LORENZA MEDICI

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Risvegli - Oliver Sacks

Non so dire se il libro e scritto bene o male e' il contenuto che lascia senza parole. E' incredibile soprattutto la descrizione di come le persone che riprendono a muoversi o a parlare dopo anni di immobilismo non abbiano perso nessuna tonicita' muscolare e nemmeno fluidità nel linguaggio. La spiegazione sembra essere che in realtà ciò che noi vediamo come immobile e' un tempo rallentatissimo ma è comunque movimento. Una dimensione di spazio e tempo diversa. Sarebbe interessante leggere ora gli aggiornamenti di questa disciplina clinica.

Vite brevi di idioti - Ermanno Cavazzoni

Il libro contiene dei racconti di 1 /2pagine ciascuno, che hanno come protagonista un idiota , uomo o donna. Scritti come la cronaca di un evento, un episodio, un frammento di biografia. Come potremmo leggerlo su una pagina di un giornale locale. La lingua usata e quella parlata , semplice a volte elementare. Alcune in prima persona come scritte dai protagonisti.Non si capisce se sono inventate o ispirate a qualcosa di reale. Dopo un primo momento di curiosità il contenuto del libro mi è parso sterile, poco stimolante. Forse è un gioco dell' autore che nulla voleva più di questo.

Dove finiscono le mappe - Attilio Brilli

Bellissimo libro. Scritto in modo scorrevole ben documentato ricco di spunti . Una nuova prospettiva per capire il grande contributo che i navigatori, spesso commercianti, hanno dato alla geografia. La figura del capitano della nave diventa eroica intelligente colta , in grado di padroneggiare saperi in moltissimi campi. Un sapere dato dal l'esperienza che si rivela preziosissimo e necessariamente libero da ideologie o religioni , perché l esatta ubicazione delle terre rappresenta la differenza tra morire e sopravvivere.

Breve storia delle natiche - Jean-Luc Hennig

Il libro mi ha incuriosito per il titolo ma il contenuto e deludente, superficiale e poco interessante. Non ci sono neppure notizie biografiche sull autore per capire la formazione culturale o quale obbiettivo si prefiggeva con questo testo che non è nulla n'è un saggio, n'è un romanzo... Effettivamente il titolo appare nella bibliografia di un altro libro l arte di stare sdraiati che si è rivelato altrettanto insignificante..

L'arte di stare sdraiati - Bernd Brunner

Il libro e un po' deludente si legge velocemente , non sembra approfondire nessun aspetto in particolare quindi risulta superficiale. Potrebbe essere l articolo di una rivista più che un libro specifico sul l'argomento.

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate