Community » Forum » Recensioni

Illuminae
4 1 0
Kaufman, Amie - Kristoff, Jay

Illuminae

Milano : Mondadori, 2016

  • Copie totali: 4
  • A prestito: 3
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Quel giorno, quando si è svegliata, Kady pensava che rompere con Ezra sarebbe stata la cosa più difficile da affrontare. Poche ore dopo il suo pianeta è stato invaso. Anno 2575: il cielo di Kerenza, un pianeta poco più grande di un granello di sabbia coperto di ghiaccio e sperduto nell'universo, si oscura all'improvviso. Tra le esplosioni e le urla degli abitanti terrorizzati, una squadra d'assalto della... una potente corporation interstellare, dà inizio all'invasione. Ed Ezra e Kady, che si rivolgono a malapena la parola, sono costretti a cercare insieme una via di fuga. Alcuni giorni dopo, però, un mortale... mutante inizia a diffondersi a bordo di una delle navi sulle quali si trovano i due ragazzi e gli altri superstiti. Come se non bastasse, AIDAN, l'intelligenza artificiale che dovrebbe... pare essersi trasformato nel nemico. E nessuno dei militari incaricati delle operazioni di salvataggio sembra intenzionato a spiegare ciò che sta accadendo. Quando Kady riesce ad accedere a... strettamente riservate, le è subito chiaro che l'unica persona che può aiutarla è anche l'unica con la quale pensava non avrebbe più avuto nulla a che fare.

21 Visite, 1 Messaggi

Partiamo dal presupposto che il punto di forza di questo libro, più che la trama, è la sua struttura. La storia non è molto diversa da tante space opera già esistenti, non apporta nulla di nuovo in tal senso. Ciò che contraddistingue questo libro, è lo stile con cui è scritto, ovvero una "raccolta di file" e trascrizioni che ci fanno capire come la storia si è svolta, passo dopo passo. L'ho trovato molto coinvolgente per questo motivo, perché il tutto appare come molto "reale", poiché non è la narrazione di un un terzo o quella in prima persona e quindi da un unico punto di vista. È una raccolta di documenti, di conversazioni, di rapporti, il che ti immerge totalmente nella lettura e da quella parvenza di oggettività e realismo fittizi e relativi.
Per il resto, è un young adult. La storia d'amore fra adolescenti è d'obbligo, e nemmeno quella è diversa da altri young adult che girano in commercio, un po' banalotta, ma dato il target, credo che possa piacere ugualmente.
Il linguaggio utilizzato è basilare, molto terra terra, comprensibile da chiunque, quindi la lettura scorre velocemente e quelle 600 pagine risultano decisamente meno "ingombranti" e pesanti di quel che appaiono.

  • «
  • 1
  • »

349 Messaggi in 335 Discussioni di 113 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.