Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese su
× Nomi Pirandello, Luigi
× Editore Bolis <casa editrice>
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2006
× Target di lettura Adulti, generale

Trovati 16622 documenti.

Mostra parametri
Fuori da un evidente destino
4 0 0
Materiale linguistico moderno

Faletti, Giorgio

Fuori da un evidente destino / Giorgio Faletti

Milano : Baldini Castoldi Dalai, 2006

Abstract: Il passato è il posto più difficile a cui tornare. Jim Mackenzie, pilota di elicotteri per metà indiano, lo impara a sue spese quando si ritrova dopo parecchi anni nell'immobile città ai margini della riserva Navajo in cui ha trascorso l'adolescenza e da cui ha sempre desiderato fuggire con tutte le sue forze. Jim è costretto a districarsi tra conti in sospeso e parole mai dette, fra uomini e donne che credeva di aver dimenticato e presenze che sperava cancellate dal tempo. E soprattutto è costretto a confrontarsi con la persona che più ha sfuggito per tutta la vita: se stesso. Ma il coraggio antico degli avi è ancora vivo ed è un'eredità che non si può ignorare quando si percorre la stessa terra. Nel momento in cui una catena di innaturali omicidi sconvolgerà la sua esistenza e quella della tranquilla cittadella dell'Arizona, Jim si renderà conto che è impossibile negare la propria natura quando un passato scomodo e oscuro torna per esigere il suo tributo di sangue.

Le chiavi della malattia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Grau, Joaquín

Le chiavi della malattia : trattato teoretico-pratico di anatheóresis / Joaquín Grau

Nuova ed

[S. l.] : Servitium, 2006

Abstract: Questo libro è un trattato scientifico della terapia che si pratica già in due continenti e si va sempre più diffondendo. Ma nelle sue pagine, l'Autore raccoglie anche decine di interessanti sedute anateoretiche di persone sia sane che ammalate, in cui anche il lettore si vedrà più o meno rappresentato. Joaquín Grau espone, infatti, le autentiche esperienze gioie e sofferenze che ogni embrione e feto sperimenta, come pure quel morire alla vita che è la nascita, insieme alle particolarità della nostra percezione durante l'infanzia. Il lettore, insomma, si rende soprattutto conto che le ragioni della malattia e del disagio hanno spesso radici profonde e forse insospettate; ma anche che è possibile guarirne con una rivisitazione degli stadi prenatali e infantili: questo libro, infatti, è un nuovo modello della topografia della coscienza; e forse è l'apporto più rivoluzionario nell'attuale ricerca di un nuovo modo d'intendere la medicina.

2
0 0 0
Materiale linguistico moderno

IasenzaNiro, Marcellino

2 : Sacerdote carismatico / p. Marcello IasenzaNiro

San Giovanni Rotondo : Padre Pio da Pietrelcina, c2006

Fa parte di: IasenzaNiro, Marcellino. Il padre : San Pio da Pietrelcina : testimonianze / p. Marcello IasenzaNiro

Teoria e pratica della non-violenza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gandhi, Mohandas Karamchand

Teoria e pratica della non-violenza / M. K. Gandhi ; prefazione e introduzione di Giuliano Pontara

Roma : Gruppo editoriale L'espresso, 2006

Don Antonio Seghezzi, 1906-1945
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Zanchi, Goffredo

Don Antonio Seghezzi, 1906-1945 : prete per amore del Padre e dei fratelli / Goffredo Zanchi

Milano : Glossa, 2006

Sentire l'altro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Boella, Laura

Sentire l'altro : conoscere e praticare l'empatia / Laura Boella

Milano : R. Cortina, 2006

Abstract: Il tema dell'empatia chiama a un confronto con l'esperienza vissuta, a un approfondimento delle emozioni, delle reazioni corporee, degli atti mentali che intervengono nei rapporti con gli altri. Chiama soprattutto a un passaggio dalla filosofia a una delle realtà più importanti per la vita di ognuno: la scoperta dell'esistenza dell'altro. Restituire all'empatia la sua specificità di atto che sta alla base delle svariate forme dell'entrare in relazione è un modo per rendere più concreto il vivere insieme agli altri e per rispondere a un bisogno confuso, ma non per questo meno urgente, di quest'epoca.

Quando tutte le donne del mondo...
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Beauvoir, Simone : de

Quando tutte le donne del mondo... / a cura di Claude Francis e Fernande Gontier

Torino : Einaudi, 2006

Abstract: Famiglia, contraccezione, amore, aborto, violenza: attraverso articoli, interviste, note, Simone de Beauvoir affronta senza reticenze la condizione della donna e invita uomini e donne a considerare la vera uguaglianza dei sessi una conquista necessaria al progresso della società. Pubblicato in Italia nel 1982, le pagine militanti di questo libro conservano una straordinaria e bruciante attualità, soprattutto oggi che alcuni diritti civili, conseguiti grazie alle lotte del movimento femminista, vengono messi in discussione da certi ambienti politici e confessionali.

Educare al bene comune
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pizzi, Fabrizio

Educare al bene comune : linee di pedagogia interculturale / Fabrizio Pizzi

Milano : V&P, 2006

Abstract: I moderni fenomeni di migrazione incrementano i rapporti tra individui, gruppi e culture e pongono la necessità (e magari anche il desiderio) di imparare a convivere, di apprendere a interagire e a collaborare. Sotto l'aspetto pedagogico, questo comporta l'esigenza di educare al rispetto dell'identità nella diversità, nella tutela delle peculiarità individuali e con l'impegno di promuovere inedite modalità di convivenza democratica. Sulla base di queste considerazioni, questo saggio propone un'articolata indagine sui temi e sugli sviluppi della pedagogia in chiave interculturale. Il percorso suggerito spazia dalla descrizione teorica dei fenomeni migratori, alla progettualità di interventi concreti, dall'analisi di problematiche epistemologiche alla riflessione su concetti chiave come identità, diversità, alterità, incontro, confronto, dialogo, dalla presentazione di modelli teorici di riferimento agli interrogativi sulle nozioni di pluralismo e cittadinanza. Ne emerge l'immagine di una pedagogia che proprio nelle odierne situazioni di elevato pluralismo socio-culturale trova il suo compito principale in una rinnovata (e necessaria) riflessione sull'uomo (soprattutto sull'uomo in rapporto con l'altro) e sulla sua educabilità.

Pedagogia generale e filosofia dell'educazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pedagogia generale e filosofia dell'educazione : seminari itineranti interuniversitari di pedagogia generale : atti del Convegno, Milano, 4 novembre 2005 / a cura di Giuseppe Vico

Milano : V&P, 2006

Abstract: Questo volume raccoglie i contributi dei relatori al Seminario itinerante interuniversitario sul tema Pedagogia generale e filosofia dell'educazione, svoltosi a Milano, Università Cattolica, il 4 novembre 2005. La condizione attuale della pedagogia è stata colta nella sua identità e dignità scientifica e nella sua complessità articolata e sempre più presente nelle risposte ai bisogni educativi e formativi del nostro tempo. Presenza non certo facile ma che sollecita a confermare fiducia e speranza nella ricerca pedagogica. Non si poteva escludere il rapporto peculiare e determinante con la filosofia, con la filosofia dell'educazione e con gli snodi fondamentali che hanno arricchito la pedagogia di molte opportunità fondative e di più puntuali attenzioni alla persona, alla società e a un'umanità sempre più connotata dalla mobilità e dal bisogno che qualcosa di forte e di condiviso permanga nell'educazione dell'uomo. La sostanza e l'originalità degli interventi assumono, in questo particolare momento culturale, un significato di riconsiderazione del sapere pedagogico e di rilancio dello stesso alla luce di una nuova motivazione presente nei vari contesti universitari.

Schegge di pedagogia generale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Orsenigo, Jole

Schegge di pedagogia generale : introduzione al mondo della formazione / Jole Orsenigo

Milano : Unicopli, 2006

La comunicazione formativa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cambi, Franco - Toschi, Luca

La comunicazione formativa : strutture, percorsi, frontiere / Franco Cambi, Luca Toschi

Milano : Apogeo, 2006

Abstract: La formazione intesa in senso ampio, come formazione dell'uomo, è un processo fondamentale nello sviluppo della nostra civiltà, che ha occupato un posto centrale nella riflessione filosofica e pedagogica. Nel mondo attuale il processo formativo è diventato più complesso e multiforme; è uscito dai confini delle due istituzioni (famiglia e scuola) a esso storicamente dedicate; si è dovuto confrontare con lo sviluppo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Ragionare sulla formazione oggi richiede dunque uno strumentario concettuale più articolato, nel quale non possono mancare modelli e paradigmi elaborati nell'ambito delle teorie della comunicazione. A favorire tale incontro tra comunicazione e formazione mira questo libro. Nelle prime due parti del volume Luca Toschi e Franco Cambi riesaminano i concetti di comunicazione e formazione, esplorandone le aree di contatto. Nella terza parte Alessandra Anichini, Vanna Boffo e Alessandro Mariani passano in rassegna i diversi ambiti nei quali la comunicazione formativa ha luogo: dalla famiglia alla scuola, ai media, ai rapporti interpersonali, alle nuove tecnologie. La quarta parte, infine, passa in rassegna alcune altre aree di frontiera della comunicazione formativa.

