste, dunque, - come uomo e animale - si chiamano sostanze seconde». «Senza dubbio è difficile fare affermazioni decise per queste cose, senza avervi a più riprese portato sopra l'attenzione. Ma certamente non è inutile l'aver sollevato varie questioni su ciascuno di questi punti». «Le categorie possono essere viste come l'inventario della ricchezza raggiunta dallo spirito umano in un certo stadio della sua storia. Oggi, l'etnolinguistica ha rilanciato in mano ai filosofi il problema delle categorie. Ed è secondo questo spirito che io credo si debbano rileggere le Categorie di Aristotele. Spesso in filosofia ci si diletta nel celebrare le funzioni dei defunti, senza nemmeno sospettare quali grossi problemi teorici si nascondano, al di là delle pur rilevanti questioni storico-filologiche, in un trattatello come le Categorie di Aristotele. Pertanto, se si ritorna a leggere le Categorie, lo si fa perché è un problema teorico che ci sta a cuore, e non una cerimonia.» (Dario Antiseri)

Organon
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

Organon / Aristotele ; coordinamento generale di Maurizio Migliori ; saggi introduttivi, traduzioni, note e apparati di Marina Bernardini ... [et al.]

[Milano] : Bompiani, 2016

3: Costituzione degli ateniesi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

3: Costituzione degli ateniesi = (Athenaion Politeia) / Aristotele ; a cura di P.J. Rhodes ; traduzione di A. Zambrini, T. Gargiulo e P.J. Rhodes

[Milano] : Fondazione Lorenzo Valla : Mondadori, 2016

Politica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

Politica / Aristotele ; a cura di Federico Ferri

Milano : Bompiani, 2016

Abstract: La "Politica" è molte cose. E un manuale di "ingegneria" costituzionale e tecnica di governo, un saggio di economia e di storia delle costituzioni, di dottrina dello Stato e di filosofìa del diritto. Ma è fondamentalmente la trattazione di quella che, fra le scienze che si occupano della condotta morale dell'uomo (animale politico), ha la funzione strutturale, poiché fornisce gli strumenti per ordinare uno Stato in cui sia possibile vivere bene (e, ultimamente, umanizzarsi). Tessendo la sua ricca trama, Aristotele tiene mirabilmente uniti sintesi teorica e analisi (a tratti sorprendentemente "attuale") della realtà del suo tempo, orizzonte "ideale" e realismo. Al centro di tutto il ruolo dell'educazione, il cui delicatissimo compito è garantire la riproduzione dell'ethos capace di far perdurare la costituzione, e quindi lo Stato. La presente edizione offre una versione insieme rigorosa e leggibile di questo testo chiave del pensiero politico occidentale. L'introduzione, concepita come un "capitolo di manuale" sulle scienze pratiche aristoteliche, "mette a sistema" etica e politica, in prospettiva prevalentemente didattica. La titolazione dei capitoli e la lista delle parole-chiave velocizzano l'individuazione di temi e percorsi all'interno dell'opera. L'ampia sintesi di tutti i capitoli degli otto libri, infine, fornisce al lettore una guida per ordinare i contenuti e una mappa per orientarsi nelle argomentazioni. L'opera è curata da Federico Ferri che insegna filosofia e storia nei licei e fa parte del Coordinamento delle scuole milanesi per la legalità e la cittadinanza attiva.

2: Libri 5.-8.
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

2: Libri 5.-8. / Aristotele ; traduzione di Roberto Radice e Tristano Gargiulo ; commento di David Keyt e Richard Kraut

Abstract: "La democrazia si è formata quando si è passati, dalla convinzione che tutti sono uguali per certi aspetti, all'idea che tutti sono uguali per tutti gli aspetti (siccome tutti sono parimenti liberi, tutti si credono assolutamente uguali); per contro, l'oligarchia ha tratto origine dal fatto che, dall'essere alcuni diversi per un certo aspetto, credono di esserlo per ogni aspetto (poiché certi sono disuguali nella ricchezza, sono convinti di esserlo in ogni senso). Ecco allora che gli uni, ritenendosi uguali, si arrogano il diritto di partecipare in ugual misura a tutti i beni; e invece gli altri, convinti della loro diversità, pretendono per sé sempre di più, essendo appunto quel "di più" il segno di questa diversità." È quel che scrive Aristotele all'inizio del Libro V. La "Politica" di Aristotele nasce come "guida completa per capi politici e per cittadini attivi", ma ben presto il lettore si accorge che ad Aristotele non interessa una semplice analisi scientifica delle forme di governo, bensì la domanda, già posta nell'Etica Nicomachea: "Qual è il sommo bene per l'uomo?". È appunto di competenza dello studio della politica affrontare tale problema etico. La Fondazione Valla dedica alla nuova grande serie della "Democrazia in Grecia" sei volumi, dei quali questo è il secondo. Commento di David Keyt e Richard Kraut.

Retorica ad Alessandro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

Retorica ad Alessandro / [Aristotele] ; introduzione, traduzione, note e apparti di Maria Fernanda Ferrini

Milano : Bompiani, 2015

Abstract: La Rhetorica ad Alexandrum è l'unico testo conservato integralmente all'interno di una vasta produzione di 'technai rhetorikai', cui fanno più volte accenno sia Platone sia Aristotele, e il primo di una serie di trattati sistematici, di manuali pratici, in Grecia e a Roma. La sua lettura apre uno spiraglio di osservazione sulla vita sociale e politica, sul diritto greco, sulla retorica e sull'eloquenza nello stadio intermedio fra i primi retori e Aristotele. Nel trattato si dà rilievo alle potenzialità dell'argomentazione, volta ad assicurare la vittoria all'oratore: oltre che come mezzo di persuasione, la retorica si configura essenzialmente come teoria della comunicazione linguistica nello spazio costituito e controllato della polis, in cui si assegna istituzionalmente un ruolo preminente alla parola 'pubblica', che traduce in dibattito i possibili conflitti, sia privati sia pubblici. L'opera fa parte del Corpus Aristotelicum ed è collocabile nel IV secolo a.C, escluse alcune sezioni. La paternità aristotelica è stata messa in dubbio in epoca moderna: alcuni commentatori ed editori hanno attribuito il trattato ad Anassimene di Lampsaco, storico e retore del TV secolo a.C. Alla sua conoscenza e alla sua diffusione, a partire dal Quattrocento, ha contribuito la traduzione latina di Francesco Filelfo.

La metafisica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

La metafisica / Aristotele ; a cura di Carlo Augusto Viano

Torino : UTET , 2014

Abstract: La metafisica, opera appartenente al gruppo degli scritti esoterici di Aristotele, è composta da quattordici libri ed è stata risistemata tre secoli dopo la morte del filosofo da Andronico di Rodi. Con il titolo metafisica attribuito non da Aristotele, ma dai suoi discepoli - è tramandata una raccolta di testi, composti in tempi diversi e da punti di vista differenti, incentrati sulla scienza teoretica, che il filosofo considerava la più alta e importante. Il termine metafisica (ta mera ta physika), infatti, si presta a più interpretazioni, come ciò che viene dopo la fisica, intendendo che il suo studio dovrebbe seguire quello della fisica, o come ciò che è più importante della fisica, dal momento che tratta problemi più fondamentali fornendo risposte più rilevanti. Aristotele indicò questa scienza con nomi diversi - teologia, sapienza, filosofia prima (in contrapposizione alla fisica che è la filosofia seconda) - e la definì in quattro modi: studio delle cause e dei principi primi, studio dell'essere in quanto essere; studio della sostanza; studio di Dio e della sostanza immobile. Il suo oggetto d'indagine è dunque la realtà in generale, ovvero gli aspetti fondamentali e comuni di tutta la realtà.

Vol. 1:  Libri 1.-4.
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

Vol. 1: Libri 1.-4. / Aristotele

Abstract: Poiché non esiste città che non sia una comunità e non c'è comunità che non sussista in vista di un certo bene, è indubbio che tutte vanno in cerca di un qualche bene, ma soprattutto lo perseguirà la comunità che, per essere sovrana fra tutte e comprensiva di tutte, cercherà il bene che sovrasta tutti gli altri. Si tratta di quella che noi chiamiamo città o comunità politica. Le prime righe della Politica di Aristotele testimoniano del suo tentativo di fondare l'analisi politica sui valori etici. Tutto il libro è, in effetti, una riflessione attenta sulle forme di governo della Grecia classica. Aristotele pensa alla democrazia sostiene Richard Kraut, come a un sistema che miri alla libertà, e non solamente all'uguaglianza, e un aspetto della libertà della quale i democratici devono tener conto consiste nell'equa suddivisione del potere (vale a dire: governare ed essere governati a propria volta). Ma un altro aspetto è per Aristotele ancora più interessante: la libertà di vivere la propria vita così come uno la sceglie. Introduzioni di Luciano Canfora e Richard Kraut. Commento di Trevor J. Saunders e Richard Robinson.

