Community » Forum » Recensioni

Lo zio Oswald
2 1 0
Dahl, Roald

Lo zio Oswald

Milano : Longanesi, 2013

Abstract: Discepolo di Don Giovanni, ma con un occhiuto senso degli affari e una robusta conoscenza dell'animo maschile, oltre che di un vastissimo catalogo di corpi femminili, Oswald Hendryks Cornelius è un raffinato viveur insaziabilmente devoto al culto del bello. La sua avventura inizia da una scoperta accidentale, che lo porta a conoscenza delle insospettabili virtù afrodisiache dello scarabeo vescicante sudanese. Complici il potente filtro d'amore e un'incantevole partner d'affari di nome Yasmin, Oswald tenta di rapire con destrezza il seme dei più grandi geni dell'epoca - da Picasso a Freud, da Proust a Puccini e molti altri ancora -, al fine di perpetuarne l'estro. Già apparso in due racconti, il personaggio dello zio Oswald diventa protagonista di un intero romanzo finora inedito in Italia, un piccolo gioiello che ancora una volta consacra Roald Dahl maestro dello humour raffinato.

251 Visite, 1 Messaggi

Chi lo immaginava che Dahl fosse così perversino??

  • «
  • 1
  • »

527 Messaggi in 511 Discussioni di 143 utenti

Attualmente online: Ci sono 49 utenti online