ANTONELLA MONTESANTI

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Cara Ijeawele - Chimamanda Ngozi Adichie

Scritto in forma di lettera, contiene consigli dati dall'autrice ad un'amica, appena diventata mamma di una figlia femmina.
Semplici regole che valgono forse per una bimba nata in Nigeria, ma che da noi non dovrebbero essere nemmeno insegnate ma già radicate.
Anche se a guardare i sempre più numerosi casi di femminicidio non so se valga la pena anche da noi riprendere in mano le regole base della convivenza civile in uno stato dove alcuni preconcetti la fanno ancora da padrone.
E magari insegnarle anche ai maschietti, per un mondo fatto di persone uguali, a prescindere dal genere.

Per questo mi chiamo Giovanni - Luigi Garlando

Che libro! Scontato e reale, purtroppo, ma raccontato in modo talmente bello che tutti, ma proprio tutti, dovrebbero leggerlo, sia bambini che adulti.
La storia di Giovanni Falcone è una storia che a distanza di anni ha sempre da insegnare a ognuno di noi.
La descrizione della sua vita, e della sua non-vita, è qualcosa che deve farci riflettere, farci capire per chi e per che grande cosa Falcone abbia combattuto a costo della morte.
La descrizione dell'attentato in cui perse la vita con la sua scorta, ma ancor di più la meticolosa preparazione da parte della mafia del tritolo e di tutto l'occorrente, tengono con il fiato sospeso, nonostante purtroppo tutti sappiamo come sia andata a finire...
Consigliatissimo a tutti.

Pianoforte vendesi - Andrea Vitali

Racconto molto carino. Il secondo che leggo di questo autore e devo dire che sono quasi come piccole perle, scritto molto bene, anche se la trama a volte può apparire debole e un pochino inventata.
Ma d'altronde cosa sono i libri se non storie più o meno inventate?
Il loro compito è di farci passare qualche ora e distoglierci dalla nostra vita reale e in questo l'autore riesce benissimo.
Riesce a far vedere cose e persone a volte reali, a volte inesistenti, a volte fantasmi, a volte morte...ma pur sempre piene di vita e voglia di fare.

Le nostre anime di notte - Kent Haruf

Non avevo mai letto questo autore e ho voluto iniziare da questo, slegato dalla più famosa trilogia.
Mi è piaciuto parecchio, scritto molto bene e in modo scorrevole, intriso di tenerezza e consapevolezza del tempo che sfugge...
I due protagonisti sono due persone non più giovani che possono essere rappresentate da chiunque, con un vissuto relativamente normale come ognuno di noi può avere.
Si ritrovano quindi ad escogitare qualcosa che possa "favorire" entrambi in questo momento della vita molto malinconico e delicato.
Haruf ti fa amare le persone coinvolte, ti fa amare le loro avventure, i paesaggi in cui si svolgono i fatti, ti pone davanti alle scelte che devono affrontare i protagonisti, ti fa riflettere su come sia breve la vita a volte, ti fa pensare se sia giusto essere sempre conformisti e normali, anche a costo della libertà e al rimpianto per essersela negata.

Il bambino irraggiungibile - Manuel Sirianni

Che dire di questo libro se non che è molto ma molto bello e istruttivo.
Bello perché racconta l'autismo visto da un ragazzo autistico, un cosiddetto "non verbale" con tutte le difficoltà che può avere nell'esprimersi ma con una voglia immensa di capire e far capire a noi il suo mondo.
Bello perché parla di piccole cose, di piccole grandi gioie quali possono essere osservare la natura e ringraziare di tutto ciò che di bello o brutto ci offre, come faceva San Francesco.
Bello perché si vede una famiglia molto unita, nonostante entrambi i figli siano autistici, e sia il padre ma ancor di più la madre lottano con tutte le loro forze per capire queste loro creature.
Istruttivo perché ho imparato molto che non sapevo di questa condizione, a volte giudicata troppo frettolosamente e quasi con scomodità dalla gente.
Consigliatissimo a chi vuol capire che dietro ad una corazza come può sembrare l'aspetto esterno ci sono persone con tutta la loro fragilità, la loro umanità, la loro immensa gioia di vivere e voglia di venir trattati non da alieni ma da esseri umani.

Identikit - Maurizio Lorenzi

   Veramente bello questo libro!
Il disegnatore di identikit, colui che cerca di ricostruire in base a qualche piccolo dettaglio i visi di delinquenti e persone ricercate per reati di ogni tipo, viene descritto molto bene, sia dal punto di vista professionale che da quello umano.
La sua appartenenza alle forze di polizia è ben delineata, il suo far parte di questa categoria è tratteggiato in tutto il libro e in tutti i fatti, realmente accaduti, di cui si parla.
La sua parte risulta determinante nella cattura dei ricercati. l'essere uno sbirro lo accompagna in ogni momento della sua vita, dagli inizi fin oltre la pensione, il suo lavoro svolto con passione non lo abbandona neanche un attimo, la dedizione e il conforto di aver avuto intuizioni esatte sono per sempre in lui, così come il ricorrente sogno degli incubi che disegna.
Un piccolissimo cameo che mi piace ricordare avendo amici in divisa, è la loro abitudine innata di ordinare acqua e menta se capita di fermarsi in un bar durante le ore di servizio, riportato qui in un episodio raccontato e verificato varie volte nella realtà.
Piccoli particolari che rientrano nel grande e complesso lavoro di un investigatore, di un disegnatore di volti con abilità particolari e alte doti di psicologia, di un agente della Polizia Scientifica impegnata in questa particolare sezione.

Born to run - Bruce Springsteen

Molto bella quest'autobiografia di Bruce.
Fa conoscere il Boss dal lato umano, fa conoscere la persona nei vari momenti e aspetti della sua vita.
Fa conoscere Bruce figlio, con i suoi tanti problemi e conflitti col padre.
Fa conoscere Bruce ragazzo, adolescente, marito, padre a sua volta, cantante, compositore, artista.
Una persona a 360 gradi con i suoi difetti, le sue paure, le sue debolezze, i suoi pregi, il suo affrontare la vita e i fatti, anche terribili come l'11 settembre, in maniera umana.
Il tutto contornato dai vari momenti in cui sono nate le sue canzoni meravigliose.

Il racconto dell'ancella - Margaret Atwood

Bello e terribile, le due definizioni che darei di questo libro.
Molto bello perchè raccontato molto bene dalla protagonista, molto bello perchè per fortuna è solo un libro.
Terribile perchè la descrizione della condizione in cui sono tenute le donne, e pure gli uomini "disobbedienti", in questo ipotetico futuro prossimo, derivante da contaminazioni atomiche, è qualcosa di veramente sconcertante, qualcosa che nessuno penso si auguri avvenga davvero...
Anche se, forse, in alcuni paesi e in alcune culture, la situazione descritta non si discosta di molto da quella reale...
Consigliato a tutti, soprattutto a chi si lamenta sempre di tutto quel che ha e che può fare, consigliato a chi non si crede libero di agire come meglio crede, anche nelle piccole e semplici azioni quotidiane.

L'inferno degli angeli - di Massimiliano Frassi

Cosa penso di questo libro?
Penso che sia un libro meraviglioso che parla di fatti terribili e indicibili.
Penso che si parla di cose che non dovrebbero accadere...e continuano ad accadere...restando il più delle volte impunite.
Penso che NESSUNO abbia il diritto di fare questo a delle creature innocenti, che hanno tutta la vita davanti e son costrette a crescere, a volte a morire, troppo in fretta.
Penso che sia un libro da leggere assolutamente per finirla di fare gli struzzi e far finta che queste cose non accadano.
Penso che Massimiliano Frassi sia una persona che un cuore enorme, con coraggio da vendere, da seguire ad esempio e soprattutto da aiutare, in questo ingrato ed enorme compito di cui si fa carico.
Penso che sia l'unico libro letto finora, e ne ho letti moltissimi, che mi abbia fatto piangere lacrime amare, che mi abbia lasciato dentro una tristezza e una rabbia infinite.
Penso che allo stesso tempo, sia l'unico libro che mi abbia dato fiducia e speranza, sapendo che esistono persone che combattono questa piaga terribile con tutte le loro forze e credono che questi bimbi possano ancora provare amore per la vitae per le persone....
   

Cuore di rondine - Comandante Alfa

   Che dire di questo libro?
Emozionante e coinvolgente dalla prima all'ultima pagina.
Non è frutto della fantasia, ma è l'autobiografia di un comandante del GIS, Gruppo Intervento Speciale dei carabinieri, e racconta di fatti realmente vissuti, e che conosciamo, che mi hanno toccato personalmente e profondamente.
Uno su tutti, la strage di Nassiriya e tutto quel che ne è conseguito...
A tratti tecnico, ma comprensibilissimo, a tratti introspettivo e con descrizioni del carattere e dei risvolti umani che ci sono sotto una divisa; sì perchè la maggior parte di noi vede una divisa e subito pensa ad un uomo forte e coraggioso, ad un robot quasi, ma sotto c'è un cuore che batte come il nostro, combattuto tra mille dubbi e mille pensieri, umano sotto tutti i punti di vista, diviso tra una famiglia che lo aspetta a casa e una famiglia con cui ha preso un impegno a vita per difendere i suoi simili e la sua patria.
"Tutti noi sappiamo che la meta ultima della vita è la morte ma non sappiamo né quando e né dove ci coglierà e in ciò risiede il fascino della vita. Quando però ci rendiamo conto che ci ha appena sfiorato, passandoci a pochi centimetri, leggera come un velo, quando percepiamo il suo alito sul collo, allora la nostra prospettiva cambia e la vita stessa riacquista valore laddove lo stava perdendo e colore laddove stava sbiadendo."
Questo è solo uno dei tantissimi pensieri che mi sono rimasti impressi e su cui c'è molto sda riflettere.

La locanda dove il mare parla piano - Emma Sternberg

Avrei tanto da dire su questo libro, parto da una citazione che mi ha colpita:
“la vita non è una cosa da cui si può scappare, ma qualcosa in cui si deve approdare. E lei approdò” .
Non è una storia d'amore, o meglio, non in senso stretto; è una storia intrisa d'amore per la vita, per tutto quel che può offrire o togliere, amore per l'arte, amore per la natura, amore per la famiglia, amore per gli amici, amore per i ricordi, amore per le persone anziane, amore per una donna...
E, a proposito di donna, mi ha colpita pure la descrizione di un ritratto di un pittore famoso, ritratto di una donna che ..."...non è bella in senso canonico...eppure ha dentro tutto quello che significa essere una donna, una persona, un essere vivente. Allegria e dolore, silenzi e parole, riso e pianto, felicità e lutto, amore e fragilità."

Te lo dico sottovoce - Lucrezia Scali

Bello, bello, bello:
Sarà che l'ho letto in un momento particolarissimo, sarà che tutti, ma proprio tutti, gli argomenti trattati ed i personaggi mi stanno molto a cuore, sarà che abbiamo proprio bisogno anche di libri così. Libri dove l'amore vince quasi sempre, dove la compagnia di un cane può fare moltissimo per grandi e bambini, dove nessun dolore è per sempre, come dice un carissimo amico combattente.
Scritto in modo molto scorrevole, consigliato a chi crede ancora che il mondo attuale ha bisogno di sentimenti e non solo di ragionamenti.

Caino - Elisabetta Cametti

Cosa penso di questo libro? Mah...
Sinceramente partito molto bene, con tutti i crismi di un buon thriller, poi...poi...si perde, verso la metà, con l'entrata in scena di troppi personaggi da tenere a mente e troppi fatti, tutti insieme.
Un po' di riscatto e adrenalina verso la fine, ma veramente mi aspettavo molto di più, avendone sentito parlare molto bene.
Ovviamente questo solo il mio personalissimo parere, lieta di essere smentita dai molti amici lettori.

Favole di bambini e dei loro orchi - Massimiliano Frassi

Finito...
Che dire?
I libri di Max e tutto quel che ci sta dietro creano dipendenza totale.
Credo di non sbagliare, anche se è solo il secondo che leggo, ad affermare che questo è il migliore...
Ancora non riesco a capire come faccia a scrivere con tanta delicatezza e dolcezza fatti orribili, fatti accaduti a bimbi che se solo ci penso il cuore ogni volta accusa colpi e lacerazioni a me che leggo, figurarsi a chi li ha subiti ...
Solo chi ha un cuore ❤️ immenso e crede in una rinascita può riuscire a scrivere queste favole che della favola non hanno proprio nulla, può riuscire a mettere nero su bianco il dolore, l'abisso più profondo, la cattiveria smisurata di chi commette queste cose e di chi le giustifica e non crede alle vittime.
Grazie a lui e ai guerrieri come lui che si battono tenacemente per i diritti sacrosanti dei bambini ❤️.

Perché nessuno mi crede?! - Massimiliano Frassi

Cosa penso di questo libro?
Penso che leggerlo sia una coltellata diretta al cuore.
Penso che queste cose non dovrebbero esistere.
Penso che queste persone andrebbero punite in modo esemplare.
Penso che ogni bimbo abbia diritto a vivere e a credere nella vita e nelle persone vicine.
Penso che per fortuna esistono persone come Massimiliano Frassi che si fanno carico di far rivivere questi bambini.
Penso che anch'io ho il dovere di fare qualcosa, anche piccolissima, per alleviare il dolore di queste giovani vittime e fargli credere che nessun dolore è per sempre.

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate