ANTONELLA MONTESANTI

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Anna che sorride alla pioggia - Guido Marangoni

   Libro molto interessante in cui un papà parla della sua famiglia e dell'arrivo di Anna, la terza figlia a cui avevano diagnosticato già prima della nascita la trisomia 21, ovvero la sindrome di Down. Un arrivo che porta scompiglio generale, non tanto nella famiglia, ma nell'entourage di parenti e amici, che ritrae comunque uno spaccato di gente reale e attuale, punti di vista normali ma tanto anormali. Un libro che fa riflettere parecchio ma che, in cima a tutto, fa trasparire tanto amore per la vita e la famiglia, nonostante le mille difficoltà che possono insorgere con la disabilità quando ti tocca da molto vicino, un libro che ti fa vedere come una brutta notizia può essere invece una bellissima notizia, in cui una nuova vita porta allegria e ottimismo aldilà di ogni difficoltà.

Racconti di strada - Maurizio Lorenzi

Difficile commentare un libro quando ti è piaciuto moltissimo e vorresti scrivere un miliardo di cose. Rischierei di fare un riassunto, e non è quello il mio intento. Scritto da un poliziotto, da lui stesso definito opera prima molto acerba, a me non è sembrato per nulla acerbo. Come dice il titolo sono racconti di strada, ma non solo quello, sono episodi vissuti da poliziotti, sono pezzi di vita vissuta, a volte raccontati in chiave quasi comica, a volte riportati in modo purtroppo molto reale e per nulla divertenti. Bellissimo il fatto di utilizzare per ogni collega agente un soprannome inerente all'immagine che l'autore vuole dare di loro, vedi il Romano, il Palestrato, il Muto, il Selvatico, Psaico ecc...Un modo a mio parere personalissimo di alleggerire episodi anche molto brutti. Vengono toccati vari temi, come d'altronde vari temi tocca la vita di un poliziotto reale: la pedofilia, la scorta, la rapina, la malattia, i furti, il problema attualissimo dell'immigrazione e le vicende degli sbarchi a Lampedusa, con il capitolo sull'accoglienza. Non posso fare a meno di ricordare, tra tutti i racconti, l'accenno alla ricerca della piccola Yara Gambirasio, una vicenda che mi ha straziato il cuore all'epoca e di cui ho ricordi indelebili: in quel dicembre 2010 mi allenavo correndo al parco della Roncola di Treviolo, Bergamo, e ho ancora davanti agli occhi i poliziotti che spostavano foglie e quant'altro alla ricerca di indizi che riportassero alla piccola e sfortunata ragazza...Che dire? grazie a Maurizio Lorenzi per aver scritto questo libro sulla vita a 360 gradi del poliziotto, figura che amo particolarmente avendo Amici in divisa che svolgono la professione in modo veramente esemplare e coinvolgente.

Lettera a un giovane calciatore - Darwin Pastorin

Libriccino piccolo piccolo ma di un'intensità notevole. Lo scrittore si rivolge a un giovane calciatore immaginario e gli parla del calcio a 360°, parecchi capitoli in cui paragona i vari momenti del calcio a momenti di vita attuale o passata, con aneddoti e episodi estrapolati da partite o momenti vissuti dai vari giocatori che hanno fatto la storia del calcio. Sublime il paragrafo in cui parla del rigore sbagliato da Roberto Baggio nella famosa partita del mondiale, in cui l'Italia era contro il Brasile e gli piace immaginare che il compianto campione di Formula Uno, Ayrton Senna, sia sceso dal cielo e abbia "sollevato" il pallone tirato da "codino" per mandarlo fuori. Toccante anche quando parla della squadra del Torino con la sua fine sfortunatissima a Superga. Purtroppo però la morale non è molto bella, come non lo è più il calcio da quando il dio denaro ha preso il sopravvento rispetto al gioco vero e proprio, o da quando i genitori a volte rovinano le partite dei figli litigando e riversando sugli stessi ambizioni di gloria che non sempre corrispondono ai desideri dei figli. Qualche barlume di speranza lo da un episodio in cui parla di un allenatore di paese che fonda una scuola calcio con tre campi e un cinema... cinema in cui spedisce i genitori mentri i figli si allenano o giocano... Consigliatissimo a ragazzi e adulti, amanti del calcio e non.