Il movimento degli animali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

Il movimento degli animali / Aristotele ; a cura di Pietro Giuffrida ; prefazione di Luigi Ruggiu ; nota introduttiva di Andrea Le Moli

Sesto San Giovanni : Mimesis, 2014

Abstract: Il De motu animalium attraversa e istituisce, con un solo movimento di pensiero, il complesso territorio teorico che va dalla rotazione del primo cielo ai cambiamenti cui vanno incontro i viventi, dalla relazione al primo motore immobile all'oggetto del desiderio verso cui si dirigono uomini ed animali. Il trattato rinnova così la sfida di un pensiero che pretende di declinare un unico modello esplicativo su dipartimenti scientifici diversi, cercando di rendere giustizia alle differenze costitutive di ciascun dominio, ma ancora alla ricerca di una strategia inclusiva, che comprende il particolare inserendolo in un palinsesto generale. Pur presentandosi come un'ulteriore presentazione della teoria del primo motore immobile, forse l'ultima in ordine di tempo, il De motu non cela, ma anzi mette in primo piano, il debito teorico contratto nei confronti dell'automotore platonico, presentando le ragioni che hanno condotto al superamento della teoria del maestro. Prefazione di Luigi Ruggiu, nota introduttiva di Andrea Le Moli.

Retorica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

Retorica / Aristotele ; introduzione, traduzione, note e apparati di Fabio Cannavò

Milano : Bompiani, 2014

Abstract: Scritta dopo la Poetica, la Retorica appartiene all'ultimo periodo della vita di Aristotele. Ci è stata tramandata in tre libri che l'antico dossografo, Diogene Laerzio, ricorda separatamente. I primi due libri hanno per oggetto generale l'argomentazione, mentre il terzo prende forma dalla composizione di due trattatelli, rispettivamente sullo stile (elocutio) e sull'ordine (dispostilo) delle parti del discorso. Riassumendone altrimenti i contenuti, il primo libro si potrebbe considerare il libro dell'oratore, il secondo il libro del pubblico, il terzo, infine, quello più vicino alle tematiche della retorica tradizionale, il libro della comunicazione. L'importanza attribuita nei primi due libri al ragionamento retorico, alle argomentazioni concepite dall'oratore (I libro) e recepite dall'uditorio (II libro), sta a indicare il contributo che Aristotele apporta alla retorica tradizionale, proponendo una retorica del ragionamento in luogo di quella della mozione degli affetti, una retorica di cui l'elocutio (lo stile) è ormai solo una parte e, certo, non la più importante.

Politica
0 0 0
Monografie

Aristoteles

Politica / Aristotele ; introduzioni di Luciano Canfora e Richard Kraut ; traduzione di Roberto Radice e Tristano Gargiulo ; commento di Trevor J. Saunders e Richard Robinson

[Milano] : Fondazione Lorenzo Valla : Mondadori, 2014-

La Costituzione degli ateniesi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

La Costituzione degli ateniesi / Aristotele ; traduzione e note di Mario Bruselli ; prefazione di Luciano Canfora

Milano : BUR : Corriere della sera, 2012

Metafisica. Libro 1
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

Metafisica. Libro 1 / Aristoteles ; traduzione e note di Marcello Zanatta ; prefazione di Emanuele Severino

Milano : BUR : Corriere della sera, 2012

Poetica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

Poetica / Aristotele ; traduzione e note di Diego Lanza ; prefazione di Guido Paduano

Milano : BUR : Corriere della sera, 2012

Etica Eudemia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

Etica Eudemia / Aristotele ; introduzione, traduzione e note di Marcello Zanatta

Milano : BUR, 2012

Abstract: Nell'Etica endemia il pensiero morale di Aristotele raggiunge la tensione speculativa più alta e la piena maturità. Posteriore all'Etica nicomachea, questo trattato ne riformula le dottrine in una esposizione sintetica e al tempo stesso concettualmente e formalmente più rigorosa. Vi si trova, in particolare, una più solida analisi del rapporto fra la virtù etica e la contemplazione di dio, che porta Aristotele a delineare un profilo dell'uomo di straordinaria ricchezza. La paternità aristotelica dell'opera, a lungo dibattuta, è oggi riconosciuta dalla grande maggioranza degli studiosi e può considerarsi assodata. La presente edizione, condotta sul testo critico di Susemihl, è arricchita da una monografia introduttiva e da un ampio apparato di note filologiche e storiche.

I principi del divenire
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

I principi del divenire : libro primo della Fisica / Aristotele ; a cura di Emanuele Severino

11. ed.

Brescia : La scuola, 2012

Abstract: L'importanza del primo libro della Fisica di Aristotele sta - scrive nell'Introduzione Emanuele Severino - nel fornire una interpretazione critica della storia del pensiero prearistotelico, che, unitamente a quella, più celebre, contentuta nel libro primo della Metafisica, costituisce il primo esempio di organizzazione sistematica della storia della filosofia. La traduzione e il commento di Severino mostrano non solo la potenza argomentativa dei passi aristotelici, ma ne evidenziano la risonanza nella filosofia occidentale. Una edizione che, fin dal suo primo apparire, ha formato generazioni di studenti e lettori, tanto da farne un classico degli studi aristotelici e dell'apprendimento della filosofia.

Le piante
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

Le piante / Aristotele ; introduzione, traduzione, note e apparati di Maria Fernanda Ferrini

Milano : Bompiani, 2012

Abstract: Il testo originale del Peri phyton è perduto, e il trattato che leggiamo in greco, edito per la prima volta nei Geoponica (1539), e incluso in tutte le edizioni del Corpus Aristotelicum, a partire dalla seconda edizione di Basilea (1539), è la retroversione greca (anonima) condotta sulla traduzione latina, condotta a sua volta su una traduzione araba di una traduzione siriaca. Il Medioevo latino attribuisce quasi unanimemente il trattato ad Aristotele. Il trattato ha un carattere peculiare nell'ambito della botanica antica, in quanto affronta temi discussi principalmente in ambito biologico e filosofico: se la pianta sia un essere vivente, quale tipo di anima abbia, se sia capace di percepire, se i sessi siano in essa distinti, e in genere quali caratteristiche tipiche della fisiologia animale sia possibile riconoscere anche nella pianta. Esso ha costituito nel Medioevo e nel Rinascimento una delle fonti antiche più lette, come dimostrano, tra gli altri, il De vegetabilibus di Alberto Magno, e il commento della retroversione greca da parte di Giulio Cesare Scaligero. Il testo greco stampato a fronte della traduzione è (tranne in alcuni punti, segnalati e discussi nelle note) quello dell'edizione del 1989, curata da H. J. Drossaart Lulofs (editore delle versioni orientali) e E. L. J. Poortman (editore della versione latina e greca).

Fisica. Libro 3.
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

Fisica. Libro 3. / Aristotele ; introduzione, traduzione e commento di Monica Ugaglia

Roma : Carocci, 2012

Abstract: Movimento è l'atto dì ciò che è in potenza, in quanto tale. Illimitato è ciò di cui, per chi prenda secondo il quanto, continua ad esserci qualcosa da prendere oltre . Al lettore - sia egli un filosofo, un fisico o un matematico - che intenda avventurarsi nella non facile impresa di penetrare il senso di simili definizioni è dedicata questa edizione del libro III della Physica, la quale affronta, accanto alle questioni testuali e filosofiche, anche gli aspetti più tecnici della trattazione aristotelica.

Fisica. Libro 4.
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles

Fisica. Libro 4. / Aristotele ; introduzione, traduzione e commento di Laura M. Castelli

Roma : Carocci, 2012

Abstract: Tutti, infatti, pensano che le cose che sono siano da qualche parte [...] e il tipo di movimento più comune e che più merita questo nome, che chiamiamo locomozione, è secondo il luogo. Il vuoto è oggetto di dubbi e credenze simili a quelle di cui è oggetto il luogo in virtù del modo in cui è concepito. Degne d'investigazione sono anche le questioni di come il tempo stia in relazione all'anima e del perché il tempo sembri essere in ogni cosa, sulla terra e nel mare e nel cielo. Luogo, vuoto, tempo: al centro del libro IV della Fisica, questi concetti continuano a sollecitare la nostra riflessione. L'analisi proposta li indaga nel quadro più ampio della filosofia della natura e dell'ontologia aristoteliche; la traduzione, pensata per restituire anche le sfumature e le ambiguità del testo greco, è seguita da un ampio commento che rende conto della struttura argomentativa del testo e dei principali problemi esegetici e concettuali.