Gruppo gruppo delle mie brame...
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Loos, Sigrid - Vittori, Rita

Gruppo gruppo delle mie brame... : giochi e attività per un'educazione cooperativa a scuola / Sigrid Loos, Rita Vittori

Torino : EGA, 2006

Abstract: Il gioco ha sempre rappresentato un ambiente favorevole all'apprendimento di nuove modalità relazionali e di lavoro: si impara divertendosi, e le capacità acquisite attraverso l'attività ludica vengono trasferite anche in altri contesti. Questo è vero soprattutto a scuola, dove i giochi diventano per l'insegnante un'occasione preziosa per comprendere meglio il gruppo di bambini con cui ogni giorno deve confrontarsi. In questo manuale, le autrici propongono più di 60 giochi cooperativi da usare a scuola: un efficace strumento educativo per aiutare gli insegnanti a risolvere con successo i conflitti tra bambini all'interno del gruppo classe, creando un clima collaborativo e aperto al dialogo. Un volume pensato per la scuola ma utile anche per chi si occupa di animazione con gruppi di bambini.

I buchi neri dell'educazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mantegazza, Raffaele

I buchi neri dell'educazione : storia, politica, teoria / Raffaele Mantegazza

Milano : Elèuthera, 2006

Abstract: La storia, la politica, la teoria: oggetti che la pedagogia e l'educazione contemporanee sembrano aver dimenticato, buchi neri dai quali esse si tengono lontane con una sorta di paura. Cosi si educa senza mostrare la storicità delle cose, delle azioni, delle scelte, senza sottolineare la politicità dell'educazione e il suo fondarsi su una determinata concezione della società, senza approfondire teoricamente ciò che si mette in pratica. L'effetto di queste pratiche educative è il soggetto che vive in un presente puntuale e senza storia, che non riesce a cogliere la centralità della politica per la vita quotidiana, che ha eliminato la riflessione teorica dalle sue attività. Questo libro riabilita l'educazione alla storia, alla politica, alla teoria, e soprattutto cerca di riscrivere la storia delle pratiche educative come pratiche di potere, di pensare a una politica dell'educazione, di riproporre una forte teoria filosofica dell'educazione.

Il sogno della non violenza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

King, Martin Luther

Il sogno della non violenza : pensieri / Martin Luther King jr ; a cura di Coretta Scott King ; traduzione di Stefano Valenti

Milano : Feltrinelli, 2006

Abstract: Martin Luther King è stato uno dei principali simboli della lotta afroamericana per i diritti civili. In questa raccolta di citazioni, curata dalla vedova King, viene chiarito il punto di vista del leader nero su questioni, tuttora attualissime, come il razzismo, i diritti civili, la giustizia, la libertà, la fede e la religione, la non violenza e la pace. Sono poi riportati brani dei discorsi più celebri: I've Been to the Mountain Top, l'ultimo prima di morire, a Memphis nel 1968, e I Have a Dream, a Washington nel 1963, oltre alla proclamazione del Martin Luther King Day da parte del presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan nel 1986. A fine volume si trova una cronologia.

Comunita di pratica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wenger, Etienne

Comunita di pratica : apprendimento, significato e identità / Etienne Wenger ; prefazione all'edizione italiana di Giuseppe Scaratti ; postfazione di Domenico Lipari

Milano : R. Cortina, 2006

Abstract: Ogni organizzazione è una costellazione di 'comunità di pratica'. Con questa idea Wenger getta le fondamenta del pensiero che le organizzazioni dovranno adottare per sopravvivere nel XXI secolo. Comunità di pratica presenta una teoria dell'apprendimento che vede il coinvolgimento nella pratica sociale come il processo fondamentale attraverso cui impariamo e diventiamo quelli che siamo. L'unità primaria di analisi non è né l'individuo né l'istituzione sociale, ma quella comunità operativa formata da persone che svolgono delle attività in comune in un certo arco di tempo. Per delineare la dimensione sociale dell'apprendimento, la teoria analizza in modo sistematico l'intersezione tra i problemi di comunità, pratica sociale, significato e identità. Ne emerge un ampio schema di riferimento concettuale per intendere l'apprendimento come processo partecipato e condiviso. Il volume di Etienne Wenger costituisce una lettura fondamentale per tutti coloro che, a diverso livello e con molteplici finalità - studiosi, ricercatori, consulenti, formatori, operatori -, si occupano di processi di apprendimento, di conoscenza dei (e del conoscere nei) contesti lavorativi, di azioni e trasformazioni organizzative.

Che nome sei?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Calefato, Patrizia

Che nome sei? : nomi, marchi, tag, nick, etichette e altri segni / Patrizia Calefato

Roma : Meltemi, 2006

Abstract: I nomi di persona sono un po' come degli abiti che ci identificano entro una moltitudine e che allo stesso tempo ci aderiscono, appartenendoci come una seconda pelle. Questo libro esplora i poteri del nome proprio in ambiti diversi della comunicazione: dal nome come volto che ad altri rivolgiamo al ruolo semiotico della marca, del logo, del packaging, agli aspetti caricaturali dei nomignoli, alla funzione di maschera che il nome proprio assume nei nickname virtuali e nelle pratiche di anonimato diffuse nelle reti telematiche e in alcuni nuovi movimenti. Nominare è sempre fare esistere, è sempre rendere un po' persone i luoghi, gli animali, gli oggetti. Dare vita nel nome può significare possesso, come ci rivelano i nomi lasciati nella storia dagli imperi che hanno ribattezzato nel mondo esseri umani, città, fiumi, montagne. Può significare invece lasciare andare, come accade quando il nome è la cifra della separazione dal corpo materno di un corpo nuovo che nasce. I nomi citano, aiutano a ricordare, anche se a volte li si dimentica. Il nome.., non lo si può nominare invano. L'anonimato diventa allora il massimo del lusso possibile: essere nessuno. Oppure essere tutti allo stesso tempo, nella condivisione dei linguaggi e delle conoscenze resi oggi in potenza generalmente disponibili.

Educazione e solidarietà
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tapia, María Nieves

Educazione e solidarietà : la pedagogia dell'apprendimento-servizio / María Nieves Tapia

Roma : Città nuova, 2006

Abstract: Contro il bisogno comunitario innato nell'essere umano, nella società contemporanea si va sempre più affermando una cultura individualistica caratterizzata dal primato dell'individuo sulla comunità, del piacere sul dovere, della sicurezza propria su quella altrui, dello star bene con sé sullo star bene insieme. Contro questa situazione è necessario e urgente riaffermare il senso di comunità. Un contributo importante in questa direzione può venire dagli studi sull'educazione prosociale. Con prosocialità si indicano quei comportamenti finalizzati ad aiutare un'altra persona o gruppo, senza alcuna forma di ricompensa esterna.

Miseria umana della pubblicità
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gruppo Marcuse

Miseria umana della pubblicità : il nostro stile di vita sta uccidendo il mondo / Gruppo Marcuse

[Milano] : Eléuthera, 2006

Abstract: Da quando è comparsa, la pubblicità ha continuato a estendere il suo impero. Oggi si stima che siamo bombardati da circa 3.000 messaggi pubblicitari al giorno. Eppure il vero problema non è questo eccesso, che a quanto pare non ha ancora raggiunto il suo limite, ma il potere conquistato dalla pubblicità, che è riuscita a trasformare lo spazio pubblico in un catalogo pubblicitario. Nata come strategia commerciale al servizio dell'economia, la pubblicità ha ampiamente travalicato l'ambito della propria competenza arrivando a plasmare un modello di vita. Non è dunque un caso se proprio la pubblicità è stata presa di mira dai nuovi movimenti di contestazione radicale come il movimento anti-pub francese o l'americano adbuster.

La pratica dell'aver cura
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mortari, Luigina

La pratica dell'aver cura / Luigina Mortari

[Milano] : B. Mondadori, 2006

Abstract: Tutti hanno necessità di ricevere cura e di avere cura. L'essere umano ha bisogno di essere oggetto di pratiche di cura ­ piano della passività ­ perché è il ricevere cura a partire dalla nascita la condizione necessaria affinché si dischiudano le stesse possibilità di vita. E allo stesso tempo ha bisogno di essere soggetto di pratiche di cura ­ piano, dell'attività ­ ovvero di avere cura di sé, degli altri e del mondo per costruire significato nella sua esistenza. Caratteristica di questo libro è di connettere le radici filosofiche del concetto di cura con i problemi delle pratiche di cura. Particolare attenzione è rivolta alla cura nell'ambito della pratica educativa.

Arianna e l'angelo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Doni, Martino

Arianna e l'angelo : episteme e fantasia della contingenza / Martino Doni

Milano : Medusa, 2006

Abstract: Da molti inteso come luogo iniziatico, il labirinto in questo libro è un pretesto. Il labirinto come gioco linguistico, come rete che trattiene le parole, i sogni, le ossessioni, i tentativi della cultura e della scienza - e i loro fallimenti: di questo parla Arianna e l'angelo. Il tema dominante è l'incompletezza umana, intesa come chiave di lettura della costruzione del sapere e delle istituzioni. Questo argomento costituisce il duplice ingresso nel labirinto, duplice perché non si entra mai una volta per tutte nell'esperienza, la si ripete sempre, a un passo più in là da dove si era prima, ma sempre lontani da dove si vorrebbe essere.