Sbirre - Massimo Carlotto, Giancarlo De Cataldo, Maurizio De Giovanni.

Tre racconti noir di Carlotto, De Cataldo e De Giovanni, molto coinvolgenti e quasi pazzeschi direi, e per questo molto piaciuti.Personalmente preferisco Sara che aspetta, di Maurizio De Giovanni, autore di cui ho letto parecchio e che sa trascinare il lettore pagina dopo pagina, che sa descrivere i personaggi così bene che quasi li scusi per quello che fanno, che a volte non è così consono alla legge.
Argomenti attualissimi in entrambi i racconti, soprattutto ne La triade oscura, di De Cataldo, dove ci si addentra nel mondo oscuro della rete, a volte così dannoso per i giovani.Libro quindi consigliatissimo, soprattutto a chi ama il genere noir come la sottoscritta.

Missioni segrete - Comandante Alfa

   Molto bello anche questo libro del Comandante Alfa, incentrato sulle missioni segrete dei GIS. Si parla di interventi delicati e segreti, che riguardano casi di rapimenti, ricerca e cattura di mafiosi e altri personaggi violenti e criminali, interventi delicati per salvare persone in pericolo, uno su tutti il caso di bimbi in balia della madre disperata ed esasperata da molte circostanze negative in cui i carabinieri sono intervenuti e con molta cautela, facendo uso di parole e non di armi per consegnare la donna agli assistenti sociali e mettere in salvo i figli.
Bello bello davvero è molto coinvolgente il mondo delle divise, che io adoro in modo particolare per ragioni personalissime, un mondo costretto a volte a "dimenticare" i propri affetti e la propria vita e concentrarsi solo sulla missione in corso.

Eroi senza nome - Maurizio Lorenzi

   Ho letto molti libri, e finora non mi era mai capitato di piangere mentre leggevo. Questo è uno di quei libri che ti entra nel cuore e lì rimane, sia per i temi trattati, sia per il modo in cui vengono descritti. Maurizio Lorenzi mi ha fatto rivivere i tragici fatti di Capaci e di Via D'Amelio visti dalla parte di chi era nel servizio scorta, Antonio Montinaro per Giovanni Falcone, e Emanuela Loi per Paolo Borsellino, eroi senza nome come dice il titolo ma eroi con la E maiuscola, carichi di umanità e coraggio celati sotto una divisa. Sarà che il mio miglior amico porta una divisa, sarà che grazie a lui ho conosciuto persone con un cuore grande quasi come il suo, sarà che porto massimo rispetto per chi indossa l'uniforme e si prodiga per gli altri, ma tutte le storie riportate in questo libro sono veramente cariche di sentimenti, anche se purtroppo molto brutte e molto vere... E, come dice giustamente l'autore, teniamoci stretti quello che ci sta a cuore, e teniamoci stretti. Tra di noi. Tutti insieme. Per quello che possiamo.
Non meno importanti delle storie di mafia, molto belli anche i racconti degli agenti in pattuglia sulle strade e quello sui vigili del fuoco impegnati dopo i terremoti.
Bravo Maurizio Lorenzi, poliziotto che sa anche scrivere molto bene.

L'aroma nascosto del tè - Jamie Ford

Motivo principale che mi ha spinta a leggere questo libro la data impressa nella seconda di copertina, 1962, anno della mia nascita. Sembra abbastanza banale, ma sono quelle piccole cose che senti a pelle, quei piccoli indizi che dicono: "Fidati e non resterai delusa!"...e così è stato. Questo libro è, nello stesso tempo, delicato, intenso, storico, pieno di vita, pieno d'amore, è povertà, è amicizia, è peccato, è malattia, è gioia e tragedia insieme. Una storia che si snoda tra due fiere espositive di Seattle, 1909 e 1962, una storia ricca di emozioni vissuta da un ragazzino di 12 anni, Ernest, e due ragazzine, Maisie e Fahn. Una pagina di storia quasi dimenticata e sconosciuta che l'autore ha voluto riportare a galla, una pagina di storia molto dolorosa ma non per questo meno avvincente e degna di essere conosciuta e ricordata. Bello e ben scritto, con particolare attenzione ai sentimenti e ai caratteri delle persone coinvolte, lettura consigliata a tutti.

La vita finora - Raul Montanari

Punteggio pieno per questo libro, scritto veramente bene.
I personaggi ben descritti, ma soprattutto la trama, tremendamente attuale, trascinano il lettore dall'inizio alla fine, quasi come fosse un giallo quando invece è realtà modernissima.
Si parla di bullismo e cyberbullismo, argomento che mi sta veramente a cuore e per cui spero si riesca a trovare , se non una soluzione, almeno a contenere e arginare questa piaga dilagante nelle scuole.
Nel professore protagonista, nel prete del piccolo paesino di montagna, mi è sembrato di riconoscere amici carissimi, che si battono molto per questo problema, e vanno nelle scuole ad incontrare i ragazzi e a metterli in guardia sull'uso spropositato di internet, smartphone e tablet, su come una foto rubata e poi messa in rete possa portare una persona a reazioni imprevedibili e a conseguenze a volte irreparabili.
Più marginali, ma non meno importanti, altri personaggi, come la sorella del protagonista, un punto fermo nella sua strana famiglia che non gli ha mai voluto bene, la collega professoressa, l'ex maggiore con il suo passato carico di crudeltà e atti efferati.
In tutto questo a farla da padrone in tutto il libro ovviamente i ragazzi e le ragazze della classe, tanto variegata quanto complessa e impegnativa in tutte le sfaccettature dell'adolescenza.
Libro consigliatissimo a tutti.

Camminare - Erling Kagge

Dopo aver letto il libro sul silenzio, dello stesso autore, incuriosita dal titolo ho letto pure questo.
Bel libro, incentrato come dice il titolo, sul gesto del camminare, che nella vita frenetica di oggi, può essere preso davvero per un gesto sovversivo. Oltre ai lati benefici sulla salute, camminare può apportare benefici alla mente e ai pensieri a volte troppo pesanti che riempiono la vita quotidiana. Prestando attenzione ad ogni singolo passo, a dove camminiamo e dove andiamo, possiamo scoprire molto di noi stessi, degli altri e di tutto ciò che ci sta intorno.
Consigliato a chi ama camminare, e vuole farlo in modo "utile".

La vita fino a te - Matteo Bussola

   La vita fino a te è un inno all'amore, un inno alla vita, un inno all'ordinario che diventa straordinario a seconda di come lo guardi.
E' una raccolta di pezzi di vita dell'autore, una raccolta di aneddoti e momenti quotidiani, passati e presenti, in cui ognuno di noi può ritrovarsi.
Piccole perle ricche di significato e di vita vissuta, pensata, immaginata, sperata.
Matteo Bussola sa scrivere in un modo che ti prende e ti trascina nel suo racconto, ti fa vedere quel che lui vede e ricorda, ti fa essere i suoi occhi.
Se dovessi scegliere fra tutti, bellissimi ognuno a modo suo, il miglior racconto, a parer mio, è -In mezzo scorre il fiume-, c'è tanta di quella poesia e di quell'amore dentro da far palpitare anche i cuori più duri, tanti silenzi che valgono più di mille parole, tanti sguardi che racchiudono tutto nei minimi particolari, e, davvero, alla fine del racconto mi è parso di vedere la casa dall'altra parte del fiume con la tendina scostata...
Consigliatissimo e inimitabile Matteo Bussola.

Siate ribelli, praticate gentilezza - Saverio Tommasi

Libro scritto sotto forma di lettere alle due figlie dell’autore,
in cui si toccano svariati argomenti.
Scorrevole come lettura ma non mi ha entusiasmato per niente.
A volte troppo ripetitivo, a volte troppo di tutto…
Bello l’amore di questo padre per le due figlie femmine, ma
questo non basta per fare di un libro un buon libro.
Tanti buoni consigli, tanti buoni propositi, tante, troppe volte,
ripetute le parole antirazzismo, antifascista, amore per tutti,
come se la vita fosse una favola… cosa che proprio non è…
Forse l’unico capitolo che salvo è quello sul bullismo, argomento
che mi sta particolarmente a cuore avendo amici che si
battono tantissimo per sconfiggerlo.
Peccato, perché il titolo mi aveva creato aspettative più alte.

Figlie del mare - romanzo di Mary Lynn Bracht

Un libro talmente bello che il commento risulta molto difficile.
Bello e durissimo, tanto che a volte ho dovuto interromperne la lettura per non stare male davvero.
E se io ho sofferto a leggere di tali orrori, non oso pensare a come si debbano essere sentite tutte le confort women di cui si racconta nel libro.
Una pagina di storia coreana venuta alla luce dopo parecchi anni, quando finalmente qualcuna di queste creature si è decisa a parlare dell'accaduto, dimostrando un coraggio immenso.
L'autrice però, per fortuna, accanto a pagine atroci, ha saputo scrivere pagine di pura poesia, momenti bruttissimi inframmezzati da momenti meravigliosi, con descrizione di paesaggi e momenti struggenti e tenerissimi.
Uno su tutti il rievocare la risata argentina della sorellina adorata da parte della protagonista, per me uno dei momenti più toccanti della storia raccontata.
Libro consigliatissimo.

Tokyo Express - Matusmoto Seicho

   Libro molto interessante questo. Il Giappone non delude mai, e questo autore, definito il Simenon giapponese è stato una piacevole scoperta. Un bel noir che si lascia leggere e affascina il lettore dall'inizio alla fine, una bella trama e molti indizi sparsi qua e là ad accompagnare fino alla soluzione, per niente scontata.
Unico piccolo neo, ma che per molti invece potrebbe essere un pregio, il voler concentrare tutto su tabelle e orari di treni e mezzi di trasporto, che sembrano quasi confondere ma che invece possono essere intriganti e coinvolgenti per far riflettere e portare alla soluzione del caso.

Bella mia - Donatella Di Pietrantonio

   Molto bello questo libro in cui si parla del terremoto dell'Aquila e delle macerie che ha lasciato, non solo nel senso letterale del termine tra le case e nel paese, ma delle macerie lasciate nei cuori dei sopravvissuti.
Ferite che difficilmente si rimargineranno, ferite che potranno essere curate solo dalla potenza dei sentimenti e dal cuore delle persone che riusciranno a rialzarsi e a far fronte alla perdita di tutto o parte della loro vita, ferite laceranti per aver perso persone care, sensi di colpa per non essere stati al posto di quella persona, per non aver potuto fare nulla per evitarlo...
Un libro carico di sentimenti, con descrizione di fatti in apparenza normali, ma pieni di amore, rabbia, senso di vuoto e smarrimento, voglia di ricominciare, famiglie distrutte a metà, famiglie già distrutte ancor prima che il sisma venisse a rompere del tutto ciò che già era incrinato....
Consigliato a chi vuole riflettere sul senso della vita e del fatto che diamo sempre tutto per scontato e vorremmo sempre di più, non accorgendoci che già abbiamo tutto, la vita e l'amore dei nostri cari su quel tutto.

Storia della mia ansia - Daria Bignardi

   A volte sono restia a leggere libri scritti da personaggi televisivi, ho come una sorta di pregiudizio verso una persona che reputo brava nel suo mestiere e che poi si mette a scrivere.
Invece mi devo ricredere, questo libro è molto bello, ben scritto e si legge in modo scorrevole e veloce.
Quasi veloce come la malattia che irrompe nella vita della protagonista, senza chiedere permesso, come avviene nella vita reale, in cui uno fa mille progetti e arriva qualcosa che spiazza e travolge tutto.
Ci si immedesima nel personaggio, si piange, si soffre si combatte con lei, ci si scontra col marito e i figli, ci si innamora di persone in cura con lei, ci si demoralizza, ci si perde e ci si ritrova.
Libro carico di emozioni vissute o sognate, consigliatissimo e per niente banale o melenso.

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate