ANTONELLA AIROLDI

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Uomini nudi - Alicia Giménez-Bartlett

Uomini nudi entra così intensamente e prepotentemente nella testa del lettore perché è proprio come la parola su cui cade l’occhio nel titolo: nudo. Non ha riguardi, non ha remore: Uomini nudi descrive tutte le vicende così come accadono, si muove attorno ai protagonisti ma soprattutto nelle loro teste per scavare nel loro animo più profondo. https://justanotherpoint.wordpress.com/2017/08/10/leggendo-151-uomini-nudi/

Il sapore perfetto - José Manuel Fajardo

La vacanza inizia quando ci si tuffa nelle pagine dei luoghi che si vedranno, quando le onde del mare cominciano a rincorrersi fra i paragrafi e il profumo del cibo a invadere ogni parola che richiama una terra di profumi e sapori speciali. Santander, e soprattutto Gijón, non sono davvero così lontani: sono già qui, ne' Il sapore perfetto, il romanzo di José Manuel Fajardo edito da Guanda che racchiude in meno di trecento pagine l'amore per una terra, la Spagna, e il desiderio di viaggiare per scoprire tutto ciò che potrebbe trasformarsi in casa. https://justanotherpoint.wordpress.com/2017/07/02/leggendo-147-il-sapore-perfetto/

L'ultimo amore di Baba Dunja - Alina Bronsky

L’ultimo amore di Baba Dunja è un libercolo di quelli leggeri solo nella dimensione e non nel contenuto. In superficie è la storia di una nonnina rotonda, di una vecchietta arzilla pronta a lottare per ogni sua ruga mentre in realtà, fra le righe del romanzo di Alina Bronsky, si nascondono svariati sogni e desideri che sono di una genuinità che fa quasi paura, di quella che abbiamo dimenticato chissà dove e quando rintracciamo ci si lacera il cuore al pensiero che della purezza può vivere ancora su questo pianeta.

https://justanotherpoint.wordpress.com/2017/02/06/leggendo-137-lultimo-amore-di-baba-dunja/

La vita segreta delle città - Suketu Mehta

La voglia di tornare a casa l'abbiamo tutti, me l'ha insegnato Mario Soldati. Solo che poi uno deve imparare a capire il posto che preferisce e quando ciò succede non può continuare a vivere di compromessi, deve vivere in un luogo che regala quella cosa lì che fa vibrare il cuore. A volte è una città, altre il pianeta intero.

https://justanotherpoint.wordpress.com/2016/12/28/leggendo-135-la-vita-segreta-delle-citta/

Tobiko - Maurizia Rubino

Questo della Bao Publishing è un volume speciale: le tavole sono immerse nei colori, il tratto dell’illustratrice milanese crea un mondo tra il fantasy e il fantascientifico che diventa però umano e palpabile quando le emozioni prendono il sopravvento e ci si ritrova così a pensare a quanto ne vale la pena, se dopotutto conviene ritentare di spiccare il volo verso la persona amata o liberarsi di tutto viaggiando in un universo nuovo. La risposta, purtroppo, non è mai così immediata.
https://justanotherpoint.wordpress.com/2016/07/10/leggendo-126-tobiko/

Anime baltiche - Jan Brokken

Con questi presupposti, raccontare vite altrui non è più scrivere solo biografie ma costruire scenari in cui far muovere i prescelti come personaggi dentro a un romanzo, è far pulsare ogni sentimento sulla carta e renderlo reale, vivido, così concreto da sembrare finzione. E non mi stupisce che tutto ciò avvenga viaggiando, quando la mente è libera, quando si è pronti a vivere qualsiasi avventura, disposti a inciampare in qualsiasi imprevisto e vivere nuove vite, nuovi mondi, nuovi avventure.

https://justanotherpoint.wordpress.com/2016/07/09/leggendo-125-anime-baltiche/

Autobiografia di una femminista distratta - Laura Lepetit

Libri come Autobiografia di una femminista distratta fanno bene al cuore perché quando arrivano in momenti come questi ti prendono per mano, ti rialzano, ti danno una pacca sulla spalla e ti convincono che no, i sogni non bisogna accantonarli e che le cose belle verranno e che riusciremo a crescere come vorremmo e diventare, soprattutto, le donne che desideriamo essere e che già si nascondono dentro di noi.

https://justanotherpoint.wordpress.com/2016/04/24/leggendo-119-autobiografia-di-una-femminista-distratta/

Il taccuino d'oro - Doris Lessing

(..) Eppure la scrittrice di origini iraniane (..) ha sempre voluto consigliare i temi de’ Il taccuino d’oro e non la sua struttura o il loro modo di essere esposti ed è particolare, infatti, come Doris Lessing voglia far soffermare il lettore su qualsiasi sfumatura dell’animo umano (soprattutto il proprio) attraverso la vita di Anna Wulf che gioca continuamente tra realtà e finzione alternando nei suoi taccuini (nero, rosso, giallo e blu) le proprie passioni e delusioni, i propri credo politici e culturali, le proprie ambizioni e desideri.

https://justanotherpoint.wordpress.com/2016/04/26/a-case-of-you-mr-taccuino/

Diario minimo dei giorni - Franco Loi

Leggere questo romanzo è come passeggiare per le vie di Milano: sembra di non vedere mai qualcosa di particolarmente nuovo o bello, sembra la solita vita quotidiana che si trascina giorno dopo giorno, settimana dopo settimana. Poi si apre un portone, ci si sbircia dentro e si scopre un piccolo mondo che neanche ci si immaginava di trovare e l’animo si rasserena e si sorride e si arriva all’incrocio e si aspetta il semaforo verde. Ed è così Milano, è davvero così.

https://justanotherpoint.wordpress.com/2016/03/19/leggendo-117-diario-minimo-dei-giorni-a-milano/

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate